Una storia di innamorati

(No, non è che sia stata colta da un improbabile attacco di romanticismo. Sfrutto solo l’atmosfera pre-San Valentino).


***********


Non so cosa mi fosse preso quella notte: fatto sta che non avevo minimamente sonno.
A mezzanotte e mezza, ero ancora lì che ticchettavo sul computer.
All’una e un quarto, ero così vispa e arzilla che ne ho approfittato per studiare un po’ per il mio esame.
Alle due di notte, mi sono stufata di studiare e mi sono messa sul divano con un romanzo.
Alle tre e un quarto, finalmente, ho cominciato a sentirmi stanca e ho chiuso il libro che stavo leggendo. Sono andata a mettermi il pigiama, e passando di fronte alla finestra sono rimasta incuriosita da quello strano chiarore che si intravvedeva oltre i vetri. Ho scostato la tendina, e ho scoperto con un sorriso che stava nevicando: grandi fiocchi di neve avevano ricoperto i tetti delle case, i marciapiedi, le fronde degli alberi; e anche la strada era completamente imbiancata, ricoperta da un manto che nessuno aveva ancora calpestato.
Era tutto bianco.
Tutt’intorno, il silenzio più assoluto.
Era uno spettacolo veramente bellissimo, e io mi sono fermata alla finestra per godermelo.Ed è stato proprio allora, mentre facevo spaziare il mio sguardo, che l’ho notata.
C’era una donna, in mezzo a quell’oceano di bianco. Se ne stava lì, immobile, vicino al portone del suo condominio. Se ne stava lì, sotto la neve che scendeva a larghe falde; indossava un piumino bianco, e un colbacco del medesimo colore. Era così irreale, questa figuretta vestita di bianco che aspettava qualcosa alle tre e un quarto del mattino immersa in un oceano di neve candidissima, che veramente non ho potuto farne a meno: sono rimasta alla finestra, per guardare cosa diamine avrebbe fatto.
È passato un po’ di tempo – forse un minuto – e poi in lontananza s’è sentito il rombo di un motore. Una piccola automobile… bianca pure lei, manco a farlo apposta, stava faticosamente avanzando nella strada innevata. L’autista si è fermato in mezzo alla strada, davanti alla donna misteriosa, ed è sceso dall’automobile: poi l’ha baciata, sotto la neve, stringendola forte.

Benissimo. Buon per loro. Scoperto l’arcano di quella attesa misteriosa, sono andata in bagno per lavarmi i denti.
Ora voi dovete sapere che, quando mi lavo i denti, io ho questa strana abitudine di occhieggiare oltre i vetri della finestra. Lo fa anche mia mamma, se è per quello, e io lo trovo del tutto naturale: guardare il panorama oltre la finestra è  pur sempre più interessante che fissare la tua faccia riflessa nello specchio. Quindi, quella notte, mentre mi spazzolavo pazientemente i denti, mi sono affacciata nuovamente alla finestra per godermi ancora un poco quella distesa di neve bellissima.

Ora. Non è che volessi spiare la coppietta di innamorati, per  la carità del cielo, ma non ho potuto fare a meno di sentire il motore dell’automobile che si stava rimettendo in moto. Istintivamente, ho riportato lo sguardo sulla fonte del rumore, e… con mia grandissima sorpresa, ho realizzato che il tizio non stava parcheggiando.
Non aveva rimesso in moto l’automobile per parcheggiarla, come sarebbe stato logico aspettarsi: no no, lui stava proprio andando via. Aveva fatto inversione di marcia, e stava tornando da dov’era venuto: la donna vestita di bianco era in mezzo alla strada e lo salutava sventolando una mano; e poi è rimasta immobile nella neve ancora per qualche istante, prima di rientrare nella sua casa, molto lentamente.

Su questa storia misteriosa – due innamorati che si danno appuntamento alle tre di notte per scambiarsi un bacio, in una cittadina tutta avvolta dalla neve – Liala ci avrebbe scritto sopra un romanzo intero.
Io, che non sono Liala, mi limito ad un post.

 

 

*********** 

E detto questo, ci rileggiamo il 14, con – ma guarda un po’ che strano – un apposito Ma che sant’uomo!”.

24 pensieri riguardo “Una storia di innamorati

  1. Non so per quale ragione, ma io avevo immaginato, fra me e me, che fosse il contrario. Anche se, naturalmente, è del tutto delirante la prospettiva di una signora sposata che esce di casa alle tre di notte per andare ad aspettare l’amante sotto al portone di casa sua :-P

    Umpf! Trascuriamo l’ipotesi tradimento e pensiamo a qualcosa di più romantico!
    Magari erano…
    Erano…
    Erano…
    Amanti, sì: è davvero l’unica spiegazione

  2. Magari sono due giovani che si amano di puro amore ma non possono stare assieme perché le loro famiglie sono coinvolte in una sanguinosa faida, e allora si incontrano alle tre di notte per darsi un unico e casto bacio, e poi lei berrà una pozione che la porterà in uno stato di morte apparente per sfuggire alla sua dispotica famiglia, ma lui non sarà a conoscenza del suo piano e credendola morta si toglierà tragicamente la vita!!!!

    No, eh? 

  3. Magari sono due giovani che si amano di puro amore ma non possono stare assieme perché le loro famiglie sono coinvolte in una sanguinosa faida, e allora si incontrano alle tre di notte per darsi un unico e casto bacio, e poi lei berrà una pozione che la porterà in uno stato di morte apparente per sfuggire alla sua dispotica famiglia, ma lui non sarà a conoscenza del suo piano e credendola morta si toglierà tragicamente la vita!!!!

    No, eh? 

  4. Avete appena dato un calcio alla mia torre di fantasie romantiche! :D Mi ero già sciolta su questo post bianco, dolce e… puro…
    A me pare fin troppo facile e irreale "amarsi davvero" da amanti.
    Siamo animaletti che amano la banalità, troppo spesso.

    Peccato perché il gesto in sé è davvero struggente!

  5. Avete appena dato un calcio alla mia torre di fantasie romantiche! :D Mi ero già sciolta su questo post bianco, dolce e… puro…
    A me pare fin troppo facile e irreale "amarsi davvero" da amanti.
    Siamo animaletti che amano la banalità, troppo spesso.

    Peccato perché il gesto in sé è davvero struggente!

  6. Forse era il compleanno di uno dei due e si dovevano scambiare un regalo… lei aspettava lui che tardava vista la nevicata… e poi due parole.. un bacio  e si rivedranno un’altra notte, nello stesso posto e fuori da occhi indiscreti

    un sorriso :)

  7. Forse era il compleanno di uno dei due e si dovevano scambiare un regalo… lei aspettava lui che tardava vista la nevicata… e poi due parole.. un bacio  e si rivedranno un’altra notte, nello stesso posto e fuori da occhi indiscreti

    un sorriso :)

  8. Stella, cerco di trovare una spiegazione che non comprenda la presenza di un adulterio…

    Layla, in effetti sì: se erano dei semplici amanti, non è tanto normale un gesto del genere…
    Io continuo a sostenere la mia teoria delle famiglie coinvolte in una faida. Sissì. Assolutamente u__u

    marinz, il tuo "fuori da occhi indiscreti" mi ha fatta morir dal ridere: in effetti mi sono sentita una mezza guardona, e la sensazione si è accentuata ulteriormente mentre mettevo il tutto per iscritto :-D
    Ma non potevo passare tutto il resto della mia vita senza mai sapere cosa ci facesse quella sconosciuta alle tre di notte in mezzo alla neve: dovevo trovare una spiegazione, quella scena era realmente irreale! :-P

    E comunque… sto disperatamente cercando di immaginare la mia reazione se un mio ipotetico fidanzato dovesse mai costringermi a restare alzata fino alle tre di notte per consegnarmi/farsi consegnare un regalo di compleanno, all’alba di una giornata lavorativa.
    Aaaaaaarghh! :-P

  9. Stella, cerco di trovare una spiegazione che non comprenda la presenza di un adulterio…

    Layla, in effetti sì: se erano dei semplici amanti, non è tanto normale un gesto del genere…
    Io continuo a sostenere la mia teoria delle famiglie coinvolte in una faida. Sissì. Assolutamente u__u

    marinz, il tuo "fuori da occhi indiscreti" mi ha fatta morir dal ridere: in effetti mi sono sentita una mezza guardona, e la sensazione si è accentuata ulteriormente mentre mettevo il tutto per iscritto :-D
    Ma non potevo passare tutto il resto della mia vita senza mai sapere cosa ci facesse quella sconosciuta alle tre di notte in mezzo alla neve: dovevo trovare una spiegazione, quella scena era realmente irreale! :-P

    E comunque… sto disperatamente cercando di immaginare la mia reazione se un mio ipotetico fidanzato dovesse mai costringermi a restare alzata fino alle tre di notte per consegnarmi/farsi consegnare un regalo di compleanno, all’alba di una giornata lavorativa.
    Aaaaaaarghh! :-P

  10. Magari era passato per darle qualcosa, non necessariamente un regalo :P
    Forse lei era stata da lui la sera prima e aveva lasciato da lui le chiavi di casa e così aspettava che lui tornasse indietro a portargliele :P

    Daniele

  11. Magari era passato per darle qualcosa, non necessariamente un regalo :P
    Forse lei era stata da lui la sera prima e aveva lasciato da lui le chiavi di casa e così aspettava che lui tornasse indietro a portargliele :P

    Daniele

  12. Be’… spesso la spiegazione apparentemente più semplice è falsa, quindi escludiamo che fossero amanti, ipotesi che non piace a noi romantiche… Tolto l’adulterio, be’, magari quell’ora di quella particolare data è un loro anniversario di qualcosa e loro hanno fatto un patto per cui ogni anno a quell’ora esatta devono trovarsi insieme, anche solo per un bacio… lui magari la mattina presto doveva correre all’aereoporto per lavoro e la sera non avevano potuto vedersi, ma non hanno voluto venire meno al loro patto e così, in quell’atmosfera candida e poetica, si sono comunque incontrati per darsi un bacio al volo e dirsi. "Io ci sarò sempre per te, nevichi, crolli il mondo o il lavoro mi sfianchi…!". Sono stata abbastanza Liala?

  13. Be’… spesso la spiegazione apparentemente più semplice è falsa, quindi escludiamo che fossero amanti, ipotesi che non piace a noi romantiche… Tolto l’adulterio, be’, magari quell’ora di quella particolare data è un loro anniversario di qualcosa e loro hanno fatto un patto per cui ogni anno a quell’ora esatta devono trovarsi insieme, anche solo per un bacio… lui magari la mattina presto doveva correre all’aereoporto per lavoro e la sera non avevano potuto vedersi, ma non hanno voluto venire meno al loro patto e così, in quell’atmosfera candida e poetica, si sono comunque incontrati per darsi un bacio al volo e dirsi. "Io ci sarò sempre per te, nevichi, crolli il mondo o il lavoro mi sfianchi…!". Sono stata abbastanza Liala?

  14. AHAHAHAHAHA!
    Sì, certo: questo spiegherebbe tutto! Lui era della guardia medica, è andato dalla poveretta a portarle un farmaco salvavita, e in realtà non l’ha baciata, stava solo praticando la respirazione bocca a bocca! :-D

    Questo spiega veramente molte cose.
    Sì.

    :-P

  15. "Pyramus et Thisbe, iuvenum pulcherrimus alter,
    altera, quas Oriens habuit, praelata puellis,
    contiguas tenuere domos, ubi dicitur altam
    coctilibus muris cinxisse Semiramis urbem."

    Non sapevo abitassero a Pavia.

  16. "Pyramus et Thisbe, iuvenum pulcherrimus alter,
    altera, quas Oriens habuit, praelata puellis,
    contiguas tenuere domos, ubi dicitur altam
    coctilibus muris cinxisse Semiramis urbem."

    Non sapevo abitassero a Pavia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...