Imbattibile

TTTRRRRR!!!
Il cellulare lampeggia: m’è arrivato un sms. Non è un numero che ho in rubrica, noto a una prima occhiata: boh, chissà chi è? Leggiamo il messaggino.

Ciao! Sono Greta! Questo è il mio numero di telefono: allora ci vediamo martedì! Buon week-end!

Aggrotto le sopracciglia.
Greta è una ragazza che viene all’Università con me; la conosco vagamente, abbiamo fatto alcuni corsi assieme. Non mi ricordo di averle mai dato il mio numero di telefono, ma non mi stupisce che l’abbia ricevuto da qualche comune conoscenza: il problema, più che altro, è il “ci vediamo martedì”. Martedì, non dovrei nemmeno uscir di casa: perché Greta vuole incontrarmi? Meglio approfondire.

Ciao, Greta! Tutto bene? Scusami, ma dov’è che ci dovremmo vedere, martedì? Temo di essermi persa un pezzo… Buona domenica a te!

Passa mezzo minuto. Greta mi risponde.

Boh… vieni ad aspettarmi in stazione? Ti va bene? Ciao!

Si accresce in me la vaga impressione di essermi persa un pezzo di questa storia.

Ehm… va bene, ti aspetto in stazione, ma poi dove dobbiamo andare? Scusa la domanda stupida, ma veramente temo di essermi dimenticata…

Ossignorechevergogna: prossima volta che qualcuno mi dice qualcosa, come prima cosa in assoluto me la segno sull’agenda…

Ma sei rimba? Andiamo in Uni: dove, se no? A parlare col prof, non ti ricordi?

Avrei una gran voglia di sotterrarmi.

Occielo, scusami, ho un vuoto assoluto… che prof? Per fare cosa? Ho bisogno di una cura al fosforo!!

Greta tace (probabilmente mi sta mandando a quel paese). Poi torna a scrivere, e già mi immagino la sua risata incredula:

Ahahahahaha!! Catalano, per la tesi… ti dice niente? ;-P

Sgrano gli occhi. In effetti, no: non mi dice proprio niente…

Catalano? E chi è? Io non do la tesi con lui, non so nemmeno chi sia…

Silenzio. Attesa.

Ma piantala! :-P Scappo, c’è Enzo che mi aspetta: a martedì!

Fisso il display del cellulare, a lungo, un po’ interdetta. Alla fine, decido di ribattere:

Ma io non sto scherzando: veramente non so chi sia quest’uomo. Se ti fa piacere, martedì possiamo vederci comunque, ma io non devo andare a parlare con nessun professore…

Passano trenta secondi.

Scusa, ma tu sei Valentina Rossi, sì?

Glom…

Greta è una studentessa: abita nei pressi di Roma; studia alla Sapienza; sta lavorando alla sua tesi di laurea.
Valentina è un’altra studentessa: studia alla Sapienza, conosce Greta… e ha un numero di cellulare molto, molto, molto simile al mio…

(Lucyette, invece, è l’unica cretina sulla faccia del pianeta che può andare avanti mezz’ora a mandare sms a una perfetta sconosciuta, senza accorgersi che c’è qualcosa che non torna…)

12 pensieri riguardo “Imbattibile

  1. Dai capita a tutti.. beh non proprio a tutti… però doveva venirti il sospetto già al secondo sms… se non ti ricordavi della stazione sicuramente c'era qualcosa di anomalo :o)Un sorriso :)

  2. Ma in realtà la "mia" Greta è una pendolare, non abita a Pavia…… quindi in effetti ci stava pure, che mi chiedesse di aspettarla in stazione, tanto per darmi un punto di riferimento… :-P

  3. Flalia: ahahahahah, non avevo proprio fatto il collegamento con il tuo post recente! :-DHai ragione!!E dire che, adesso, le rubriche dei telefoni ci semplificano un bel po' la vita: immagino che, fino a qualche anno fa, sbagliare numero di telefono fosse una cosa abbastanza facile…Chiara: onestamente?No, onestamente pensavo di essere io quella svampita: ho cominciato a intuire qualcosa quando ha tirato fuori la storia della tesi, ma ormai ci eravamo scambiate così tanti sms che mi sembrava veramente assurdo, pensare che fosse la Greta sbagliata… :-P

  4. Ahahaha! Come mio padre, alle sette di una domenica mattina… Suona il telefono… assonnato risponde, anche un po' preoccupato vista l'ora…"Pronto" Dall'altra parte in puro dialetto (io parafraserò per i non piacentini):"Ehilà, ciao Giuan, allora, come va?""No guardi, si è sbagliato, non sono Giovanni""Ma va, Giuan, non fare lo scemo!""Ma no io non sono Giovanni""Dai, sempre voglia di scherzare Giuan"Mio padre inizia ad essere un po' alterato… O_o"E va bene! Allora sarò Giovanni""Ah ma… tu… non sei Giuan?""No che non sono Giovanni!""Ah…"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...