L’identikit di una strega

Lo si sa: nevvero? Storicamente, chi veniva processato per stregoneria era sempre una donna, sempre proveniente dalle classi popolari, sempre nubile (e forse proprio per questo infamata da chi, desiderandola, non riusciva a conquistarla) e sempre vittima di maldicenze senza fondamento alcuno.
…ehm, in realtà non proprio!

Read More…

Ma Satana può innamorarsi?

Tant’è. Se qualcuno decidesse di farmi gli auguri di San Valentino mandandomi un biglietto di questo genere, io sarei quantomeno molto perplessa… ma evidentemente il mondo non la pensa come me: dalle mie parti, le vetrine sono piene di diavoletti di peluche abbracciati a grossi cuori color porpora. A questo punto potrei far partire un […]

Read More…

Il campanile

Lo straniero era bellissimo, elegantissimo, ricchissimo. Arrivava dalla città, senz’altro, e trasudava raffinatezza da ogni suo singolo sguardo e movimento. Chissà cos’era, ad averlo portato in quella chiesetta alpina. Chissà come mai, aspettava pazientemente davanti alla porta della sacrestia, elegantemente appoggiato al suo bastone da passeggio. Il sacerdote uscì. Lo straniero gli sorrise. “Reverendo, buona […]

Read More…

La Giovinetta di Frossasco. Ovverosia: traumi infantili

Se c’è una domanda insistente che mi pongo riguardo la mia infanzia, è senz’altro questa: perché i servizi sociali non mi hanno mai sottratta ai miei parenti? Me lo chiedo spesso, e mi do anche una risposta: i servizi sociali erano mia mamma (assistente sociale ora in pensione, per l’appunto), che evidentemente ha corrotto i […]

Read More…