Presepio

La Curiosa

È una immagine, questa, particolarmente suggestiva – e talmente attuale da aver già fatto la sua comparsa anche nelle produzioni di numerose ditte che creano presepi “normali”, da costruire in casa. Ho detto che ha “già fatto” la sua comparsa, perché in effetti, in questo caso non si una statuetta tipica della tradizione presepistica: tutt’altro. Si tratta semmai una intuizione (geniale) del gruppo di presepisti di Castel d’Aiano, in provincia di Bologna: sotto la guida del loro parroco, questi appassionati si dedicano da qualche decennio alla costruzione di presepi… visti come strumento di evangelizzazione. O almeno come spunto di evangelizzazione, via.
E siccome non si può evangelizzare il mondo se si ignorano i problemi che posson tener lontani dalla fede… allora, è nata lei.
Bellissima, profonda, incredibilmente attuale.
La Curiosa.

La Curiosa è una donna che occhieggia sulla soglia dell’ambiente in cui si trova Gesù Bambino.
Occhieggia. Ma non fa altro.
Non si avvicina, non si inginocchia, non si stupisce, non porta doni; non è che sia del tutto disinteressata (anzi!), ma senz’altro non si dà da fare per accogliere attivamente il Cristo, o per diffondere il suo annuncio.
Sta lì.
Curiosa un poco.
Ma non prende posizioni.
Osserva e basta.

La Curiosa è simbolo di quelli che si avvicinano a Dio senza però decidersi ad accoglierlo pienamente; quelli che magari provano anche un certo interesse verso la religione, ma senza essere disposti a osare un coinvolgimento più maturo e serio. La Curiosa simboleggia le centinaia di migliaia di “cattolici non praticanti” (che poi… ma che vuol dire, cattolico non praticante??). Gente che magari si sente anche colpita, emotivamente, dalla figura di Gesù; gente che molto spesso non ha niente contro la Chiesa, e magari ne condivide anche la gran parte delle posizioni.
La Curiosa si guarda attorno, e vede un sacco di pastori con gli occhi che brillano di gioia mentre guardano Gesù Bambino: razionalmente, sa benissimo che le basterebbe solamente un passo in più per unirsi a loro ed adorare Cristo… ma non lo fa.

Rimane lì.
A curiosare.
Occhieggia.

È un po’ come il dormiente, con l’aggravante che la Curiosa però è sveglia: è già arrivata alla grotta, ha già intravvisto in lontananza Dio, è circondata da persone che farebbero a gara per aiutarla a fare quel passetto in più per arrivare al Suo cospetto… e lei rimane lì?? A curiosare?? Con le mani in mano??
Verrebbe voglia di prenderla da parte e mettersi a urlare “svegliati: vieni con noi, ché è bello!!”.

Ma la Curiosa non ha bisogno di svegliarsi: non è il Dormiente. Lei è sveglia, consapevole delle sue azioni: sa quello che fa. E questo, da un certo punto di vista, è anche confortante: perché la Curiosa è sveglia, e la sua curiosità l’ha già portata a pochi metri dalla grotta…
Riuscirà a fare un passo in più verso il Bambino, per presentargli anche il suo dono?

Carla Righi, "La Curiosa"

5 thoughts on “La Curiosa

    1. Eh, mi sa di sì.
      Però, se ci pensi, è una figura abbastanza “neutra”, nel senso che l’unica cosa che caratterizza la curiosa / il curioso è quello di star lì a occhieggiare senza avvicinarsi. Se ti capita di trovare una qualsiasi altra statuetta con un’espressione adatta, puoi posizionarla nel posto giusto e farne una Curiosa.
      Io ho una lavandaia che, guarda caso, ha la testa leggermente protesa da una parte, come appunto chi sta guardando una cosa da lontano. E’ da qualche anno che la piazzo dietro la capanna, in una posizione tale per cui sembra guardare quello che sta succedendo da quelle parti… e ho creato “artigianalmente” la mia curiosa, insomma.
      Si può fare :-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...