Alexei Trupp, il lacché (cattolico) dei Romanov che viene venerato come santo (dagli Ortodossi)

Il 23 maggio 1918, il dottor Vladimir Derevenko, specialista nel trattamento dell’emofilia, riceveva dai carcerieri dei Romanov il permesso di visitare Casa Ipatev, dove la famiglia imperiale era trattenuta in condizioni di rigidissima prigionia. Nel momento in cui, approssimandosi ormai la loro morte, i Romanov erano stati consegnati al soviet radicale di Ekaterinburg, era stato […]

Read More…

La canonizzazione della famiglia Romanov

Non è facile parlare della famiglia Romanov, e il fatto che io abbia riscritto quattro volte l’incipit di questo post lo dimostra bene. (Ok, dimostra anche che ho un drammatico bisogno di una vacanza). I Romanov sono chiaramente le vittime innocenti di un massacro così cruento da far venire i brividi, epperò in un certo […]

Read More…

La vera storia di Ceburaska, l’orsacchiotto comunista

Porca la miseria: il popolo voleva le arance. Ma può, un onesto dittatore, doversi affannare su problemi così banali? Stiamo parlando seriamente di arance? Io sono a capo dell’Unione Sovietica, e tu mi vieni a scocciare perché il popolo reclama le arance e ha letto articoli secondo cui le arance fanno tanto bene e teme […]

Read More…

Ded Moroz, il Babbo Natale dei dittatori

In origine, era il demone pagano Morozko, che si celava in mezzo ai boschi e uccideva senza pietà i viandanti, trasformandoli in statue di giacchio. Padrone del gelo e delle foreste e personificazione dell’Inverno, Morozko era un brutto ceffo che assassinava i malcapitati e rapiva i bambini non sufficientemente sorvegliati dai genitori. Se i genitori […]

Read More…

Per Lucia

A.A.A. Cercasi disperatamente cantautore disposto a dedicare a “Lucia” una canzone. Voi ci riderete, ma è un bel problema. Se c’è una categoria di persone verso le quali provo una straziante, profonda, imperitura invidia, sono le donne battezzate col nome “Elisa”. Tutte le volte che un pianoforte fa risuonare piano le note di Per Elisa, […]

Read More…