Buone maniere, garbo ed etichetta? La scelta vincente – specie per un cristiano

In un mondo in cui la violenza, lo scandalo e l’oscenità sembrano esser diventati elementi imprescindibili per un prodotto di successo, scalda il cuore vedere come abbia potuto sbancare al botteghino una serie tv in cui non volano botte, non si vede un singolo nudo nell’arco di sei stagioni e la trama si sviluppa con quella stessa garbata compostezza che, da copione, regola le vite dei protagonisti.

Non mi sorprende, dunque, notare come “Downton Abbey” abbia ispirato numerose riflessioni ai blogger che scrivono di religione.

Read More…

Perché i cristiani non sono tutti ambientalisti?

Quanti cattolici conoscete, che siano anche degli ambientalisti? Ma ambientalisti seri, dico: di quelli che realmente si interessano (e magari parlano) di ecologia.
Non so voi, ma io personalmente ne conosco tre. Per contro, sembra che molti credenti abbiano derubricato l’interesse per l’ambiente a una fissazione per fricchettoni e new age.

Eppure, il primo comandamento che Dio ci ha dato è quello di custodire il creato. Nel suo “The Paradise of God”, Norman Wirzba, analizza le ragioni che secondo lui hanno determinato la crescente indifferenza dei credenti riguardo ai temi ambientali.

Read More…

Cinque abitudini di preghiera perfette da portare in vacanza

Pare che, in vacanza, la gente tenda a pregare di meno, complice le mille distrazioni e la routine che viene stravolta.
Può, effettivamente, non essere facile recitare i Vespri dal mezzo della spiaggia. Ma, allora, perché non ricorrere a qualche spunto di preghiera alternativo, ottimo secondo me da usare quando si è in viaggio?

Read More…

Il pesce-vescovo comanda: “pregate per i marinai!”

Il primo a parlarne è lo zoologo francese Guillaume Rondelet, che pubblica nel 1544 il suo De piscibus marinis, in quibus verae piscium effigies expressae sunt.

Come dire: di fronte a un pesce con la mitria non sarei così sicura che si possa parlare di vere effigi… ma sono profondamente grata al Rondelet per aver dato il via a questa leggenda. 

Read More…

In che senso, un vestito può dirsi “sostenibile”?

Va bene che adesso l’ambientalismo è (finalmente!) di moda, ma va meno bene che passi il messaggio che “il problema della fashion industry è che inquina”, ma che “se ti compri il mio vestito di tessuto riciclato, allora sei una consumatrice accorta con la coscienza a posto”.

Un vestito veramente sostenibile è molto, molto più di un vestito “che non inquina”.

Read More…

Chi sono le suore di “Ti spedisco in convento”?

Qualche giorno fa, il canale TV Real Time ha annunciato la messa in onda di un programma che – come dire? – non poteva non affascinarmi.  Cinque ragazze “tutte selfie, sesso e discoteche” vengono catapultate all’interno di un convento, per cambiare vita.
Incredibile ma vero: è tutto vero! E vi dirò di più: il convento in questione è un convento cattolico.

Read More…