Il silenzio delle Tenebre

“Era forte il contrasto tra il suono squillante e nobile dalle campane e il suono dimesso e vile del legno”, scrive un antropologo commentando il silenzio del Venerdì Santo e l’interpretazione datagli dal folklore popolare. “Gli spiriti demoniaci non erano più respinti dal suono delle campane o dal tintinnìo delle campanelle d’altare; dunque, gli inferi erano sulla terra – e, assieme a loro, anche il suono roco e crudele delle raganelle e dei battagli”.

Read More…

Il mio Albero di Pasqua

Era da anni che aspettavo il momento giusto per realizzare questo mio progetto, che era stato ripetutamente accantonato da Quaresima in Quaresima perché “mannò, cosa vai a riempirti di pendagli strani la tua piccola casetta pavese da studentessa fuorisede”, “mannò, cosa vai a far cose strane in questa prima Quaresima torinese in cui stai letteralmente […]

Read More…

*Non* dirò che sono tornata

Sto per arrivare a quello stadio della guarigione in cui comincio a sentirmi meglio e ad angosciarmi per il futuro. Non è che sono scema, oh. È che ho capito l’andazzo. È all’incirca da due mesi che la mia vita si sviluppa secondo il seguente schema: mi ammalo, sopporto ingenti quantità di dolore fisico, trascorro […]

Read More…

OHIO: Cristo risorge, ma qualcosa va storto

Ché poi, avrebbe dovuto essere una cosa spirituale, eh. ‘na roba seria. Una specie di sacra rappresentazione di memoria medievale, con tanto di melodia e sepolcro vuoto e centurione addormentato e Resurrezione di Gesù Cristo; tutta roba seria, con tanto pathos, in modo da far “rivivere” gli eventi anche ai fedeli riuniti in sala. A […]

Read More…

La colomba di Pasqua? È nata a Pavia (o così dicono i Pavesi)

La città era distrutta. Sfiancata. Allo stremo delle forze. I cittadini, per le strade, camminavano strascicando i passi senza sapere dove andare. I bambini, macilenti, piangevano per la fame; le madri, troppo magre, non riuscivano più a dar loro il latte. La città, un tempo opulenta, non aveva più le forze per andare avanti. Le […]

Read More…

Le mie campane, tornate da Roma

Nei giorni che precedono la Pasqua, le campane, nelle chiese, smettono di suonare. “Sono legate”: così si dice in termini tecnici, per indicare il silenzio che scandisce le ore del Venerdì Santo. Le campane suoneranno per l’ultima volta nella Messa del giovedì sera, e poi taceranno fino alla Veglia Pasquale: e saranno i loro rintocchi, […]

Read More…

La Pasqua di Vrontados

Ossantocielo. Dove se ne sta andando, questo tizio in divisa militare? E cosa trasporta? Opperlamiseria. Cosa stanno caricando, questi tizi dall’aria poco raccomandabile? RAZZI! Ommisericordia, stanno preparando dei razzi! Sono terroristi!! Stanno per attaccare!! Fanno fuoco!!! La città è sotto attacco! Ma cosa vogliono, cosa stanno cercando di colpire? Ommisericordia! Stanno bombardando una chiesa!!! No, […]

Read More…