La desaparecida

“Ah, e senta una cosa… Mi diceva sua mamma che Lei è appassionata di Santi?”.
“Ghm”.
“Ah che bello! Piacciono moltissimo anche a me. Se ha notato, in sala d’attesa ho appeso tutta una serie di quadri di Santa Apollonia”.
“Gh”.
“È la Santa patrona di noi dentisti, come ovviamente sa. Ah, a proposito: vuole vedere il suo dente?”.
“Gggghhhhnnnnn…!”.
“Eccolo qua”.
(Aiuto, è enorme e gronda sangue. Santa Apollonia proteggimi tu, ché sennò svengo).

“Vede? Era tutto marcio”.
“Ghm”.
“Se lo vuole portare a casa?”.
“Mcchschif”.
“Nonnonnò, continui a mordere il tampone!”.
“Mgh”.
“Brava. No, perché c’è gente che li rivuole indietro, i denti. E comunque, in ogni caso, volevo chiederle…”.
“Gh?”.
“Io appunto sono molto devoto a Sant’Apollonia che è la mia santa patrona, però mi hanno detto che in giro per il vasto mondo ci sono anche degli altri Santi che sono patroni dei dentisti. O che vanno invocati contro il mal di denti”.
“Mgh”.
“Però non sono mai riuscito a trovare i nomi di questa brava gente”.
“Ghm”.
“Non è che per caso Lei è in grado di aiutarmi? Qualche dritta su dove cercare, un elencuccio, qualche cosa?”.
“Ghh…”.
“Guardi: senza impegno. Però, Le sarei veramente grato!”.

Ecco a voi una new entry nell’ormai vasta collezione “episodi surreali della vita di Lucyette”.

P.S. Questo post ha lo scopo (secondario) di aggiornare questo blog e lo scopo principale di annunciare che, , sono e sarò un po’ latitante, ma, no, non sono morta. Come forse avrete intuito (aehm) mi è stato tolto un dente, e il decorso si sta rivelando un po’ fastidioso e un po’ lunghetto.
Niente di che, per carità… ma può darsi che questo blog si prenda una breve pausa fintantoché la sua proprietaria continua a nutrirsi di pappette e a intontirsi di analgesici (che le danno sonnolenza, e le fan passare la voglia di scrivere).
Ma tornerò!!

15 pensieri su “La desaparecida

  1. giudig ha detto:

    Guarda di guarire alla svelta! ‘Sti denti che tristezza. Fanno penare per spuntarli(chiedi a tua mamma se hai avuto noie), per mantenerli(un sacco di soldini ai dentisti) e per toglierli. Lo stai vivendo adesso! Sant’Apollonia ti protegga e ti faccia guarire presto.

    • Lucyette ha detto:

      Oh beh…
      Fatto sta che, dopo l’estrazione, ho avuto qualche giorno di malessere. Fra una cosa e l’altra, non sono uscita di casa per tutta la settimana. Solo oggi mi sono avventurata fuori, e mi sono re-infilata i pantaloni che erano stati untilizzati per giorni e giorni…
      …oh: ho perso un sacco di peso, a quanto pare! :-|

      Potremmo spacciarlo come rimedio infallibile per tutte quelle che si angosciano per la prova costume! :-PP

  2. Diego ha detto:

    Che brutta cosa andare dal dentista… una volta gli ho detto addirittura che lo avrei pagato di più se NON mi avesse fatto niente!
    Hai tutta la mia solidarietà!

    • Lucyette ha detto:

      Oh beh, anche nel mio caso c’è stata una scenetta buffa…
      Mia mamma mi accompagna nello studio del dentista e poi resta in sala d’attesa. Io entro nella… ehm, come la definisco? La stanzetta vera e propria con poltroncina e trapano, insomma. Mi faccio visitare, il dentista fa quello che deve, e poi rimango lì cinque minuti in attesa di riprendermi.
      Frattanto, l’assistente del dentista va a recuperare mia mamma in sala d’attesa e le comunica, anche con aria un po’ dispiaciuta: “eh, purtroppo abbiamo dovuto togliere il dente…”.
      Mia mamma fa un sorrisone: “oh, MENO MALE!!”.
      “?”.
      “No, nel senso: tolto il dente, non c’è più niente da fare. Meglio così, che dover venire a farsi trapanar la bocca per altre due o tre volte!”.

      Beh: in effetti… :-DD

  3. Daniele ha detto:

    Povera Lucia o.o
    Che dici è dolorosa l’estrazione. o è peggio dopo quando passa l’anestesia? :S
    Episodio veramente al limite del realistico comunque :P

    • Lucyette ha detto:

      Dunque: adesso mi dilungo un po’ nei dettagli perché, prima di andare dal dentista, io ero letteralmente terrorizzata – magari passa di qui qualcuno di altrettanto terrorizzato, e gli fa piacere leggere come è andata a me :-D

      L’estrazione è assolutamente indolore, l’unica cosa che senti è una forte pressione (ma assolutamente nessun dolore) quando stanno per toglierti il dente. Paradossalmente, la parte più fastidiosa dell’intervento per me è stata l’anestesia: vai a capire come mai (forse anche per la mia tensione) ma subito dopo le iniezioni non mi sono sentita molto bene. Ma l’estrazione è assolutamente indolore, e… beh: quando passa l’anestesia, il dolore c’è, ma d’altro canto prendi subito un antidolorifico e, con quello, lo tieni assolutamente a bada.
      :-)
      Quello che sta dando fastidio a me è più che altro un vago senso di malessere generalizzato (un po’ come quando hai qualche linea di febbre) e soprattutto un bel po’ di nausea. La nausea è una reazione tutta mia personale – nel senso che, da sempre, quando c’è qualcosa che “non va” nel mio organismo, a me viene la nausea. Ad alcuni viene il mal di testa, ad altri la febbriccola: a me viene la nausea.
      Solo che adesso sono in circolo vizioso di “forte nausea” + “dieta liquida” (con alimenti che dopo qualche giorno mi disgustano proprio solo al pensiero) + “colluttorio disgustoso che in effetti non aiuta” + “doversi forzare a mangiare ad ogni costo, altrimenti non puoi prendere le medicine”… Ma il problema è proprio solo questo: ho la nausea perché non sto tanto bene, ed essere costretti a mangiare gelati dolciastri non aiuta un granché a sentirsi meglio :-P
      Ma perché non fanno un gelato al gusto di salsiccia? Sarei disposta a dare un rene, per un budino alla salsiccia! ;-PP

      Comunque di per sé l’estrazione è assolutamente indolore, e anche il dolore “dopo” è perfettamente sopportabile. L’unica cosa che mi sta veramente facendo cader le braccia è la dieta a base di gelato… ma se sei uno a cui piacciono i sapori dolci… ;-)

  4. nihilalieno ha detto:

    Anche il mio dentista aveva l’irritante abitudine di tartassarmi di domande mentre ero a bocca spalancata con un sacco di aggeggi in bocca… per fortuna, alla fin fine, conversava molto bene anche da solo.

  5. Emilia ha detto:

    Un sacerdote che conosco è un vero espertone di santi: proverò a contattarlo e a chiedergli un parere, dato che ora non è più nella mia comunità.

    Potresti invocare anche santa Patrizia vergine, venerata a Napoli: qualcuno strappò un molare al suo cadavere (urgh!) e da esso uscì del sangue, che fu raccolto in alcune ampolline dalle compagne della santa. Il molare e un’ampolla sono conservati in un reliquiario e ogni 25 agosto, “dies natalis” della vergine, il sangue si liquefa.

  6. Andrea ha detto:

    un post, due scopi (principale per farci sapere che stai bene e tutti ne siamo più che felici, secondario per aggiornamento del blog) e una indicazione tra le righe; sappiamo che da quattro anni vivi a Pavia ma evidentemente dal dentista vai ancora a Torino!
    p.s. ha avuto modo di assaggiare la focaccia… non mi viene in mente il nome… buona, molto buona ma mi aspettavo qualcosa di più, deludente il salame cotto non è salame non è cotecchino è un qualcosa che ricorda vagamente sia l’uno che l’altro.

    • Lucyette ha detto:

      :-)
      In realtà, la visita dal dentista è stata un po’ rocambolesca…
      Giovedì Santo, per puro caso, mi rendo conto di avere un buco in un dente. Sono a Pavia, ma sto per tornare a Torino, e mi fermerò lì per tutta la settimana dopo Pasqua. Lo dico a mia mamma, e lei mi dice che, per puro caso, da tempo aveva prenotato un appuntamento per se stessa dal dentista sotto casa: un’otturazione saltata, niente di urgente. Lei mi cede il suo appuntamento e io ne approfitto, visto che in genere le liste d’attesa dei dentisti sono abbastanza lunghe (e metti mai che, a forza di aspettare, il dente cominci a darmi qualche fastidio…).
      Insomma, ho approfittato di questa comodità… però in condizioni normali non sarei tornata apposta da Pavia :-)

      Commenti gastronomici: sì, vero? Il salame cotto non piace molto neanche a me: non è che mi dispiaccia… però il salame crudo è decisamente meglio. Per la focaccia di Recco… uhm, forse ero io ad aver creato aspettative alte :-D Però sono contenta di sapere che è piaciuta, tutto sommato… a me piace proprio tanto!

      • Andrea ha detto:

        nessun problema, anzi se hai altre indicazioni di cibi particolari sono ben venuti; sono spesso in giro per lavoro quindi ho molteplici occasioni di poter assaggiare cose diverse dal mio mangiare abituale e ci tengo a farlo in più, dopo 40 anni di dipendenza dal fumo, essendomene liberato torno a sentire i veri sapori quindi è per me doppia soddisfazione il gustare cose diverse!

        in o.t. con il discorso gastronomico ma perfettamente in tema con il post
        vista la tua preparazione su santi e martiri avrei una curiosità che potresti soddisfare; ho in hard disk una immagine di un quadro (bassa definizione ma perfettamente visibile eventualmente te la posso inviare) dove ad una persona legata per mani e piedi vengono tolti gli occhi, non conosco autore e titolo del quadro per cui non so neanche chi possa essere il condannato e per avere una indicazione lo chiedo a te, potersti darmi inidicazione su chi potrebbe aver subito tale tortura?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...