Pillole di Storia

[Pillole di Storia] “È atroce, ma le donne sopportano questo e altro”. (Cit).

Ragazze.
Non so per voi, ma per me è stato un trauma. La mia prima volta me la ricordo ancora adesso con orrore: la ceretta era troppo calda, per poco non mi ustionava le gambe, strapparla via faceva (ovviamente) male, e io non capivo il senso di quell’inutile dolore. (Stavo tanto bene coi miei peli, voglio dire…). A un certo punto mi ero ritrovata con gli occhi lucidi e le gambe depilate per metà, una cosa inguardabile; e insomma, la mia prima ceretta me la ricordo ancora adesso.
Dopo quella volta, ho scoperto che forse forse la ceretta a caldo fatta in casa non è quello che fa per me, e mi sono adattata, dopo un tot. di esperimenti, alla tecnica depilatoria che più fa al caso mio…
Perché il problema è sempre quello, secondo me. Posto che ormai non c’è nessuna speranza di poter andare in giro ricoperte di peli senza esser prese per sciattone, l’unica soluzione è scoprire la tecnica miglio meno peggiore. Crema depilatoria, rasoio, ceretta dall’estetistica, epilatore: ce n’è per tutti i gusti. O quasi.
E io, (forte del fatto che siamo in pieno agosto, e che ad agosto si parla sempre di argomenti frivoli), mi lancio in un post per donne.
Ovverosia: avete provato di tutto, e ancora non riuscite a trovare la tecnica depilatoria che fa per voi?
Ma niente paura, mie care signore: ecco la vostra Lucyette, che accorre in vostro aiuto.
Se non vi trovate a vostro agio con le tecniche utilizzate oggi, potete sempre scegliere di attuare una delle tecniche depilatorie utilizzate nel passato.
Insomma, si parla tanto di “saggezza dei padri”… perché non metterla a frutto? Anche in questo campo?

Sì, insomma.
Come si depilavano le donne, prima del Silkepil?

***

CALCE VIVA. Semplice ed intuitivo: prendi la calce viva, e te la versi addosso.
Usato da: la regina di Saba.
Vantaggi: è sicuramente efficace!
Svantaggi: magari ti si scioglie la gamba; però, i peli vanno via!

SCHIAVISMO CONIUGALE. Prendi il marito, gli metti in mano una pinzetta per sopracciglia, e poi lo costringi a strapparti tutti i peli del corpo. Ad uno ad uno.
Usato da: le cortigiane dell’Antica Roma, che si erano addirittura dotate di uno schiavo apposito: l’alipilarius. Più specificamente, l’alipililarius era quello che depilava, pelo per pelo, la delicata zona pubica, su cui evidentemente non era il caso di versare calce viva. Per il resto del corpo, le cortigiane si arrangiavano da sé.
Vantaggi: beh, non devi far niente…
Svantaggi: se ci provi con tuo marito, è probabile che lui chieda il divorzio seduta stante. E secondo me ha ragione.

SANGUE DI TARTARUGA. Mescolato a vermi spiaccicati e a grasso d’ippopotamo, è una crema depilatoria senza pari.
Così dicono.
Boh.
Usato da: le Antiche Egizie, come si evince dal Papiro Ebers (circa 1500 a.C.)
Vantaggi: aehm…?
Controindicazioni: temo che gli ippopotami siano specie protetta, oggigiorno. Umpf.

AUTOCOMBUSTIONE. Prendi una candela, la accendi, la avvicini alla gamba, e ci bruci il pelo.
Usato da: le donne dell’Antica Grecia.
Vantaggi: le candele si trovano al supermercato; il grasso di ippopotamo no.
Controindicazioni: qualche lieve principio di ustione, ma che vuoi che sia?!

FURTO DI RASOIO. Nel senso che rubi quello del fratello / sposo / padre / figlio.
Usato da: centinaia di donne in tutto il mondo, (me compresa, in caso d’emergenza), fino al 1940, anno in cui la Remintong sconvolse l’opinione pubblica immettendo sul mercato il primo rasoio elettrico disegnato espressamente per signore. Fece un bel po’ di scalpore, all’epoca. Valeva la pena di menzionar la data.
Vantaggi: beh… non vedo perché no!
Svantaggi: i rasoi da uomo sono brutti; i rasoi da donna sono bellissimi. Io ne ho una intera serie color pastello. Rosa, azzurro, e verde acqua.

SCAGLIE DI PESCECANE. Sfregata sulle gambe, la pelle di pescecane essiccata ha un effetto cartavetro: sminuzza i peli.
Usato da: le geishe giapponesi, fino a qualche tempo fa.
Vantaggi: dovrebbe essere relativamente indolore.
Svantaggi: alla fine dell’operazione, avrai ascelle perfettamente depilate che però puzzano di pesce morto.

ARSENICO. Non nel senso che, arrivata a questo punto, ti vien voglia di farla finita: proprio nel senso che ti prepari una pappetta d’arsenico e poi te la spalmi addosso. Yeah!
Fra fine Ottocento e inizio Novecento, era piuttosto diffusa una mefitica pomata depilatoria che aveva nome “Rusma turca”. Si acquistava un barattolino di polvere, ci si aggiungeva un po’ d’acqua, si faceva una pappetta, e la si stendeva sulla pelle. Alle prime avvisaglie di un lieve pizzicore, si rimuoveva la mistura.
Vantaggi: per funzionare, funzionava.
Svantaggi: un barattolino misura standard conteneva: 15 grammi di calce viva (aridaje), 6 grammi di solfuro d’arsenico, 2 grammi di salnitro, 60 grammi di liscivia caustica, 30 grammi di zolfo. Yeeee.

BENZINA. Cospargi il corpo di benzina, e appicca il fuoco.

No, okay, sto scherzando.
La benzina è citata sul serissimo Nuovo ricettario industriale, edito da Hoepli nel 1954.
Descrivendo un aggeggio simile alle nostre odierne strisce depilatorie, il manuale indica candidamente come procedere. Prima di applicare la striscia depilatoria, “si unge prima la parte con olio di belladonna, e dopo un’ora si pulisce con uno straccio umido di benzina, per sgrassare”. (Ahò!!). Segue la descrizione del composto, aggiungendo che “quando secca, dopo un’ora circa, si strappa la pellicola formata. È atroce”, aggiunge testualmente il ricettario, “ma le donne sopportano questo ed altro”.
Sic.

18 thoughts on “[Pillole di Storia] “È atroce, ma le donne sopportano questo e altro”. (Cit).

  1. Desidero scusarmi con i lettori maschi per il post estremamente femminile.
    Almeno, potete vedere fino a che livelli di aberrazione può ridursi il gentil sesso! u__u

  2. La mia prima volta è stata identica alla tua! Io vado serenamente di silkepil, non capisco chi lo trova doloroso… a questo punto mostrerò alle amiche che si lamentano del silkepil questo post! Benzina? Calce viva? Mi fa ridere l'alipilarius… certo che… io non vado neanche dall'estetista… farmi depilare da un apposito schiavo, e poi tra l'altro "lì"… 'nsomma! Che poi… si starebbe tanto bene con i peli; a questo punto vorrei sapere quando si è instaurato il deplorevole costume di depilarsi per le donne: nella preistoria?

  3. Pare che i primi siano stati gli Antichi Egizi, che però si depilavano in massa (nel senso: si depilavano le donne, ma anche alcuni uomini, ad esempio i sacerdoti). A questo punto, sarei curiosa di sapere quand'è che i maschi si son fatti furbi e hanno smesso di depilarsi, mentre invece le donne han continuato… :-P
    Peraltro… se ci fai caso, fino a qualche decennio fa ci si depilava molto di meno! Negli anni '50, le donne andavano tranquillamente in giro con le ascelle non depilate (ci sono alcune foto di Miss Italia dell'epoca che non erano niente affatto depilate!). E quando mio padre, classe 1947, ha scoperto che adesso molte donne si depilano l'inguine, è rimasto basito: esteticamente, la trova una cosa repellente, e niente affatto sensuale ("mi sembrerebbe di avere a che fare con una bambina!").
    E c'ha ragione…

    Quanto al Silkepil, ne stiamo parlando qui sul mio profilo FB… anche io mi sentirei perduta, senza il mio fido ovetto strappapeli! :-D
    (In alternativa – ma sono molto più scomode! – mi trovavo bene anche con le strisce depilatorie. Poi ho deciso di fare un investimento e comprarmi il Silkepil, e in effetti mi trovo benissimo!)

  4. La ceretta è stata inventata come metodo di tortura dalla Santa Inquisizione, infatti le streghe che andavano al rogo erano tutte ben depilate.

  5. Faccio notare che i peli maschili sono più resistenti, duri e difficili da estirpare rispetto a quelli femminili. Quindi è normale che se un uomo tenta di farsi la ceretta, avverta più dolore rispetto ad una donna.

  6. Ma…..sono robe tremende!!
    Vabbè che io non faccio testo.
    A me servirebbe uno schiavo, perchè se lo chiedo al mio moroso, lui mi dice sicuramente di sì e si divertirebbe troppo!
    Continuerò a pagare l'etsetista.

    Chiara

  7. Conosco chi riesce ancora oggi a servirsi dello schiavismo coniugale :O Un po' lunghetta come operazione, forse. E il coniuge di turno deve avere la mano delicata, o fa più male del silkepil :P

  8. Ago, sì… è vero che i peli maschili sono più resistenti, ma io non ho mai visto un maschio che prova a farsi la ceretta, chessò, sulle gambe (dove ovviamente i peli sono più resistenti). Come scrivevo su FB, una volta mio padre si era incuriosito dal mio Silkepil e aveva voluto provarlo, strappandosi via un paio di peletti piccolissimi che aveva nella parte interna del braccio. Quelli erano peletti molto sottili, (nel senso: i peli delle gambe di una ragazza media sono molto più spessi e resistenti); nonostante tutto, mio padre aveva piantato un urlo infernale e poi voleva addirittura buttarmi via il Silkepil O.o ("E' rotto!! Ma non capisci che è rotto?! Non può fare un male così atroce: si è rotto senz'altro; buttalo!!").

    Secondo me, è proprio che i maschi hanno una resistenza al dolore diversa rispetto a quella delle donne… tu pensa solo al dramma di un uomo ammalato, che sembra lì lì per entrare in agonia quando ha la febbre a 38°… :-P :-P

    Chiara, mi togli una curiosità? Perché l'estetista? Cioè: posto che l'estetista costa di più, non ho mai capito cos'abbia l'estetista di più rispetto a un pacchetto di strisce depilatorie che ti compri al supermercato. Il risultato finale è migliore, oppure è solo una questione di "fa tutto lei e io non devo pensare a niente?".
    (Io ho provato quasi tutte le tecniche di depilazione, ma l'estetista no… quindi sono proprio sinceramente curiosa! :-)

    Rici, invece mia mamma si autoschiavizzava da sè. Quand'era piccola, in vacanza, pare che si mettesse su una sedia a sdraio e cominciasse a strapparsi i peli dalle gambe, usando una pinzetta per le sopracciglia, usandolo come svago per far passare il tempo.
    Lo trovava rilassante, dice O__o'

  9. Ma sai che proprio l'altro giorno, mentre ero dalla mia estetista, mi sono chiesta coe diavolo facessero le donne dell'antichità? Speravo che qualcuno mi rispondesse: si tenevano i peli e se ne infischiavano!, ma purtroppo non è stato così. Non ho una buona scusa per evitarmi il dolore. ç_ç
    Sì, sì, ok: la pianto. XD

  10. Beh, se parliamo solo di gambe allora  anch'io uso il silkepil (che poi nn è il silkepil, ma il vecchissimo epilady che secondo me funziona meglio e fa meno male) oppure la cera nel rullo che si scalda con la corrente (più comodo delle strisce e costa meno).
    Se invece parliamo di ascelle e inguine è difficile fare da sole.
    Perciò estetista. Soprattutto se all'inguine lo fai completo.

    Per le pinzette, le uso anch'io, quando vedo qlch pelo che è sfuggito al suo destino. E non solo sulle gambe.

    Chiara

  11. Chiara: aaaahhh, ecco!
    E' che io mi depilo praticamente solo le gambe, (e praticamente solo dal ginocchio in giù, sono fortunatissima). Per le ascelle, un paio di volte ho provato a far da sola con il Silkepil… e ci son riuscita, per carità, però era veramente qualcosa di assimilabile all'autoflagellazione, in quel caso :-S
    Quindi in effetti ho lasciato perdere e uso il rasoio quando serve: in genere io metto sempre dei vestiti con la manica, anche d'estate, quindi posso permettermi un po' di ricrescita, non si nota.
    In effetti sì, non avevo tenuto in conto la necessità di depilarsi altre parti del corpo a parte le gambe. Grazie u_u

    Naco, io non ho mai capito come mai le femministe si siano messe in testa di bruciare in piazza i reggiseni, mandare metaforicamente al rogo le gonne, tagliarsi i capelli corti e così via dicendo… e poi non abbiano fatto assolutamente niente per combattere questa deplorevole abitudine tutta femminile di depilarsi!!
    Ma io dico: te la prendi per i reggiseni, e lasci passare inosservata questa pratica di tortura?! :-DDD

  12. Chiara, credo in realtà che Claudio lo dica solo perché ha un senso estetico un po' carente e/o molto diverso dalla media, il figliolo.

    Cicikoc, LOL… però è esagerato, non è così traumatico :-D

    AGGIORNAMENTO: riporto in auge questo post, perché ho trovato per puro caso, sul blog di Silvana De Mari (conoscete?) questo articolo che è contro la depilazione femminile, motivando questa posizione con argomentazioni fisiologiche e antropologiche.
    La morale di tutto ciò, è che la depilazione è deleteria per le normali dinamiche sessuali fra maschio e femmina. L'avreste mai detto?

    Non so valutare quanto sia veritiero l'articolo, (non sono un medico), ma senz'altro sembra convincente… Si potrebbe usare come manifesto per un Fronte Femminista Contro La Depilazione!
    Ci sono interessate? :-P

  13. Quando ero molto giovane mi levavo i peli della barba con le pinzette, ma non davanti allo specchio… mentre leggevo le pinzette vagavano e trovato il pelo dalle guancie lo estirpavano.
    Non era troppo doloroso e attualmente non ho troppa barba. Smisi perchè mi parlarono della follicolite.

  14. Gli sportivi, nuoto, ciclismo, e tanti altri, si depilano regolarmente, il nutatore per avere meno attrito nell’acqua gli altri perché in caso di infortuni, ciclista che fa una curva a pomodoro (cade con lesioni che sanguinano) evitano infezioni lo stesso motivo per cui se devi essere operato vieni depilato; quindi anche alcuni uomini regolarmente si depilano, sono pochi rispetto la totalità delle donne ma ci sono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...