Personale

Di quando il rimedio è peggiore del male

Se ci siete già passati, sapete di che cosa sto parlando: avete idea di quanto possano essere incredibilmente fastidiose le afte della bocca?
Le afte, sì. Le vescichette. Quelle ulcerazioni che ti spuntano improvvisamente in bocca per cause sconosciute, e se ne vanno di lì a qualche giorno così come son venute. Ci sono fastidi molto peggiori a questo mondo, ne sono consapevole: però, fintanto che le afte stanno lì, nel bel mezzo della bocca, in effetti fanno un male del diavolo.

La afta che mi è venuta in questi giorni, poi, è particolarmente infida. È riuscita a posizionarsi, con precisione millimetrica, in esatta corrispondenza con un mio molare: cosicché, tutte le volte che muovo la bocca per parlare, mi ritrovo con un dente che strofina dentro alla mucosa ulcerata. Ribadisco che ci sono mali molto peggiori a questo mondo; ma anche avere un oggetto che strofina dentro a una ulcerazione ad ogni tua sillaba, non è esattamente la cosa più piacevole in assoluto.

In particolar modo, non è piacevole se tu sei costretta a dover parlare a lungo. Nel mio caso specifico, io ero entrata in crisi al pensiero dell’esame che avrei dovuto sostenere stamattina: si trattava di un lungo esame orale, nel quale avrei dovuto parlare diffusamente, in queste miserande condizioni.

Insomma. Per una volta tanto, ho deciso che in fin dei conti avrei potuto affidarmi alla grande industria farmaceutica: e così, stamattina ho messo la sveglia un po’ prima del previsto, e sono passata dalla farmacia. “Magari non c’è nulla che possa aiutarmi”, ho spiegato alla ragazza dietro al bancone, “ma siccome dovrò parlare ininterrottamente per un’ora, cercavo qualcosa che potesse alleviarmi un po’ il fastidio”.
Io credevo che mi avrebbe proposto una pastiglia di analgesico. La signorina, invece, ha sfoderato un sorriso radioso e mi ha messo in mano un tubetto di cremina: “si fidi, prenda questo. È una crema per la dentizione, la usiamo per alleviare il fastidio ai neonati che piangono: è fenomenale. Ne metta un poco”, ha aggiunto sorridente, “un po’ prima del suo esame. E vedrà: il dolore sparirà del tutto”.

Benissimo! Fiduciosamente, ho comperato la cremetta, e mi sono avviata verso l’aula del mio esame. Quando è stato chiaro che, di lì a pochi minuti, sarebbe arrivato il mio turno, ho aperto il tubetto e ho messo un po’ di crema sulla punta della lingua; poi, con molta discrezione, ho posato la lingua sull’afta dolorante, perché venisse in contatto con la crema.
E ho sorriso. Ingenua.
Fiduciosamente.

In effetti, la crema è portentosa: dopo circa dieci secondi, non sentivo più il benché minimo dolore.
Peccato che, dopo circa quindici secondi, non mi sentissi più nemmeno la punta della lingua (!!!).

Credo che, ascoltandomi parlare, il professore abbia maturato la convinzione di star assistendo ai prodromi di un ictus.

24 thoughts on “Di quando il rimedio è peggiore del male

  1. Beh vorrei sapere due cose:
    – come si chiama la crema
    – quanto hai preso all’esame

    Circa le afte una volta, da piccolo, è capitato anche a me e mi ricordo che il sistema usato allora è stato di applicare una pappina di miele e zolfo in bocca e poi riasciacquare… però era tempo fa e non ricordo esattamente l’effetto che faceva :o)

    Un sorriso :)

  2. Fuliggine, il sistema non l’ho brevettato per il semplice fatto che non funziona: la durata dell’esame non si è accorciata di un secondo, e in compenso io mi sono arrabattata per tutto il tempo con la mia lingua del tutto insensibile

    Marinz, all’esame ho preso 30 e la crema è il Dentinale (peraltro, visti gli effetti che ha avuto su di me, non so se la userei così a cuor leggero su mio figlio neonato! Cioè: è fortissima…! :-S)

    Alle afte, in realtà, io ci sono moderatamente abituata: da piccola ne avevo di continuo, quasi ogni ricordo della mia infanzia è comprensivo di male alla bocca. Adesso, per fortuna, la situazione si è normalizzata e le afte mi vengono solo una volta ogni tanto: in genere, porto pazienza e mi limito ad aspettare che mi passino. Solo che stavolta la cosa era particolarmente fastidiosa, e dopo qualche giorno di ‘sta solfa avevo perso la pazienza… :-)

  3. Nooo, ma che disperazione, adesso me ne stanno venendo altre due! Uffaaa! 

    Va beh. Mal che vada, ho sempre la mia cremetta miracolosa. Posso sempre darmi alla farmacodipendenza…

  4. Nooo, ma che disperazione, adesso me ne stanno venendo altre due! Uffaaa! 

    Va beh. Mal che vada, ho sempre la mia cremetta miracolosa. Posso sempre darmi alla farmacodipendenza…

  5. intanto complimenti per il bel voto all’esame nonostante tutto :)

    aggiungo che il mio blog è aperto a tutti quindi tranquilla… chi viene in pace e porta la pace è sempre ben accetto… l’unica cosa che non mi piace è l’invadenza

    un sorriso e grazie del link :)

  6. intanto complimenti per il bel voto all’esame nonostante tutto :)

    aggiungo che il mio blog è aperto a tutti quindi tranquilla… chi viene in pace e porta la pace è sempre ben accetto… l’unica cosa che non mi piace è l’invadenza

    un sorriso e grazie del link :)

  7. Il nome della crema mi ricorda qualcosa :P

    Io ho avuto un paio di settimane fa qualcosa sulla gengiva in una posizione scomodissima e dolorosa. Mi sono affidato al Metronidazolo che ho beccato nel cassetto in bagno, ma che ho scoperto dopo trattarsi di un antibiotico. L’ho messo di sera e il giorno dopo stavo divinamente, stessa cosa il giorno dopo ancora, poi è passato!

    Una farmacista disse a mia madre di usare AZ15 (si, il dentifricio!) come fosse una crema per problemi sulla gengiva o afte; prova magari funziona, mia madre è convinta di si ma non so se ha mai provato!

    Non oso immaginare l’idea che si sia fatto il professore comunque XD

    P.S. Per la cronaca, io ho preso anche la lode oggi >_>

    Daniele

  8. Il nome della crema mi ricorda qualcosa :P

    Io ho avuto un paio di settimane fa qualcosa sulla gengiva in una posizione scomodissima e dolorosa. Mi sono affidato al Metronidazolo che ho beccato nel cassetto in bagno, ma che ho scoperto dopo trattarsi di un antibiotico. L’ho messo di sera e il giorno dopo stavo divinamente, stessa cosa il giorno dopo ancora, poi è passato!

    Una farmacista disse a mia madre di usare AZ15 (si, il dentifricio!) come fosse una crema per problemi sulla gengiva o afte; prova magari funziona, mia madre è convinta di si ma non so se ha mai provato!

    Non oso immaginare l’idea che si sia fatto il professore comunque XD

    P.S. Per la cronaca, io ho preso anche la lode oggi >_>

    Daniele

  9. ahahahahah, bellissimo post…
    maledettissima afta…quando vengono è una sorta di castigo!!!
    il bello è che arrivano, ti fanno male e se ne vanno…non hanno un motivo, non hanno un perchè…hanno solo uno scopo:farti male!!
    proverò la crema!!!!!!!

  10. Marinz, grazie per i complimenti :-)
    Mi becco una sprangata in testa, se dico che in realtà ci sono rimasta persino un pochettinino male, perché mi sarei aspettata anche la lode? Ma non me l’hanno data… :-P
    Quanto al link: so che te l’avevo già proposto qui da me, ma ho pensato di riproporlo anche sul tuo blog visto che avevi fatto un post "a tema" anche dalle tue parti. Magari può servire ad alimentare la discussione… :-)

    Aerie: direi che il Dentinale è PARECCHIO anestetico, visto che mi ha fatto perdere la sensibilità della lingua! O__o
    Quanto allo stress… non so: a volte le afte mi vengono anche quando sono molto rilassata, magari persino in vacanza, quindi non credo che lo stress sia la causa principale.
    Però, sicuramente, lo stress non aiuta mai ad essere in buona salute, questo è ovvio :-)

    Daniele, innanzi tutto complimenti per la lode! :-D
    Il dentifricio sulle afte?? Ossantocielo: non ho mai provato, ma non mi sembra una gran bella soluzione: mi da l’idea che debba fare un gran male, piuttosto… ("male" nel senso che è doloroso, eh, non nel senso che peggiora la situazione).
    Però, chissà. Proverò, e ti saprò dire!

    Eclipses… ahahahahahaha, hai tratteggiato perfettamente la situazione!
    Se almeno uno conoscesse la causa, tanto quanto si metterebbe il cuore in pace… ma così, è veramente una sofferenza incomprensibile! :-P

    Stella… beh, sì. Avevo la bocca mezza paralizzata, però le cose le sapevo :-P

  11. Marinz, grazie per i complimenti :-)
    Mi becco una sprangata in testa, se dico che in realtà ci sono rimasta persino un pochettinino male, perché mi sarei aspettata anche la lode? Ma non me l’hanno data… :-P
    Quanto al link: so che te l’avevo già proposto qui da me, ma ho pensato di riproporlo anche sul tuo blog visto che avevi fatto un post "a tema" anche dalle tue parti. Magari può servire ad alimentare la discussione… :-)

    Aerie: direi che il Dentinale è PARECCHIO anestetico, visto che mi ha fatto perdere la sensibilità della lingua! O__o
    Quanto allo stress… non so: a volte le afte mi vengono anche quando sono molto rilassata, magari persino in vacanza, quindi non credo che lo stress sia la causa principale.
    Però, sicuramente, lo stress non aiuta mai ad essere in buona salute, questo è ovvio :-)

    Daniele, innanzi tutto complimenti per la lode! :-D
    Il dentifricio sulle afte?? Ossantocielo: non ho mai provato, ma non mi sembra una gran bella soluzione: mi da l’idea che debba fare un gran male, piuttosto… ("male" nel senso che è doloroso, eh, non nel senso che peggiora la situazione).
    Però, chissà. Proverò, e ti saprò dire!

    Eclipses… ahahahahahaha, hai tratteggiato perfettamente la situazione!
    Se almeno uno conoscesse la causa, tanto quanto si metterebbe il cuore in pace… ma così, è veramente una sofferenza incomprensibile! :-P

    Stella… beh, sì. Avevo la bocca mezza paralizzata, però le cose le sapevo :-P

  12. Ecco sto preparando la spranga ! XD

    Tanto la lode, a parte per la soddisfazione personale, a che serve?

    Comunque grazie, era veramente inaspettata, un’esame ostico, quasi impossibile, e alquanto bruttino. Tanti complimenti anche a te!

    Daniele

  13. Ecco sto preparando la spranga ! XD

    Tanto la lode, a parte per la soddisfazione personale, a che serve?

    Comunque grazie, era veramente inaspettata, un’esame ostico, quasi impossibile, e alquanto bruttino. Tanti complimenti anche a te!

    Daniele

  14. Beh, sì, ovviamente era solo una questione di soddisfazione personale, ma diciamo che sopravviverò ugualmente… ;-)

    In realtà, a cosa serva la lode me lo sto chiedendo ansiosamente pure io, in questi giorni. Fino a qualche settimana fa, ero assolutamente certa (ma proprio al mille per cento) che la lode valesse più di un normale trenta. Tipo che un trenta e lode valesse trenta virgola qualcosa.
    In realtà adesso è saltato fuori che questa non è una regola assoluta, e che dipende da Università a Università: un ragazzo mi ha detto che, secondo lui, qui a Pavia le lodi non influiscono sulla media; un altro sostiene che un 30 e lode vale come un 30,4; un altro ancora dice che le lodi ti aumentano la media di un tot, ma solo a blocchi di cinque… Quindi, insomma, diciamo che mi hanno scardinato tutte le mie certezze: finiti gli esami, andrò a chiedere bene in segreteria studenti :-P

    Magari faresti bene a informarti anche tu (a meno che tu non lo sappia già per certo), perché a quanto pare non c’è una regola fissa. E comunque è una di quelle cose che fa piacere sapere per tempo, io trovo :-)

  15. Beh, sì, ovviamente era solo una questione di soddisfazione personale, ma diciamo che sopravviverò ugualmente… ;-)

    In realtà, a cosa serva la lode me lo sto chiedendo ansiosamente pure io, in questi giorni. Fino a qualche settimana fa, ero assolutamente certa (ma proprio al mille per cento) che la lode valesse più di un normale trenta. Tipo che un trenta e lode valesse trenta virgola qualcosa.
    In realtà adesso è saltato fuori che questa non è una regola assoluta, e che dipende da Università a Università: un ragazzo mi ha detto che, secondo lui, qui a Pavia le lodi non influiscono sulla media; un altro sostiene che un 30 e lode vale come un 30,4; un altro ancora dice che le lodi ti aumentano la media di un tot, ma solo a blocchi di cinque… Quindi, insomma, diciamo che mi hanno scardinato tutte le mie certezze: finiti gli esami, andrò a chiedere bene in segreteria studenti :-P

    Magari faresti bene a informarti anche tu (a meno che tu non lo sappia già per certo), perché a quanto pare non c’è una regola fissa. E comunque è una di quelle cose che fa piacere sapere per tempo, io trovo :-)

  16. Uhm… da me c’era una ragazza che sosteneva valessero 32, ma visto che non c’è scritto da nessuna parte che io sappia, penso siano utili alla commissione di laurea per decidere se attribuire la lode nel caso si arrivi ad una media comunque decente e che porta ad assegnare 110 (il che penso sarà impossibile!).

    Cioè, non so da voi se la storia è che chi prende voti alti li prende sempre, ovviamente alle volte di più alle volte meno, da me però non è così, hanno tutti un ventaglio di voti molto ampio diciamo.

    Daniele

  17. 32 onestamente mi sembra un po’ esagerato… da quel che so io, in molte università valgono 30,5 o giù di lì: 32 è… tanto! O_O
    Non lo so, guarda: dipende anche da come calcolano la media (cioè, se fanno la media matematica oppure la media calcolata). Per qualche ragione che non riesco a comprendere, qui a Pavia la Guida dello Studente non da nessuna informazione in materia; per avere risposte certe, devi andare in Segreteria.
    Non lo so. Se anche voi siete messi così, credo che l’unica soluzione sia prendersi una mattinata libera e andare a chiedere in Segreteria…

  18. 32 onestamente mi sembra un po’ esagerato… da quel che so io, in molte università valgono 30,5 o giù di lì: 32 è… tanto! O_O
    Non lo so, guarda: dipende anche da come calcolano la media (cioè, se fanno la media matematica oppure la media calcolata). Per qualche ragione che non riesco a comprendere, qui a Pavia la Guida dello Studente non da nessuna informazione in materia; per avere risposte certe, devi andare in Segreteria.
    Non lo so. Se anche voi siete messi così, credo che l’unica soluzione sia prendersi una mattinata libera e andare a chiedere in Segreteria…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...