Buona Pasqua, Blajini!

E poi, risorse. L’annuncio portato dagli angeli risuonò di bocca in bocca: la voce corse per le vie di Gerusalemme, le lacrime inumidirono gli occhi di chi lo aveva amato, l’Alleluja risuonò nel cenacolo e nelle chiese, e le campane furono slegate e risuonarono finalmente a festa, nella notte più gioiosa di cui la Storia […]

Read More…

Rosso come il sangue

E il ferro del chiodo penetrò la Sua carne, squarciandola: e Dio gridò di un grido doloroso e rauco, mentre le Sue lacrime si mescolavano al sudore. E il sangue cominciò a sgorgare dal Suo corpo perfetto e onnipotente: e una chiazza rossa cominciò a allargarsi sotto il legno della croce; e la terra si […]

Read More…

L’uovo di cioccolato

“Ma è nato prima l’uovo, o il cioccolato?”. Parafrasando il vecchio adagio, ci si potrebbe anche porre questa domanda, pensando all’uovo di cioccolato che viene scartato tradizionalmente a Pasqua. Beh. È arrivato prima l’uovo, evidentemente. Da tempo immemore, le uova di gallina venivano fatte bollire, decorate di rosso o con colori variopinti, consumate la domenica […]

Read More…

Pasqua 1885

Maria sollevò il coperchio, con un sorriso trattenuto che non riusciva però a nascondere la sua impazienza. E allora, il suo volto si illuminò di gioia e di sorpresa, mentre lei contemplava il piccolo ovetto candido che stava nella scatola, adagiato nel velluto. “Un uovo di Pasqua! Grazie!!”. Il marito scosse il capo, con quel […]

Read More…

[Pillole di Storia] Dear Mr. President…

Iniziava proprio con queste parole, in tono quasi confidenziale, una breve lettera destinata a Harry Truman, trentatreesimo presidente degli Stati Uniti d’America. Correva l’anno 1948 – era il 7 gennaio, per la precisione – e interi Paesi distrutti dalla guerra stavano timidamente provando a risollevare il capo, e a ricostruire il loro futuro facendosi spazio […]

Read More…

E io ti sequestro l’ovetto!

Era cominciato tutto in sordina, quasi svogliatamente, alla frontiera fra Stati Uniti e Canada: gli ufficiali bloccano un’automobile, si avvicinano; spiegano alla conducente che la tratterranno solamente pochi istanti, per ispezionare il bagagliaio dell’autovettura in un controllo di routine. E la signora Linda Bird, in quel frangente, si era limitata a dare un’occhiata all’orologio. “D’accordo”, […]

Read More…

Una Pasqua quotidiana

Aaaahh, l’ovetto Kinder. Penso che ci siamo passati tutti quanti, a un certo punto della nostra infanzia: il papà tornava a casa dal lavoro, e sulla strada del ritorno si fermava dal tabaccaio, per comprarsi un pacco di sigarette o qualcos’altro che gli serviva. E allora, mentre era in coda, la sua attenzione veniva catturata […]

Read More…

Un tesoro, nel campo

Tornate a casa, dopo la Veglia di Pasqua: e l’entusiasmo è così palpabile nell’aria (ma anche nel vostro corpo: è questo il bello!!) che vi vien proprio voglia di ridere, e di festeggiare. Se frequentate la mia parrocchia, magari avete preso parte al “buffet” che si tiene dopo la Messa, e il parroco vi ha […]

Read More…

…e l’amore, in un uovo

L’ho già detto, che gli Hutzul devono avere un rapporto alquanto intenso, con ‘sta faccenda di decorar le uova? Ecco, appunto: mi ripeto. Per concludere il capitolo “uova di Pasqua” (poi, si passa ad altro) vi lascio con questa ultima chicca decorativo-pasquale-ucraina. L’uovo di Pasqua da regalare al proprio fidanzato. Pare che, in Ucraina, la […]

Read More…

La vita, in un uovo

Mi avete detto che siete curiosi di provare le prime ricette; e allora, comincerò prestissimo a consigliare qualche ricetta. Oggi, però, mi dedico ancora a un tema non strettamente gastronomico. O meglio: vi parlo di come decorare il cibo. E, nello specifico, vi spiego come bisogna fare per decorare correttamente l’ovo pasquale. Gli Hutzul (sì, […]

Read More…