Personale

Il regalo per San Valentino

Ragazzi! Ragazze! Gentilissimi lettori e carissime lettrici! San Valentino – ve ne sarete resi conto – si avvicina ormai a grandi passi.

Magari, qui dentro, c’è qualcuno che lo festeggia.
Magari, qualcuno si sta affannando alla ricerca di un buon regalo, per fare una sorpresa alla sua metà dolcissima.

Bene.
Volete un consiglio?
Quello di cui sto per parlarvi oggi, è un regalo assolutamente indimenticabile.
Uno di quelli che non passano inosservati.
Uno di quelli che ti colpiscono, e che ti ricordi per tutto il resto della vita.

Vi ricordate della Giant Microbes?

I lettori di vecchia data probabilmente se ne ricordano, perché ne avevo già parlato a suo tempo. La Giant Microbes è questa strana azienda statunitense che ha deciso di produrre dei peluche raffiguranti gli agenti patogeni delle più comuni malattie: e così c’è il Peluche del Raffreddore, il Pupazzetto dell’Antrace, il Bambolotto della Varicella…
In linea di massima, l’idea è anche divertente. Probabilmente ci va una certa dose di ironia, per accettare un regalo del genere: ma io, ad esempio, non mi porrei (quasi) nessun problema. Purtuttavia, è stato con una certa dose di sconcerto che ho letto dell’ultima iniziativa della Giant Microbes, la quale ha preparato una speciale-confezione regalo… fatta apposta per San Valentino.

È una confezione bellissima, eh. A forma di cuore.
Un bel pacchettino romantico e grazioso, che non stonerebbe accanto a un mazzo di rose rosse.
Tu lo porgi alla tua ragazza, lei lo guarda, e si scioglie dentro al pensiero che quel pacchetto probabilmente arriva dritto dritto dalla gioielleria.
Poi lo apre, con gli occhi luccicanti dall’emozione…
… e ci trova dentro un piccolo serraglio di microbi-peluche, ormai pronti per l’attacco.

E non microbi qualsiasi.
Onnò.
La Giant Microbes ha organizzato il tutto con grande cura.
Cosicché, per la modica spesa di circa venti dollari, portai omaggiare la tua dolce metà con niente popò di meno che… herpes genitale, clamidia, sifilide, e persino papilloma virus. (Fortunatamente, nella confezione è incluso anche un peluche-penicillina, che presumibilmente può essere utilizzato nel tentativo di limitare i danni).

“Per San Valentino, regalale una malattia venerea”.
Credo che solo gli Americani avrebbero potuto partorire una idea simile.

24 thoughts on “Il regalo per San Valentino

  1. Non si sa più cosa inventare… se festeggiassi san Valentino con un’infermiera, oppure una dottoressa o una farmacista l’idea sarebbe carina

    Ma come mai tu che studi, storia medievale se non erro, sei appassionata di gadget farmaceuitici? :o)

    Un sorriso :)

  2. Esatto, studio Storia medievale (in particolar modo, i libri e i documenti nel Medio Evo). E… per l’appunto: la Giant Microbes ha riprodotto il peluche della Peste Nera!! Voglio-la-peste-nera, voglio-la-peste-nera, VOGLIO-LA-PESTE-NERAAAAA!

    Scherzi a parte… beh, effettivamente la Medicina è una cosa che mi ha sempre interessata, a livello puramente teorico. Nel senso: non avrei mai e poi mai voluto fare il medico o qualsiasi altro mestiere anche solo lontamente correlato alle malattie o alle scienze naturali più in generale, però "la Medicina", come concetto astratto, mi incuriosisce. Ad esempio, mi sarebbe piaciuto molto poter approfindire (meglio) lo studio della Storia della Medicina nel Medio Evo (che, in effetti, era una cosa spassosissima :-P).
    A studiarla su un libro di Storia, tutta questa faccenda di morbi e di cure è davvero appassionante :-P

    Ma soprattutto… al di là delle malattie veneree per San Valentino, il progetto della Giant Microbes mi sembra veramente originalissimo u__u

  3. Ma tu sei una fonte di notizie… ho scoperto da poco, e quasi per caso, il tuo blog e pensavo che trattassi solo di Santi e Beati ed invece… beh buono a sapersi che sei affascinata dalla "Peste Nera" che come nome mi evoca Star Wars … ho visto che non costa neanche tanto 8 dollari… 4 euro ma il problema credo sia la spedizione :o)

    Un sorriso :)

  4. marinz: beh… in effetti, quando non parlo dei fatti miei, parlo perlopiù di Santi e di Beati, ma di tanto in tanto qualche curiosità storica spunta fuori :-P
    In realtà, ho visto che esiste anche un sito italiano per i Giant Microbes, quindi credo che le spese di spedizione non sarebbero poi così esose. Ma chissà… magari, prima o poi, mi troverò la Peste Nera nella vetrina di un qualche negozio, anche senza dover sprecare i miei soldi facendomela spedire apposta…
    Comunque, prima di morire, devo assolutamente avere questo peluche: lo voglio!! :-P
    (A proposito di Peste Nera: posso approfittarne per consigliare a tutti gli interessati questo saggio bellissimo di John Kelly? E’ completo, interessantissimo, scritto bene, e assolutamente godibile anche per la classica casalinga di Voghera – non bisogna essere appassionati di Storia per goderselo, voglio dire. Scommetto che, dopo averlo letto, vorrete anche voi un peluche-ricordo! :-P)

    Chiara, fatti un promemoria per l’anno prossimo, presto!! :-P

    Stella… beh, effettivamente potrebbe essere un modo gentile per protestare. Immagino.

    Nacochan: è il dettaglio del San Valentino a renderlo geniale! :-D

    Claudio, il tuo video mi ha fatta morir dal ridere, non l’avevo mai visto! :-D
    Quanto alla tua domanda… sì: l’HIV fa parte di una collezione separata, "Giant Microbes Professionale", e probabilmente non hanno voluto mescolarlo agli altri peluche.
    (Magari la tua era una battuta, ma invece… :-P)

  5. Mi segno il saggio… ho 5 libri in stand-by da leggere e me ne dovrebbero arrivare altri due… chissà quando riuscirò a leggerli tutti :)

    Circa la Peste Nera mi sono accorto che in America costa 7,95 dollari mentre in europa 7,95 euro… mi sembra che ci sia qualcosa che non va :o)

    se lo trovo in giro ti avviso :o)

    Un sorriso :)

  6. Aerie: sì, sono tanto carucci! :-D

    Marinz, credo che sia lo stesso meccanismo per cui una cosa, un giorno, costava diecimila lire, e il giorno dopo costava improvvisamente dieci euro… >_>

  7. Sono bellissimi *__*
    Beh, non è consigliabile per San Valentino però… XD

    Mi piace quello della clamidia, l’herpes, il papilloma sembra coccoloso (oddio troppo, lo voglio! XD ), e dal sito vedo che ce ne sono di carini tipo la piastrina. la varicella, l’amebra, la lucciola del mare, la marea rossa e la melma, la cancrena :P

    La peste nera è caruccia ma troppo semplice :P

    Daniele

  8. Daniele, io concordo con te, sono bellissimi, ma lo sai che l’anno scorso li trovavi bruttissimi e sostenevi che non ci fosse niente da scherzare sulle malattie? :-D
    A me piacciono molto anche il globulo rosso e la TBC. Ma alla Peste Nera, sai com’è, ormai ci sono affezionata… :-P

    Layla: ma se adesso voi decidete di usarli come regalo di San Valentino, i vostri fidanzati vengono a prendersela con me? :-P

    Astrid, in effetti l’herpes è caruccia! *_*
    Comunque, se a qualcuno dovesse interessare, scopro che è disponibile anche una versione "sesso protetto" senza malattie veneree, comprensiva di cellula-uovo e spermatozoi

  9. Ah vero XD però dicevo che non mi piaceva vederli ricevuti in regalo il che forse è vero, che fossero bruttissimi no… beh, forse stavo di cattivo umore quei giorni! (cavoletti, sono come i parlamentari italiani, oramai mi contraddico da solo >_< )

    Però il discorso sulle metastasi vale ancora :P

    Daniele

  10. Riesumo questo vecchio post per aggiornarvi sugli sviluppi della vicenda: per questo San Valentino 2013, la Giant Microbes ha messo in commercio due peluche per le coppie innamorate che si aprono alla vita.
    Leggasi: peluche spermatozoo ed ovulo peluche, con tanto di magnete dentro, in maniera tale che si muovano veramente l’uno verso l’altro se li metti vicini sul tavolo. LOL.

    Vedere per credere: http://www.giantmicrobes.com/it/products/spe-amore.html :-D

    1. Ehm… in effetti non lo so, ma non credo sia chissà che di esoso. Nel frattempo, la Giant Microbes ha aperto anche un suo sito italiano, http://www.giantmicrobes.com/it/, quindi la merce non deve più arrivare da oltreoceano. Ho dato una scorsa veloce al sito e non ho trovato indicazioni precise su quanto siano le spese di spedizione, ma sicuramente ti saltano fuori quando provi a fare l’ordine.
      Essendo (diventato adesso) un e-shop italiano, penso che saranno nella norma! :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...