Il Purgatorio di San Patrizio

San Patrizio si lasciò cadere in ginocchio e scoppiò a piangere. Singhiozzò lacrime di frustrazione e di avvilimento e pianse per dieci minuti abbondanti, inginocchiato a capo chino, davanti al crocifisso, nel buio della sua cella. “Io non riesco a farglielo a capire, Signore. Io ci provo, io mi impegno, ma loro non mi capiscono”. […]

Read More…

Il vescovo Ketingern e Lailoken il pazzo

C’era un umanoide nudo che correva fra i cespugli. Sì: c’era decisamente un umanoide nudo che correva fra i cespugli, berciando ad alto volume. San Ketingern fece uno sforzo eroico per concentrarsi sulla preghiera, ma capì presto che non era cosa… anche perché i diaconi e gli accoliti stavano ridacchiando come cretini; e come dargli […]

Read More…

L’agiografia di San Nectan

“Oh, no!”. San Nectan lanciò uno sguardo spaurito al suo angelo custode; e c’erano smarrimento e costernazione, in quello sguardo. “La Guendalina!”. L’angelo custode si mordicchiò le labbra, guardando verso il basso. “La Guendalina!”, ripeté San Nectan. “Me l’hanno rubata!”. L’angelo custode fissò con molto interesse la punta delle piume della sua ala destra. Tossicchiò. […]

Read More…

[Ma che sant’uomo!] Sara – la – Kali

Mentre Maria di Magdala veleggiava serena verso l’infinito e oltre, custodendo nel suo grembo un piccolo fagotto in cui era avvolto il Sacro Graal, sua sorella Marta le lanciava occhiate inquiete, seduta accanto a lei sul ponte della nave. “Non lo so, Maria… tu sei proprio convinta che sia la scelta giusta?”. “Ma certo che […]

Read More…

[Pillole di Storia] La donazione di Costantino

Correva l’anno 315, a dar retta alla leggenda. Costantino, tutto contento, avendo appena festeggiato la sua vittoria su sui suoi nemici, era andato a letto una sera con un sorrisone a trentadue denti… e s’era risvegliato la mattina dopo con uno strano senso di malessere. Presente, cosa intendo? Come quando stai covando una malattia. Ora, […]

Read More…

Quei buffi mattacchioni dei Santi cefalofori

Arieccomi tornata, dopo una lunga pausa causa influenza. Peraltro, vorrei che fosse messo agli atti: io mi ero portata avanti con i post in modo tale da essere “coperta” anche in caso di contrattempi; ma, verso la fine di Carnevale, non immaginavo di star andando incontro a un mese in cui, a conti fatti, ci […]

Read More…

Il più potente di tutti i re

C’era una volta, tanto tempo fa, un altissimo gigante.
Ahò. C’abbiamo agiografie dove ci son cavalieri che ammazzano draghi, vuoi che non ci sia anche un’agiografia che ha protagonista un gigante? Peraltro questo gigante era pure un brav’uomo, tant’è vero che è diventato Santo.

Read More…

I Sette Dormienti, trecento anni dopo

Cosa c’entrano i Sette Dormienti con la serie di post “a tema” che anche quest’anno avrei intenzione di proporvi lungo la Quaresima? Oh, c’entrano. A loro modo, c’entrano un sacco. C’entrano eccome, e vi spiego anche come mai: il fatto è che, a un certo punto, i Sette Dormienti si svegliarono. Su questa parte della […]

Read More…

La leggenda dei Sette Dormienti

Sul finire dell’Impero Romano, quando i popoli barbarici stavano cominciando a imporsi nel panorama geo-politico come potenza non indifferente, regnava sugli Unni un monarca di nome Floro. Costui aveva sposato la bella Brichilde, figlia del re dei Sassoni, e da lei aveva avuto tre figli. Il maggiore si chiamava Floro, in onore di suo padre; […]

Read More…

Hot Cross Bun

Venticinque anni prima “Dai, Gesù! Mettiti le scarpe, in fretta: dobbiamo andare al forno!”. Il bimbo, che se ne stava accucciato in un angolino della stanza giocando con i trucioli di legno che si ammassavano ai piedi del tornio, sollevò la testa, velocemente. Ubbidiente, si mise in piedi e trotterellò verso la mamma. “Al forno?”. […]

Read More…