calendariodellavvento2010

[11] Suggerimenti natalizi per Atei Coerenti

Credo di avervi già parlato, amici cari, del 13 dicembre: è la festa più bella di tutto l’anno, è quella che più di tutte prediligo, è quella che non mi stanco mai di festeggiare…
Come dite? Il mio onomastico?
Macché, quello è un “di più”! Io vi sto parlando – ovviamente – di CHRISTMAHANUKWANZAKAH!

Christmahanukwanzakah, come dicevo lo scorso anno, è la risposta USA al politically correct. Quel politically correct per cui bisogna togliere i presepi dalle scuole, bisogna addobbare le strade con decorazioni razionali e laiche, bisogna scambiarsi gli auguri di “Buone feste!” e mai e poi mai di un “Santo Natale!”… insomma, quella roba lì.
In Italia, ne siamo ancora relativamente indenni; ma pare che negli USA, dove sono addirittura riusciti ad inventarsi la festa invernale di Kwanzaa per offrire ai cittadini una alternativa laica (e afroamericana) alle feste di Natale… ecco: pare che, la situazione sia insostenibile.
Ed è così che, qualche anno fa, la compagnia di telefonia mobile USA denominata “Virgin Mobile” ha dato origine a una serie di spot pubblicitari che, parodiando il politically correct, esortano tutti a festeggiare gioiosamente il giorno di Christmahanukwanzakah (un ibrido miscuglio di Christmas + Hannukkah + Kwanzaa, per l’appunto). Una festa all-inclusive e senza obblighi contrattuali, come recita la pubblicità, che può andar bene proprio a tutti: atei, cristiani, musulmani, buddisti ed indecisi. Gli spot sono caustici, quindi sono stati criticatissimi da tutto il resto del pianeta ed amatissimi da me: si va dal bambino storpio del Canto di Natale che… inciampa e cade, essendo per l’appunto storpio, alle “categorie protette”, che vengono bonariamente rappresentate attingendo a tutti gli stereotipi del caso: il Babbo Natale Indu che vuole solo biscotti al curry; l’elfo gay di Babbo Natale che ha atteggiamenti, ehm… molto stereotipati; eccetera.

Lo spot, negli USA, è stato molto criticato: i cristiani più intransigenti non han colto l’ironia; gli imbranati più imbranati (categoria ahimé trasversale) si son sentiti punti sull’orgoglio.
Beh, insomma. Io, invece, approvo.
Sissì, come no: approvo molto l’idea di questa festa! Mi sembra anche giusto. Un ateo incattivito non può certo abbassarsi a festeggiar Natale, eppure ha pur sempre il suo diritto di darsi al consumismo. No?
Beh, sappiate che, sotto Nata Christmahanukwanzakah, la Virgin Mobile vende cellulari con offerte molto convenienti: insomma, approfittatene!

È sull’onda di queste riflessioni che ho deciso di pubblicare il post odierno.
Perché… sì, dai. Poveretti, gli atei anticlericali incarogniti e incattiviti.
Quelli che taroccano le foto del papa in gioventù per farlo sembrare un SS; quelli che urlano allo stato dittatoriale teocratico in suolo italiano; quelli che ce l’hanno con le luminarie di Natale perché influenzano i bambini… sì, insomma, dico a quelli.
Poverini.
Loro ci si mettono d’impegno, ma talvolta è difficoltoso festeggiare un Natale realmente laico, in mezzo a questa babele di cultura occidentale ingerenze vaticane.
È per questo motivo che vorrei pubblicare sul mio blog la seguente vignetta. L’ho tratta da un blog americano (e l’ho dovuta tagliuzzare un poco, oltre che tradurre, visto che se no non ci stava nel template). Non conosco il blog e onestamente non ho capito bene l’orientamento religioso del vignettista, ma pazienza, l’importante è il messaggio sottointeso.
E cioè, una serie di imperdibili consigli per un coerente, laico, razionale Natale ateo!

Vuoi proteggere i tuoi figli dalle ingerenze dei cattolici?
Vuoi dare uno schiaffo alla morale a quei perfidi cristiani?
Vuoi coerentemente addobbare la tua casa in modo che rispecchi la tua linea di pensiero?
Benissimo! Ho per te la soluzione.
 


Come dite?
Che però, così si perde tutta l’atmosfera del Natale?
Ed è anche un po
ridicolo?
Oh! Tu guarda.

19 thoughts on “[11] Suggerimenti natalizi per Atei Coerenti

  1. Simone, benvenuto su questo blog, e… buona domenica e buone imminenti feste a te! :-D

    Suibhne, il Darwin di pan di zenzero si potrebbe anche fare!
    Zucchero per la barba, una ciliegia candita per gli occhi… non sembra neanche difficile, voglio dire :-P

  2. Simone, benvenuto su questo blog, e… buona domenica e buone imminenti feste a te! :-D

    Suibhne, il Darwin di pan di zenzero si potrebbe anche fare!
    Zucchero per la barba, una ciliegia candita per gli occhi… non sembra neanche difficile, voglio dire :-P

  3. Il darwin di pan di zenzero è bellissimo!!
    E anche l'albero filogenetico!!

    Però ci sono un paio di cose che mi lasciano perplessa, nel senso che la teoria evoluzionistica è reale, ma forse l'ironia sta nel fatto che questi rappresentano "gli dei" degli atei ( nonostante la maglietta nietzschiana)
    ^_^

    Aerie

  4. Il darwin di pan di zenzero è bellissimo!!
    E anche l'albero filogenetico!!

    Però ci sono un paio di cose che mi lasciano perplessa, nel senso che la teoria evoluzionistica è reale, ma forse l'ironia sta nel fatto che questi rappresentano "gli dei" degli atei ( nonostante la maglietta nietzschiana)
    ^_^

    Aerie

  5. "Sei stato un bravo piccolo laico?" qualcuno però mi spieghi come si può essere "buoni" se non c'è concordanza su cosa è buono. Prima di fare una festa di questo genere, bisogna che si mettano d'accordo e diano una definizione di "bene" che duri. Almeno un anno, fino al prossimo Natale, di più è impossibile.

  6. "Sei stato un bravo piccolo laico?" qualcuno però mi spieghi come si può essere "buoni" se non c'è concordanza su cosa è buono. Prima di fare una festa di questo genere, bisogna che si mettano d'accordo e diano una definizione di "bene" che duri. Almeno un anno, fino al prossimo Natale, di più è impossibile.

  7. Aerie, è verissimo… sono un po' gli dei degli atei, che bella immagine! :-)
    Beh, però, più banalmente, credo che dipenda anche dal fatto che è una vignetta americana. Sai che negli Stati Uniti è molto acceso il dibattito evoluzionismo/creazionismo (molto più che qui, insomma). A me sembra che la teoria di Darwin sia plausibile, e che soprattutto non vada contro al fatto che Dio ha creato il mondo… ma in America, a quanto pare, molti cristiani (credo protestanti, soprattutto) hanno avuto di che ridire.
    In effetti, qui da noi non si avverte il problema :-)
    Comunque quella degli dei degli atei è bellissima!

    Ago86, ciao e benvenuto! :-)
    Forse puntano su una cosa  tipo "Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino", immagino. (Niente contro le dichiarazioni dei diritti umani, per carità, ma hai capito cosa voglio dire :-P).
    Però in effetti neanche quello basterebbe: la stessa identica cosa può essere mostruosa per qualcuno ed accettabile per un altro (tipo le petizioni per rimettere in libertà uno stupratore pedofilo che fugge alla cattura, solamente perché è famoso). In effetti è un bel problema, sai?!
    Suppongo che a guadagnarci sia solo il bambino: può sempre rispondere che la bontà è un concetto relativo, quindi lui è stato buono, e quindi ha diritto a una tonnellata di regali :-D

  8. Aerie, è verissimo… sono un po' gli dei degli atei, che bella immagine! :-)
    Beh, però, più banalmente, credo che dipenda anche dal fatto che è una vignetta americana. Sai che negli Stati Uniti è molto acceso il dibattito evoluzionismo/creazionismo (molto più che qui, insomma). A me sembra che la teoria di Darwin sia plausibile, e che soprattutto non vada contro al fatto che Dio ha creato il mondo… ma in America, a quanto pare, molti cristiani (credo protestanti, soprattutto) hanno avuto di che ridire.
    In effetti, qui da noi non si avverte il problema :-)
    Comunque quella degli dei degli atei è bellissima!

    Ago86, ciao e benvenuto! :-)
    Forse puntano su una cosa  tipo "Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino", immagino. (Niente contro le dichiarazioni dei diritti umani, per carità, ma hai capito cosa voglio dire :-P).
    Però in effetti neanche quello basterebbe: la stessa identica cosa può essere mostruosa per qualcuno ed accettabile per un altro (tipo le petizioni per rimettere in libertà uno stupratore pedofilo che fugge alla cattura, solamente perché è famoso). In effetti è un bel problema, sai?!
    Suppongo che a guadagnarci sia solo il bambino: può sempre rispondere che la bontà è un concetto relativo, quindi lui è stato buono, e quindi ha diritto a una tonnellata di regali :-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...