Peccatori o eletti? Gli ammalati nel Medio Evo

Presumibilmente, mentre leggete questo post, la sottoscritta si trova nel letto di casa sua e affronta rassegnata la sua convalescenza dopo un piccolo intervento. “Rassegnata” non è un aggettivo che si confà a una Brava Ragazza Cattolica alle prese con la malattia, mi direbbero fior fiore di agiografi medievali. La malattia si accetta con disperazione […]

Read More…

[Ma che sant’uomo!] Sara – la – Kali

Mentre Maria di Magdala veleggiava serena verso l’infinito e oltre, custodendo nel suo grembo un piccolo fagotto in cui era avvolto il Sacro Graal, sua sorella Marta le lanciava occhiate inquiete, seduta accanto a lei sul ponte della nave. “Non lo so, Maria… tu sei proprio convinta che sia la scelta giusta?”. “Ma certo che […]

Read More…

La monaca di Watton

Aelred di Rielvaux si lasciò scappare un mugolio di disperazione. “No, aspetta, non dirmelo. Non dirmelo. Vediamo se indovino. È successo al priorato di Watton”. Il segretario abbassò lo sguardo con aria imbarazzata. “Ehm. Proprio così, signore”. Aelred alzò gli occhi al cielo, come ad invocare un po’ di pazienza. “Ma ci credo”, sbottò. “In […]

Read More…

[Pillole di Storia] La donazione di Costantino

Correva l’anno 315, a dar retta alla leggenda. Costantino, tutto contento, avendo appena festeggiato la sua vittoria su sui suoi nemici, era andato a letto una sera con un sorrisone a trentadue denti… e s’era risvegliato la mattina dopo con uno strano senso di malessere. Presente, cosa intendo? Come quando stai covando una malattia. Ora, […]

Read More…

Quei buffi mattacchioni dei Santi cefalofori

Arieccomi tornata, dopo una lunga pausa causa influenza. Peraltro, vorrei che fosse messo agli atti: io mi ero portata avanti con i post in modo tale da essere “coperta” anche in caso di contrattempi; ma, verso la fine di Carnevale, non immaginavo di star andando incontro a un mese in cui, a conti fatti, ci […]

Read More…

I Sette Dormienti, trecento anni dopo

Cosa c’entrano i Sette Dormienti con la serie di post “a tema” che anche quest’anno avrei intenzione di proporvi lungo la Quaresima? Oh, c’entrano. A loro modo, c’entrano un sacco. C’entrano eccome, e vi spiego anche come mai: il fatto è che, a un certo punto, i Sette Dormienti si svegliarono. Su questa parte della […]

Read More…

La leggenda dei Sette Dormienti

Sul finire dell’Impero Romano, quando i popoli barbarici stavano cominciando a imporsi nel panorama geo-politico come potenza non indifferente, regnava sugli Unni un monarca di nome Floro. Costui aveva sposato la bella Brichilde, figlia del re dei Sassoni, e da lei aveva avuto tre figli. Il maggiore si chiamava Floro, in onore di suo padre; […]

Read More…

Il Mulino Mistico (e un sondaggio)

Se c’è una cosa che mi fa intristire, è scoprire quante tradizioni popolari si sono perse, pian piano, nel corso della Storia. E dico ahimè “scoprire” perché nemmeno la mia famiglia d’origine, che pure è sempre stata attenta a queste cose, è riuscita nell’improba battaglia di conservare intatte tutte le tradizioni contadine di nonni e […]

Read More…

Rosso Natale

(secondo una antica tradizione apocrifa) Maria filava. A occhi bassi, capo chino, muoveva il fuso con movimenti delicati e attenti. La lana color porpora si ammonticchiava sul suo grembo, e la ragazza spiava il risultato con lo sguardo impaziente ed entusiasta di chi non vede l’ora di portare avanti il suo lavoro. Con quel filato […]

Read More…

L’oro dei Re Magi

Mentre il profumo d’incenso saliva al cielo, Maria contemplava silenziosamente il cofanetto con la mirra. Era uno sguardo fisso, spento; come quello di chi osserva un destino ineluttabile. Si riscosse solo quando suo marito le cinse una spalla per abbracciarla e le mostrò, con un sorriso a trentadue denti, lo scrigno di preziosi che i […]

Read More…