Il silenzio delle Tenebre

Pochi giorni dopo il matrimonio, mio marito ha portato a casa un grazioso orologio a cucù. Mi ha stupita: non ricordavo di avergli mai parlato della mia passione per i cucù, e di come, da tempo, desiderassi comprarne uno (ma, fra una cosa e l’altra, non ero mai passata “all’azione”). Eppure, tant’è. Oggi, il cucù […]

Read More…

Il mio Albero di Pasqua

Era da anni che aspettavo il momento giusto per realizzare questo mio progetto, che era stato ripetutamente accantonato da Quaresima in Quaresima perché “mannò, cosa vai a riempirti di pendagli strani la tua piccola casetta pavese da studentessa fuorisede”, “mannò, cosa vai a far cose strane in questa prima Quaresima torinese in cui stai letteralmente […]

Read More…

Buona Pasqua, Blajini!

E poi, risorse. L’annuncio portato dagli angeli risuonò di bocca in bocca: la voce corse per le vie di Gerusalemme, le lacrime inumidirono gli occhi di chi lo aveva amato, l’Alleluja risuonò nel cenacolo e nelle chiese, e le campane furono slegate e risuonarono finalmente a festa, nella notte più gioiosa di cui la Storia […]

Read More…

Rosso come il sangue

E il ferro del chiodo penetrò la Sua carne, squarciandola: e Dio gridò di un grido doloroso e rauco, mentre le Sue lacrime si mescolavano al sudore. E il sangue cominciò a sgorgare dal Suo corpo perfetto e onnipotente: e una chiazza rossa cominciò a allargarsi sotto il legno della croce; e la terra si […]

Read More…

Un tesoro, nel campo

Tornate a casa, dopo la Veglia di Pasqua: e l’entusiasmo è così palpabile nell’aria (ma anche nel vostro corpo: è questo il bello!!) che vi vien proprio voglia di ridere, e di festeggiare. Se frequentate la mia parrocchia, magari avete preso parte al “buffet” che si tiene dopo la Messa, e il parroco vi ha […]

Read More…

Bacetti, a Pasqua

C’era una volta l’Hocktide Festival. I libri di Storia, pacatamente, ti spiegano che serviva a ricordare il massacro dei Danesi, che nel 1002 erano stati scacciati dall’Inghilterra liberando infine la bella Albione. Sembrerà poco carino organizzare un festival per ricordare un massacro (… ma del resto, non facciamo altrettanto, noi moderni?). Ma tant’è. L’Hocktide Festival […]

Read More…

Le bambole… pasquali

“Sì, vabbeh. Ma un post un po’ meno demenziale di queste castronerie, non riesci proprio a scriverlo?”. Leggo l’impietoso commento, qui, sul mio blog, con tanto di nickname e tutto, e piombo nella disperazione. Provo a difendermi: “ma il mio blog è un blog leggero, è nato con lo scopo di strappare un sorriso a […]

Read More…

Gli auguri di Pasqua

Ragazzi! Qui ci siamo persi in chiacchiere, ma nel frattempo abbiamo abbondantemente oltrepassato la prima metà della Quaresima! Pasqua si avvicina a grandi passi, e ormai è opportuno dare il via ai preparativi: avete già pensato cosa mangiare, al ritorno dalla veglia? Sapete già come addobbare la tavola, decorar la casa, far vivere la festa? […]

Read More…

L’uovo di Pasqua

Maria Maddalena correva. Correva a perdifiato, per le strade di Gerusalemme: correva tenendo sollevato l’orlo della tunica, mentre il vento le scompigliava i capelli e il velo. L’aria fredda della prima mattina le bruciava i polmoni, e le strade dissestate facevano sanguinare i suoi piedi nudi: ma lei correva, senza rallentare il passo, cacciando indietro […]

Read More…

Le mie campane, tornate da Roma

Nei giorni che precedono la Pasqua, le campane, nelle chiese, smettono di suonare. “Sono legate”: così si dice in termini tecnici, per indicare il silenzio che scandisce le ore del Venerdì Santo. Le campane suoneranno per l’ultima volta nella Messa del giovedì sera, e poi taceranno fino alla Veglia Pasquale: e saranno i loro rintocchi, […]

Read More…