Notte Prima degli Esami – Ieri I

E anche tutta questa serie di post è dedicata al povero Daniele. Che stava ancora aspettando un’altra dedica, e che la sua Notte Prima degli Esami sta per viverla, Oggi. 



Latino. O Greco.

Latino. O Greco.
‘Ieri’, che vuol dire ‘un anno fa’, e che nello specifico vale come ‘un anno e qualche mese fa’, era una sola la domanda che si agitava nelle menti di noi ragazzi di Terza Classico.
Latino? O Greco?La risposta avrebbe dovuto arrivare un po’ prima delle vacanze di Natale, ma il Ministero non aveva dato notizia.
La risposta era stata attesa come propizio dono da mettere sotto l’albero di pino, ma anche la Befana ci aveva lasciati a bocca asciutta.
La risposta, con la sua determinazione a non arrivare, stava mettendo in crisi anche i nervi più saldi, passate di gran lunga le prime due settimane di Gennaio.
La risposta, sadicamente, continuava a farci penare.
Latino? O Greco?

Latino, speravano tutti incrociando le dita, ma nessuno osava dirlo a voce alta.
Latino, e maschi della classe si lanciavano in gesti apotropaici alquanto significativi, guardando il Tg ogni giorno alla ricerca di notizie.
Latino, e c’era addirittura chi accendeva un cero alla Madonna.
Latino. Latino. Latino.
Ti prego. Ti prego. Latino.

Da quando era giunta notizia che la materia oggetto di seconda prova sarebbe stata affidata a un commissario esterno, la classe era sprofondata nella più nera disperazione.
Fare una versione di Greco e farla correggere al nostro professore, tanto quanto, è fattibile. Il nostro professore è perfettamente consapevole di aver sorvolato piccoli dettagli quali ‘la grammatica’, per cui, nei tre anni di Liceo, tutta la classe si è gradualmente dimenticata quanto faticosamente appreso nei due anni di Ginnasio.
Il nostro professore è perfettamente consapevole di aver cresciuto una classe di gente che conosce a menadito la Letteratura, ma va in crisi su un testo in lingua.
Il nostro professore è perfettamente consapevole di avere un branco di studenti che non saprebbero recitare un paradigma che sia uno, visto che per anni nessuno glielo ha mai chiesto.
Al nostro professore va bene così, evidentemente, e da sempre punta sulla parte letteraria. A lui va bene così, e del resto lui conosce bene il livello a cui ci ha condotti.
Un commissario esterno, no.

Non potevamo avere un commissario esterno di Greco. Non potevamo assolutamente.
Di Latino sì, di Latino andava bene, di Latino avevamo un’ottima preparazione, ma di Greco…
Latino. Latino. Ti prego. Latino. Fa’ che sia Latino.

“PROFESSORESSA! E’ LATINO!”.
La mia professoressa di Latino ha rischiato l’infarto, quando, alle sette e venti del mattino, l’ho intercettata davanti a scuola e ho piantato un urlo che deve aver svegliato tutto l’isolato. “E’ LATINO! E’ USCITO LATINO! L’HANNO DETTO IERI NOTTE! E’ LATIIIIINOOO!”.
Nel preingresso, in classe, s’è festeggiato.
C’era chi non ci credeva, chi correva a prendere il giornale, chi scoppiava a piangere dalla gioia, chi ripeteva istericamente “LATINO! LATINO! LATINO!”.
La febbre della gioia è cresciuta in piena e ha rotto gli argini del corridoio del Liceo: qualcuno è corso giù ad avvisare i suoi amici allo Scientifico, qualcuno ha gioito abbracciando i ragazzi dell’Europeo.
“E’ LATINO! E’ LATINO! E’ LATINO!”.
Il Preside del Liceo Europeo sorrideva vedendoci saltellare per i corridoi: noi brindavamo col caffè della macchinetta, declamavamo in metrica il De Rerum Natura, ci sentivamo i padroni del mondo, e forse un po’ lo eravamo.
“Preside! Venga con noi!”, ho gridato a un certo punto. “Festeggi! E’ Latino!”.
Il Preside ha sorriso, condiscendente. “Mah, fossi in voi non festeggerei più di tanto”, ha osservato in tono di constatazione pacata.
“Ma come! E’ Latino! Lo sa che di Greco abbiamo fatto quasi solo Letteratura! Lo sa che di Greco non sappiamo niente! E’ Latino!”.
“Appunto”, ha commentato il professore senza scomporsi. “Se non dimostrate di conoscerla in versione, la lingua greca ve la chiederanno all’orale”.
“Ma che importa! Figuriamoci! Il nostro professore lo sa bene che non siamo forti in grammatica. Ed E’ LATINO!”.
“Ehm… ragazzi?”, ha mormorato il Preside, con un mezzo sorriso divertito. “Scusate… lo sapete che Latino ha la doppia cattedra, sì?”.
La domanda non prometteva bene. I miei due compagni hanno smesso di cantare, io ho prudentemente abbassato il bicchiere col cappuccino.
“… cioè?”, ho sussurrato con un brutto presentimento.
“Cioè… normalmente, il professore di Latino ha anche la cattedra di Greco”.
Andrea e Mario si sono lanciati un’occhiata orripilata.
“Beh, ma questo non vuol dire che…”, ho mormorato in un’ultima, vana, speranza.
“Oh sì, invece”, ha assicurato il Preside, vagamente divertito. “Se Latino è esterno, è esterno anche Greco”.
Un secchiello d’acqua gelata giù per la mia schiena.
“E ripeto”, ha detto il Preside ridacchiando alla mia espressione: “se non dimostrate di conoscerla in versione, la grammatica greca ve la chiederanno tutta in terza prova”.
Vuoto esistenziale.
“Beh…”. Il Preside mi ha dato una pacca sulla spalla, affettuosamente. “Allora direi ‘buon ripasso’, ragazzi!”.

Se in quel momento fossi stata abbracciata a Vaporidis, e non a Mario e Andrea, senza dubbio, come nel film, sarebbe partita la canzone.

Dammi una lametta ché mi taglio le vene…

9 pensieri su “Notte Prima degli Esami – Ieri I

  1. Stardust781 ha detto:

    oddio…che roba…

    alla mia seconda prova noi avevamo sperato e pregato che fosse tecnica…ovviamnete è uscita ragioneria… che avevamo un professore che eran tre anni che leggava il quotidiano invece che spiegare…

    il mese prima degli esami mio papà si è armato di santa pazienza e mi ha dato lezioni su lezioni, tutte le sere…

    è stato un incubo…
    ma poi, all’università, io ho fatto lingue…ecco!

  2. FolleGiocattolaio ha detto:

    Ahahah
    Divertentissimo. Anche se confesso che avrei festeggiato in quelle proporzioni solo se mi avessero comunicato della sospensione degli esami u.u
    Che roba….In simili circostanze si è costretti a gioire perchè il boia opta per tagliarti la testa con un bel machete piuttosto che con un’accetta corrosa…

    E per finire…
    Tutt’ora sono tra i pochi che continuano imperterriti a sostenere che il greco è di gran lunga più facile del latino! Ero un asso!
    Peccato che dopo anni ed anni di totale abbandono si sia enormemente arrugginito, per non dire assopito del tutto :p
    Mentre,pensandoci, qualcosa di latino è rimasto….Paradossale la cosa…Non mi era mai venuto in mente di pensarci prima d’ora…

  3. Lucyette ha detto:

    Io non avrei festeggiato per niente, se avessero abolito l’Esame di Stato!
    Che figura ci fai, a presentare un curriculum con la scritta “diplomata al Liceo Classico quell’anno lì in cui hanno fatto l’amnistia e tolto l’esame, il voto decidetevelo voi che tanto non vale niente”?
    Dai, in fin dei conti anche per una questione di orgoglio personale… :P

    Per il Greco.. mah…
    Io sono di parte, perché di Greco abbiamo fatto soprattutto Letteratura, e di Latino ci siamo concentrati molto di più anche su un ripasso-mantenimento della grammatica. Di conseguenza, ora come ora ovviamente mi trovo meglio col Latino, perché per tradurre un testo greco mi ci vorrebbe davvero del bello e del buono…
    Alla fine del ginnasio, però… boh…
    Latino è più facile perché è più vicino all’Italiano, però è anche vero che le frasi greche hanno una struttura più facile da capire a prima vista.
    Chissà cosa avrei preferito, se anche al Liceo avessi avuto per entrambe le lingue lo stesso professore… :)

    Star… ma quello è ovvio, no? ;)
    Voglio dire, la legge di Murphy regola tutti gli esami di Stato dalla Riforma Gentile ad oggi! E’ empiricamente provato!
    Nel nostro caso, si era semplicemente manifestata in una variante della Seconda legge di Chisholm:
    Se le cose sembrano andar bene, c’è qualcosa di cui non stiamo tenendo conto.

    … appunto ;)

  4. utente anonimo ha detto:

    Ma che bello, ora anche la dedica??? *__________________*

    La seconda prova è andata bene, la prima più o meno, ma quel che mi spaventa è che non so niente di latino per l’orale XD XD

    … oltre al fatto che mi manca ancora l’ultimo scritto U.U

    Daniele

  5. Lucyette ha detto:

    Danieeeeeleeeee! *________*
    Il very very special guest star del momento!
    Coraggio! Tieni duro! Tifiamo tutti per te! :D

    [porta i pugni ai fianchi e guarda minacciosamente il resto dei lettori, che in gran parte ‘sto Daniele non sanno nemmeno chi sia] Su! Su! Non state lì a far niente! Tifate! è__é

  6. Lucyette ha detto:

    Devi leggere tutto il resto della saga, questa "serie" è andata avanti fino al 9 luglio… :-D

    Comunque, sì, ce l'hanno messo nella terza prova e anche all'orale, tanto per non farci mancar niente.

    Come scrivevo prima su FaceBook, per me è sempre un'emozione quando si avvicina la maturità. Me la ricordo con tantissima nostalgia e affetto, anche perché, mentre la preparavo e la sostenevo, ero perfettamente consapevole che quella sarebbe stata l'ultima cosa della mia "vecchia" vita…
    Poi sarei andata a Pavia, da sola, in una vita completamente nuova e adulta, lontano da casa, dalla famiglia, dagli amici, dalla mia città, da tutto quello che era stato la mia vita di prima
    Un bel giro di boa, insomma.
    Permettetemi il momento zuccheroso-nostalgico, ma mi ci voleva… e Agapetos mi ha fomentata con la sua domanda ;-)

  7. agapetos ha detto:

    Io ricordo l'esame con quello spleen che sempre accompagna i ricordi, ma fui ben felice di lasciare una scuola dove avevo una prof severissima di lettere le cui lezioni e interrogazioni ricordo ancora come un incubo, e che ha provocato in me una ripulsa per la letteratura che solo anni hanno lenito, e potere andare a studiare ciò che amavo e avevo in mente da almeno cinque anni, la mia amata FISICA!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...