Ad ogni buon conto, addio

Avete presente, il satellite in caduta libera?
Quello che stasera sorvolerà l’Italia e rischia ipoteticamente di far cadere i suoi detriti sul Settentrione?
Ecco.
La cosa si presta ovviamente a battutine e frizzi e lazzi (è ovvio): ad esempio, qualche ora fa, leggevo lo status di una mia amica la quale si augurava ironicamente che il satellite cadesse in testa a un tizio di sua conoscenza, che le sta antipatico e che vive al Nord.
I suoi contatti commentavano l’eventualità, lanciandosi anche in calcoli probabilistici:

Ed è a quel punto che sono intervenuta io:

Pensavo che la cosa fosse morta lì; e invece no.
L’ipotesi, oltre ad essere stata giudicata molto probabile dall’amica jettatrice, è stata ventilata, a distanza di pochi secondi e in maniera del tutto indipendente, da un collega torinese. “Hihihihi, il satellite dovrebbe passare proprio su Pavia: ce l’hai pronto, l’ombrello?”.

Nell’arco di due ore, mi sono arrivati sei sms dai toni canzonatori. Ho contestualmente appreso che una nota informativa del CNR, in cui si descrive la traiettoria prevista del satellite, comprende una cartina in base alla quale… beh… oggettivamente, mi sento anche di giustificarli, gli sfottò:

“Hihihi, fammi ricordare… chi è quella jellata che un giorno mentre andava a scuola in un giorno di forte vento s’è vista cadere addosso un grosso vaso di gerani?”.
“La stessa che a cui il vaso è caduto sullo zaino e non in testa, Compagno di Classe. Mi sembra un segno incoraggiante”.

“Hihihi, Lucia: e se il satellite ti cade addosso?”.
“Lo giudico improbabile”.
“Ti ricordo che sei quella a cui è entrato in casa un uccello vivo dal tubo di areazione dello scaldabagno a gas: lo giudicavi probabile, quello?”.
“…”.

“Lucia, non preoccuparti: volevo darti una buona notizia. La Protezione Civile dice che il satellite in caduta non può radere al suolo edificio alcuno; quindi, non ci saranno danni”.
“Bene, son contenta”.
“Però dice che se cade su una casa sfonderà completamente il tetto, quindi non bisogna stazionare nei piani alti delle case”.
“Ah”.
E tu non abiti all’ultimo piano? Hihihihihi!!!”.

“No, ma figurati, io non sono affatto preoccupata”.
“Oh, bene!”.
“Però sono preoccupata per la mia amica Lucy, seriamente. È la persona più sfigata che io conosca al mondo, giuro”.

“Lucia, piccina mia… e se il satellite ti cade in testa?”.
Mamma! Non anche tu!”.
“Beh, è possibile. Conoscendo la tua sfortuna, è possibile”.
“In quel caso, ti consolerai sapendo che ti ho voluto tanto bene”.
“Sì. E il blog?”.
Cosa c’entra il blog?”.
“No, dico. Il blog. Dove c’è tutta quella gente carina che dice che sono simpatica perché ti ho paragonata a una prostituta itterica. Che gentili. Bisognerà avvisarli”.
“Avvisarli de che?”.
“Del fatto che ti è caduto in testa il satellite”.
“Aehm… bene, li avviserete…”.
“Ma non so come si fa!”.
“D’accordo. Telefona a Claudio e chiedigli per favore di farlo in nome tuo, lui è un blogger”.
No!!”.
“Perché no?”.
“E se poi il satellite cade anche addosso a lui?”.
“…”.
“Beh: non abita così lontano!”.
“…”.
“Come facciamo?”.
D’accordo… Allora scriverò sul mio blog un post di addio in cui avviso i miei lettori del fatto che, se smetto improvvisamente di aggiornare, è perché m’è caduto in testa il coso”.
“Sì, sarebbe ottimale. Tutti quei gentili signori che mi dicono che sono simpatica. Se lo meritano. Devono essere avvisati”.
“Okay… d’accordo…”.

E dunque, lettori: le cose stan così.
Se d’ora in poi non aggiorno più il mio blog, sapete la ragione.
C’è talmente tanta gente che è convinta che il satellite mi precipiterà addosso, che mi porto avanti con le pratiche. Potrebbe sempre trattarsi di una premonizione collettiva o cose del genere, che ne so.

Quindi, ci siam capiti?
Se scompaio, è per via del satellite.
Vi ho voluto bene.
Ciao.

***

“Così va bene, mamma?”.
“Sì, direi di sì”.
Uhm. Però poi dovrete aggiungere la scansione di un quotidiano, in caso. Una qualche prova”.
“Una prova di che?”.
“Una prova per dimostrare che sono morta per davvero, altrimenti la gente non ci crede. Voglio dire: tu ci crederesti?”.

Mi guarda.
La guardo.
Ci guardiamo.

“Okay, no, hai ragione tu: ci crederebbero. Colpita in testa da un satellite. È verosimile. Effettivamente, ora che ci penso, è il tipico modo in cui io potrei morire”.

24 pensieri riguardo “Ad ogni buon conto, addio

  1. NB, nel caso in cui non si fosse capito: STO SCHERZANDO.
    Cioè, non vorrei che poi uno passasse di qua e cominciasse a pensare "oddio ma io abito proprio in quelle zone all'ultimo piano e dunque sto per morire, stiamo per morire tutti, AAAAARRRRRGGGH".

    In realtà, i vari organi di informazione, (soprattutto quelli che non hanno nemmeno l'esigenza di fare il titolone caldo a effetto) sono concordi nel dire che non c'è pericolo. Quindi, niente panico.

    Anche perché, ripeto: se proprio il satellite dovesse cadere in testa a qualcuno, quella sarei io ;-) ;-) ;-)

  2. Scusa, mi dispiace dirlo ma quando ho sentito questa cosa del satellite, prima mi sono preoccupata per me… poi… ho pensato a te! Comunque vedrai che non ti cade un satellite in testa… nel caso, Claudio potrà sempre avvisarci tramite commento sul blog

  3. “Ti ricordo che sei quella a cui è entrato in casa un uccello vivo dal tubo di areazione dello scaldabagno a gas: lo giudicavi probabile, quello?”.

    Ci credi se ti dico che dal comignolo della mia caldaia a gas una volta è entrato un passero che poi si è messo a volare in cucina?

  4. Ti conviene fare qualcosa di GRANDE ma veramente GRANDE ora che puoi…  qualcosa che lasci un segno cristiano sulla terra.
     Pensaci, la prima Beata (ma non mettiamo limiti alle tue capacità, anche di più) uccisa da un satellite… ma te lo immagini? Santa Lucy martire dello spazio…
     E noi diremo "Si, io una volta pensavo a lei e mi è accaduto questo fatto straordinario…"

    Antonello (che stà anche lui sulla traiettoria)

  5. Non posso che quotare il commento di Antonello!!! ahahahhaha

    Potresti preparare dei "santini" con la tua effigie …. mi vedo la rappresentazione del tuo "martirio" come San Ventura (non mi ricordavo il nome del monaco raffigurano con la testa divisa in due, con l'arma conficcata, e ho trovato questo http://www.santiebeati.it/dettaglio/91158)… se vuoi posso fartela in photoshop :o)

    In attesa di avere news sull'accaduto ti mando un sorriso (questo non dovrebbe fare danni) :o)

  6. ieri sera ho giusto aggiornato il mio stato di FB con un messaggio che diceva più o meno: "con la fortuna che mi ritrovo in questo periodo, sicuramente domani mi cadrà un pezzo di satellite in testa (e non quello da pochi etti…)"
    (anche io sono in traiettoria)
    Ovviamente anche io ho ricevuto commenti della serie "fammi sapere dove sei domani sera…così vado dalla parte opposta!"

    Dopo aver letto il tuo post, mi sento meno sola

  7. Dovrebbe cadere di sera, attorno all'ora di cena…
    direi che si può organizzare cenetta in una qualche taverna del centro invece che sul terrazzo, no?
    è vero che la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo, me se si può parare il colpo…
    poi hai solo il tetto da riparare! allora penserai che era megliio restarci sotto! (scherzo ovviamente).
    Auguri…

    Diego

  8. Sfiuuuuuù, meno male! Ero indeciso se fare un salto a Pavia ieri o oggi, e alla fine ho deciso di andare a Pavia ieri: oggi sono a Milano, che è un filo più lontana dalla traiettoria! ;-)

  9. Ti immagini… Santa Lucia, protettrice degli astronauti e di tutti quelli che cascano dalle nuvole U_U Eroica martire della scienza XD

    Vabbè dai, non siamo pessimisti su, va bene che hai avuto una certa sfortuna in questi anni XD Però ora non esageriamo, ci sarà sempre qualcuno più sfortunato in giro….

    … forse.

    Daniele

  10. AGGIORNAMENTO DELLE 12:53

    ‎"Ehi, Claudio! Ma ci crederesti? E' da stamattina che litigo con mia mamma perché PRETENDE che io venga a passare la notte a casa tua, visto che abiti al pian terreno. ROTFL".
    "Ma se vieni qui, stasera un rottame colpirà questo palazzo e lo distruggerà!! Resta pure dove sei, amore: RESTA PURE DOVE SEI…".

  11. É bello apprendere minacce di tale portata direttamente sul tuo blog, realizzando che, essendo nella tua stessa fascia, non corro pericolo alcuno :P (commentino rincarante che fa sempre bene).

  12. Flalia, facciamo così: se da questa sera non aggiorno più il blog, potete pure considerarmi morta. Anche senza l'aggiornamento di Claudio o di altra gente :-P
    (E adesso è la volta buona che il satellite cade altrove ma in compenso il computer mi si rompe, cosicché voi cominciate a far dire Messe funebri alla mia memoria mentre io cerco un Internet Point :-PP)

    Ago, invece il mio uccello è entrato in casa mia mentre ero in vacanza.
    Intrappolato in casa, è morto di fame e di stenti (poraccio).
    Dovendo scegliersi un posto in cui morire, è andato a nascondersi DIETRO a un mobile.
    Ho ritrovato la salma alcuni MESI dopo, mentre facevo le grandi pulizie: per tutto il resto del tempo, avevo convissuto con questo cadavere in decomposizione.

    Antonello, Marinz, Daniele: voi testimonierete a mio favore presso la Congregazione delle Cause dei Santi, vero?! :-DD

    Pepita, IlParra, Filippo: tranquilli.
    Siete in una botte di ferro.
    Se deve cadere in testa a qualcuno, cadrà in testa a me :-P

    Diego, Astrid… beh, scherzi a parte. Poniamo pure che la Protezione Civile annunci che un satellite intero si spiaccicherà proprio proprio sul tetto di casa mia.
    Faccio sempre in tempo a passare una mezz'oretta nell'androne del condominio a giocare a carte coi miei dirimpettai di pianerottolo, al limite ;-) ;-)

  13. Ehm.
    Le mie parole esatte sono state:
    "Amore, resta dove sei: almeno uno dei due deve sopravvivere".

    Si trattava insomma non già di bieco egoismo, bensì di alto esercizio di responsabilità.
    Come quando gli israeliani mandano i figli a scuola su due scuolabus diversi, nell'improbabilità che esplodano tutti e due.

  14. P.S. e comunque, prima ho provato a convincere Lucia a prendere il treno e venire a dormire qui stasera, ma lei ha ripetutamente ed ostinatamente detto no.
    Se dovesse morire, almeno avrei la coscienza a posto.

    P.P.S. al suo rifiuto, ho cominciato a pregare per la sua incolumità, e lei mi ha rimproverato.
    "Smetti immediatamente di pregare!!!"
    Tsè.

  15. Sì: ha provato a convincermi perché ha letto i consigli della Protezione Civile (di evitare i piani alti) e s'è pentito delle sue azioni… tsk!
    Ma ormai è troppo tardi, tiè u__u

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...