Il giorno di san Luca: quello in cui non farà poi male darsi alla follia

Nei secoli passati, questi momenti di Carnevale collettivo avevano probabilmente lo scopo di dare momentaneamente una valvola di sfogo a una popolazione che, per il resto dell’anno, viveva irregimentata in regole comportamentali severissime. E davvero si ha l’impressione che avessero questa funzione le licenziose feste popolari, all’inizio dell’autunno, si tenevano dal Nord al Sud dell’Europa…

Read More…

Della contessa morente e del buon selvaggio che riuscì a guarirla

È una storia così perfetta che la si potrebbe tranquillamente prendere per la sceneggiatura di un film di Hollywood. E in effetti già questo è un elemento che tendenzialmente basta a far suonare il campanello d’allarme nella testa dei ricercatori.
Però, quando una storiella ha una trama così bel riuscita vale la pena di raccontarla in ogni caso!

Read More…

Tam Lin e gli altri toyboy delle fate

A leggere i testi d’epoca, sembra un dato di fatto: nel Medioevo, le isole britanniche erano piene di fate lussuriose che non vedevano l’ora di poter sedurre un bel maschione.
“Ci sarà stata la coda”, penserete probabilmente: “chi è che non vuole andare a letto con una fata?”.

Beh, in realtà bisognerebbe fare una attenta valutazione sul rapporto rischi/benefici: concedersi a una fata poteva essere piacevole e conveniente… ma era una attività non scevra di controindicazioni.

Read More…

Attenzione! Arrivano i giorni canicolari!

Ebenezer Scrooge aveva un cuore così freddo che trasudava gelo ovunque egli andasse: “la sua bassa temperatura se la portava sempre addosso”, scrive Dickens, “al punto che l’ufficio diventava gelido al suo ingresso persino nei giorni canicolari”.
Una abilità notevole, non v’è dubbio. Una abilità di cui però, col passar dei secoli, s’è persa la portata: sì, perché (si potrebbe chiedere il lettore moderno) in effetti che caspita è un giorno canicolare?

Read More…

Vademecum della perfetta dama di compagnia

Tendiamo ad avere una idea un po’ distorta di quello che davvero era una dama di compagnia del passato. La nostra mentalità ci porta a immaginarla come una specie di domestica d’alto rango: eppure sbagliamo, nel ridurre il suo ruolo a quello di cameriera privata per nobildonne. La dama di compagnia era molto di più!

Read More…