Trotaconventos, Celestina, Auberée: il potere inquietante di una mezzana

Passando in rassegna le varie figure di mezzane della tradizione medievale, il filologo Charmaine Lee le definisce “personaggi che fanno un po’ paura”, “donne molto furbe e piene di risorse”, capaci di fare “un uso intelligente della parola per persuadere le vittime ad agire in modo contrario alla loro volontà, per convincerle che il falso è vero e il vero è falso”.

Read More…

Il “Libro di buon amore”: manuale infallibile per sedurre una dama (… o forse no)

“Molti leggono il mio libro e l’hanno in possesso, ma non sanno quel che leggono né lo riescono a capire” commentava nel 1330 l’arciprete Juan Ruiz componendo il suo “Libro di buon amore”, un vero e proprio manuale per seduttori medievali.

“Tu capirai una cosa”, promette l’autore, “ma il libro ne dice un’altra”.
E noi riusciremo a capire correttamente il messaggio?

Read More…

Lorica Patricii: la preghiera che trasformò in cervo san Patrizio

In un passaggio della Vita di San Patrizio scritta nel VII secolo dal monaco Muirchu, il santo che diventerà evangelizzatore dell’Irlanda si trova in serio pericolo di vita. Dopo essere entrato in conflitto con Loiguire, re pagano di quelle terre, Patrizio ha una premonizione su un grave pericolo che sta per abbattersi su di lui e sui suoi discepoli: Loiguire ha ordinato ai suoi sgherri di tendere un agguato al vescovo cristiano e ai fedeli che lo accompagnano.

Read More…

A Pentecoste, pane e formaggio!

A Roma, nella domenica di Pentecoste, una profumatissima cascata di petali di rosa scende lieve sul capo dei fedeli che sono convenuti per l’occasione all’interno della chiesa del Pantheon.
In Inghilterra, nel villaggio di St. Briavel nei Cotswolds, la straordinarietà del dì di festa è sottolineata da una cerimonia di tutt’altro tenore. Ché, ad abbattersi sulla crapa dei fedeli nella domenica di Pentecoste, non sono lingue di fuoco, né tantomeno una pioggia di delicatissime rose… bensì, una gragnuola di pane e formaggio.

Read More…

Kalenda Maya: cantare l’amore, nel Medioevo

Com’erano le canzoni d’amore nel Medioevo? Cosa avrebbe potuto aspettarsi un giovanotto che, per corteggiare la sua bella, l’avesse invitata ad andare a ballare in quel localino di cui parlano tutti?

Kalenda Maya di Raimbaut de Vaquerais è la risposta perfetta alle domande di cui sopra.

Read More…