Wc-Top-Ten

Questo post è dedicato al preziosissimo Luigi, che non commenta mai ma legge sempre questo blog, e che mi ha gentilmente aiutata in questa annosissima ricerca. (Il correttore automatico di Word si ostina a correggermi “annoso” con “dannoso”: temo che al mio computer non interessi la Magnifica Classifica dei Water).

Ma non è colpa mia.
Cioè, questo post me l’ha commissionato il Topografo.
Una è lì che scrive un post su Torino, animata dalle più nobili intenzioni, e poi si trova col commento di un lettore, che le chiede di stilare una top ten dei bagni più curiosi del pianeta.
Che può fare, a questo punto, una povera ragazza? Andare a informarsi sui bagni più strani del pianeta, mi pare ovvio!
E così, ecco a voi una mitica e imperdibile


WC-TOP TEN

ovverosia

TUTTO QUELLO CHE NON PUÒ MANCARE NEL VOSTRO BAGNO,
SE PER CASO STAVATE PENSANDO DI RISTRUTTURARLO

 



1) La tazza lavatrice

Quando l’ho vista per la prima volta, ho segretamente esultato: questo bagno tutto-in-uno, con la lavatrice appesa sopra alla tazza del water, mi sembrava una soluzione ideale per tutti quelli che hanno un bagno molto piccolo.
E io ho un bagno minuscolo.
Stavo già pensando all’armadietto per gli asciugamani che avrei potuto mettere al posto della lavatrice se avessi avuto un mitico esemplare di lavatrice pensile, ma poi ho letto meglio la descrizione che accompagnava questa foto… e mi sono ricreduta.
In realtà, questo water inconsueto non è stato fatto per risparmiar lo spazio. È stato fatto per risparmiare l’acqua, bene prezioso da salvaguardare: quando tiri lo sciacquone, viene giù l’acqua di scarico della lavatrice.
Ingegnoso, non è vero?

2) La Rana il Water Dalla Bocca Larga

Di urinatoi a forma di bocca femminile, pare che sia pieno il mondo. E anche di urinatoi a forma di natiche, di seno, di genitali femminili, e di quant’altro (cresce in me la convinzione che i maschi siano geneticamente provvisti di strane perversioni, incomprensibili a noi povere donnine).
Ad ogni modo: di urinatoi a forma di bocca femminile, è pieno il mondo; ma di urinatoi che ti permettono di farla in bocca a una specie di clown arabeggiante, credo spero ce ne sia uno ed uno solo.

Il solo pensiero vi sembra surreale? Beh, non avete ancora visto tutto: perché il clown canticchia allegro mentre fai i tuoi bisogni, e addirittura si lancia in una danza spensierata.

http://embed.break.com/NDYzNzc5
Creepy Asian Clown Urinal – Watch more Funny Videos

3) Quando la voglia è insopprimibile

Vi è mai capitato di aver un bisogno urgentissimo, impellente, e di non trovare un bagno nell’arco di chilometri?
Noi donne, probabilmente, siamo destinate a soffrire senza mai trovar la quiete; ma voi, maschi che state leggendo queste righe, potete tirare un sospiro di sollievo! Dal genio di un urologo statunitense, sono lieta di presentarvi il favoloso Uro-club: una mazza da golf di pregevole fattura, che può trasformarsi in un comodo wc portatile in poche, facili mosse!
Portate sempre con voi il fantastico Uro-club! Non potete sapere né il giorno né l’ora, in cui il bisogno vi assalirà, impellente!
Per utilizzare il mitico Wc, non dovete far altro che svitare il tappo sulla parte superiore della mazza.

Legatevi alla vita un grazioso grembiulino verde, fornito nella confezione, e poi slacciatevi allegramente i pantaloni.

A questo punto non vi resta che far combaciare le, ehm, estremità, e potrete gioiosamente andar di corpo: tutta la pipì sarà convogliata all’interno della mazza… in modo efficace, pratico, e discreto!


4) La parità dei sessi

Quando Freud ha parlato di “invidia del pene”, probabilmente non immaginava neanche lontanamente le implicazioni pratiche di questa sua affermazione.
Ci credereste? Esistono dei dispositivi appositi che consentono alle donne di fare la pipì in piedi, proprio come i maschi: si tratta di coni usa-e-getta da applicare in sede al momento del bisogno… per poter urinare in piedi, e raggiungere finalmente una completa parità dei sessi.


5) Di Venere e di Marte

Anche se in realtà io non ci credo poi così tanto, alla parità dei sessi.
Cioè: “parità” va bene – ci mancherebbe altro – ma trovo che ci siamo comunque delle differenze evidentissime, fra maschi e femmine. Ed è stupido chi insiste col negarlo.
Dimostrazione empirica di questa mia affermazione, sono i due modelli di wc che seguono.

Il primo è il fantastico WC1, toilette extralusso per sole donne progettata ad Oxford Street, a Londra. Il bagno pubblico offre a tutte le signore un mazzo di fiori freschi e una candela accesa per profumar l’ambiente. Una morbida pelliccia rosa avvolge le grazie delle gentili utenti, mentre una musica lounge di sottofondo aiuta le fanciulle a trovare la calma necessaria per portare a termine la preziosa operazione…

… mentre invece questo è un urinatoio d’alta moda, pronto per soddisfare tutti i bisogni estetici di voi maschi.
Bah.

6) Il Trucco

A proposito di maschi e femmine: avete presente l’annosa questione sui maschi che sporcano la tavoletta? Sono convinta che ci siano state decine di migliaia di litigate coniugali, a causa del Problema Tavoletta.
Ma i maschi sembrano non sentirci da quell’orecchio, a quanto pare: come si può agire, per convincerli a prendere la mira?
Molto semplice: sfidandoli. Metti un campo da calcio sul fondo del WC… e vedrai che anche il maschio più ribelle farà il suo meglio, per centrar la porta e fare goal!

7) Il Bagno di Lucyette

Io voglio questo bagno.
Costa quindicimila dollari, ma voglio questo bagno.
È il bagno ideale per una medievista pazza, dunque è il bagno ideale per la sottoscritta, e dunque dovreste fare una colletta per consentirmi di raggiungere la cifra stabilita. Penserei a voi tutte le mattine, piena di gratitudine e di riconoscenza, gloriosamente seduta su questo immenso trono…

8) Momenti di passione

Una vasca da bagno piena di schiuma profumata… candele profumate per rischiarar l’ambiente… due calici di champagne da sorseggiare nei momenti di riposo…
… scommetto che è questa l’immagine che vi viene in mente – no? – quando vi parlo di un “bagno romantico per coppie innamorate”.
Mannò: come siete demodé! Vi presento oggi il nuovo bagno romantico per coppie innamorate, dedicato a quei piccioncini che non vogliono separarsi nemmeno per un istante! Defecate anche voi accanto al vostro amato bene: è un’esperienza che fortifica il rapporto!

9) Pausa relax

Beh, insomma: c’è molta gente che non riesce a andar di corpo, se non è proprio rilassata. (Conosco ragazzi che non riuscivano fisicamente a farla nei bagni della scuola, perché temevano che i compagni bulli potessero fare qualche scherzo…).
E voi, riuscireste a rilassarvi, di fronte a questa piacevole visione?

10) Pausa relax / 2

… o di fronte a questa?

11) Pausa relax / 3
… o in un bagno trasparente, collocato nel bel mezzo della strada?

È una installazione di Monica Bonvicini, collocata a Londra: dall’esterno, il bagno è una normalissima cabina fatta di specchi riflettenti… ma all’interno, è perfettamente possibile vedere la gente che passeggia tutt’intorno!


12) Un cesso di ristorante

E questo, in realtà, non è un bagno vero e proprio; ma mi sembrava comunque adatto per concludere in bellezza, dopo questa carrellata di assurdità totali. Per la serie: se avete avuto il fegato di leggere fin qua, magari potrebbe anche piacervi questo delirio dalle Terre del Sol Levante.

Proprio così, avete capito bene: è un ristorante a tema… in cui il tema è per l’appunto il bagno, declinato in ogni singola sua forma. Si mangia sopra grandi lavandini; ci si siede su tazze del water su misura. I cibi sono a forma di escremento, ed anche i piatti spaziano in un range che va dal bidet alla vasca da bagno; inoltre non esistono tovaglioli, ma ci si pulisce la bocca usando rotoli di carta igienica.
“Mio figlio era disgustato”, dichiara la signora Lin Li-ju: “non sapeva se sarebbe stato in grado di finire il cibo”. Ma Yang Chung-chi, il direttore del locale, è felice del lavoro: “i clienti sono entusiasti; molti vengono al ristorante con una macchina fotografica, perché si tratta di un locale piuttosto inconsueto”.

16 pensieri riguardo “Wc-Top-Ten

  1. sono sconvolta… sento che sta per partire una risata infinita…ma il Topografo è pavese, o almeno ha antenati pavesi? come giustifica questa richiesta folle?p.s. per la colletta ci sto, mi pare una nobile causa, ma prometti di non usare i tuoi amati lettori per ritrovare la tua naturale regolarità 

  2. 1- il ristorante è bellissimo!!io ci andrei subito!2- spero vivamente di non trovarmi MAI a farla col moroso…potrei morire.3- tu non stai bene.per svariati motivi.ma sicuramente per il desiderio di quel wc medievale che a me sa tanto di tortura…bacichiara

  3. In realtà è una top twelve, ma ti perdoniamo l'imprecisione in virtù della quantità di risate provocata da questo post: in particolare il video con il bambino (guardate come sorride divertito) mi ha fatto scompisciare ^_^

  4. Layla, non ho assolutamente idea del perché il Topografo nutra questi strani interessi, ma in ogni caso garantisco che sarò vicina a voi lettori nel modo più appropriato! Potrei far incidere i vostri nickname sul legno del trono, ad esempio…Chiara, figurati che invece io ho conosciuto delle persone che trovavano assolutamente normale il fatto di vedere il marito o la moglie sul water ("abbiamo diviso tanta intimità, perché mai questo dovrebbe scandalizzarci"?). Mah… :-SStella, ma certo: io voglio questo bagno e anche questa camera da letto… non ci starebbero benissimo, assieme? :-DDaniele, ma proprio al numero 11? E' inquietante… :-SClaudio, ma dove ce lo vedi, tu, il sorriso divertito di 'sto povero bambino? A me sembra terrorizzato!

  5. Il problema del bagno che hai scelto è l'assenza di fogna, non so se mi spiego ;-)Condivido il desiderio di una camera da letto-libreria, bellissima!!Cmq, mancano i bagni giapponesi ipertecnologici; ce ne sono certi che quando entri nella stanza alzano automaticamente il coperchio O_OAerie

  6. Bleah, com'è che mi viene il vomito solo a vedere quella pietanza?? Mai in quel ristorante, io! Come anche la "comunanza evacuativa" col coniuge, be', non fa per me!Invece sai che il cono non mi dispiacerebbe? Risolverebbe il problema dei bagni pubblici per noi donne. E il bagno londinese… be', di sicuro non riuscirei a rilassarmi ma mi piacerebbe provarci! ;-)

  7. Aerie, scusa, ma ti pare che io vi proponga un bagno senza fogna?! :-PQuesto qui è un bagno perfettamente funzionante, con scarico e tutto: semplicemente ha un design… un po' particolare!Lo produce la ditta Herbeau, ed è un bagno con tutti i carismi: per tirare l'acqua devi schiacciare sulla placca in porcellana (che ha incisi sopra alcuni versi a tema); e, per tutto il tempo in cui resti seduto, il water suona questa antica musichetta medievale.Quando hai fatto tutto, parte anche uno scampanellio festante.Non è FANTASTICO? *__*Allora, allora, chi si organizza per gestire la colletta?Chiara: ne deduco che tu non vorrai contribuire alla colletta? ç__çNaco, tu sì che mi capisci! :-DFlalia, in realtà i coni si trovano abbastanza facilmente (io ne ho già visti, in giro, anche qui in Italia). In effetti penso siano stati pensati proprio per quello, a ben vedere :-)

  8. Io avrei delle domande, si.1. Non so bene come funzioni una lavatrice. Cioè, so quello che ogni maschio sa, e cioè che ti lava i vestiti se qualcuno ce li mette dentro, facendola partire u.u… Ma mi chiedo, per far funzionare lo sciacquone con l'acqua di scarico dell'elettrodomestico, bisogna per forza far prima un lavaggio? E se una notte si è presi di quella che comunemente e cruscamente chiamasi pisciarella?2. Vorrei chiedere al signor urologo statunitense, ma poi, dopo aver fatto uso della sua stupenda invenzione, dovrei portarmi dietro quella mazza pronta a rumoreggiare, come una bottiglia mezza vuota, ad ogni passo?Eh no…perchè a me un bastone della pioggia per il mio diciottesimo compleanno l'hanno regalato pure… Però è finito dritto dritto in cantina.3. Nel bagno campo di calcio serve anche un arbitro per ufficializzare il gol?

  9. Faccio una glossa al geniale commento di Cappellai0Matto per dire che, secondo me, la mazza da golf semipiena di pipì non va portata in giro, men che meno affidata al caddie, ma bensì deve essere svuotata discretamente dal golfista nei pressi dell'albero più vicino. Oppure in una buca, così poi quando ignari giocatori manderanno la propria palla in buca, si accorgeranno che galleggia…

  10. Stupenda idea, Claudio,  i giocatori di golf qualche scherzo se lo possono permettere, considerando i costi dello sport in questione !Che bella scenetta mi hai fatto immaginare…..Ornella 

  11. ROTFL.Io sono fermamente convinta che uno scambio di battute come quello che si è appena verificato fra il Cappellaio Matto e Claudio, sia sufficiente per dare un senso alla blog-esistenza di qualsiasi internauta: è per questo genere di cose che la gente tiene un blog!! :-DD(Per sentir due tizi che parlano di dove svuotare una mazza piena di pipì stantia. ).Comunque, ho la netta impressione che la soluzione prospettata da Claudio (quella della buca, intendo), sia decisamente la migliore.Non ho idea se serva un arbitro per ufficializzare il goal, ma comunque non siamo noi donne quelle che sono abituate a farla in una fila di urinatoi messi l'uno accanto all'altro nei bagni pubblici senza neanche un po' di privacy, che orrore! (Cioè, voglio dire: visto che i bagni pubblici per uomini sono una specie di ammucchiata di gente che fa la pipì l'uno accanto all'altro, al limite, si può sempre chiedere a qualcuno…).In compenso, tu ci scherzi, Cappellaio, ma sulla lavatrice mi sono posta le stesse domande per davvero. Alla fine ne ho concluso che probabilmente lavora così: quando la lavatrice è in fase di scarico, ovviamente puoi usare l'acqua come scarico del water; quando la lavatrice non ha più acqua all'interno, immagino che si usi il metodo lo scarico normale (ci sarà di sicuro); a rigor di logica, (perché se no non servirebbe a niente), immagino che la lavatrice abbia anche un piccolo deposito in cui viene immagazzinata l'acqua di scarico "ancora inutilizzata", che può essere usata come scarico del wc alla bisogna. (Immagino che sia così, perché se no non ci sarebbe nessun risparmio reale, no?).Ma son solo supposizioni mie, eh!

  12. Tutto molto interessante, però… il Topo non è Pavese, in effetti non pensava a sì dotta disquisizione, ma come dimenticare l'ipertecnologico Jap? Toilet con bidet, riscaldamento, regolazioni, magari anche analisi di laboratorio…Astrid & Topografo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...