Quella di infermiere? Nacque, letteralmente, come una vocazione

Non erano religiosi, ma non potevano sposarsi.
Pregavano il giusto, ma era principalmente attraverso il lavoro che speravano di guadagnarsi la Salvezza.
Lavoravano gratuitamente nella maggior parte dei casi; in alcuni casi, erano lieti di pagare per poter lavorare gratis.

Chi sono ‘sti pazzi?
Sono i primi infermieri della Storia!

Read More…

Quante epidemie influenzali ci sono state nella Storia?

Nel 1580, la curavano con zucchero candito.
Nel 1830, la derubricarono a “malattia da poco conto, non è mica il colera” e se ne pentirono amaramente.
Nel 1888, scoprirono da che cosa era causata, col piccolo problema che la scoperta era sbagliata.

La Storia dell’influenza è ricca di sorprese!

Read More…

In tempo di epidemia, tu mostra le caviglie!

O tempora, o mores! Tra le tante paure, più o meno razionali, che ci paralizzano in questi giorni, non siamo ancora riusciti a farcene venire una che invece atterriva le generazioni prima di noi.

E cioè, la paura dei vestiti infetti che diffondono l’epidemia.

Read More…

Un vescovo nega la Comunione per paura dell’epidemia!! (Ed è in corso la sua causa di beatificazione)

“Ommioddio, non c’è più religione, questa Chiesa va a scatafascio! I santi preti di una volta si stanno rivoltando nella tomba!! E questi nostri pavidi vescovi terrorizzati dal contagio ci negano il diritto di ricevere l’Eucarestia proprio quando ne avremmo più bisogno!!1!!1!”

È possibile (ma non troppo probabile) che qualcuno l’abbia detto per davvero, quando il provvedimento entrò in vigore nel 1854. 
L’epidemia in questione era quella di colera e il provvedimento recava la firma dal venerabile Angelo Ramazzotti, vescovo di Pavia, per il quale è attualmente in corso la causa di beatificazione.

Cattolico indinniato che te la prendi con la CEI: stacce. 

Read More…

C’è vita, nei fiori di ghiaccio?

Avete presente il modo in cui si forma il ghiaccio?
Chi ha avuto la fortuna di assistere a questo spettacolo, difficilmente lo dimentica. È tutto un serpeggiare di cristalli che crescono, si allungano, si protendono, si toccano. È un qualcosa di magico e di emozionante: il ghiaccio sembra vivo.

Read More…