Il Natale che non ti aspetti – con una distesa di cacca nel salotto buono

Immaginate di accompagnare i vostri figliuoli a un mercatino natalizio: decorazioni di agrifoglio, famiglie imbacuccate che comprano gli ultimi regali, tisane calde da sorseggiare, statuette del presepio in bella vista. Immaginate di avere un figlio che si pianta di fronte a un banchetto, e sta lì inamovibile pretendendo che voi gli comprate… un tronco. Sì, […]

Read More…

Father Christmas

C’era una volta Enrico VIII. C’erano una volta la Riforma anglicana, l’odio anticattolico, e un problema da risolvere: e mo’ quand’è che fanno festa grande, i sudditi anglicani? Sì, insomma: il problema era lo stesso di Martin Lutero, in buona sostanza. Il giorno di San Nicola, anche in Inghilterra, era il giorno di festa; il […]

Read More…

Di Gesù Bambino che porta i doni (e di Lucia che lo boicotta)

C’era una volta Martin Lutero. C’erano una volta la Riforma Protestante, la campagna contro i Santi cattolici, e un problema da risolvere: e mo’ chi glieli porta, i regali di Natale, ai bambini dei Protestanti? Sì, insomma: il problema era quello, e non è che ci si potesse girare attorno più di tanto. Fin dai […]

Read More…

Tomtenisse!

  Eddai: non ci credo che non avete qualcosa di simile, in casa. Uno gnometto col cappello rosso e un vestito marcatamente natalizio, da usare come soprammobile nel periodo delle feste invernali. O un pendaglio per l’albero di Natale fatto a forma di gnomo col berretto rosso – tipo quelli che vendono all’Ikea, per capirci. […]

Read More…

Il Natale con i nonni

Ci ho messo sei anni per convincerla. Ci ho messo sei, infiniti, lunghissimi, sfiancanti anni, a convincere il fantasma di mia nonna morta a globalizzarsi un tantinello, e portarmi un regalino in una dannata notte all’anno. E se ve lo steste domandando… no, non sono pazza. *** C’è qualcuno che mi legge dal Sud Italia? […]

Read More…

Il Babbo Natale dei dittatori

In origine, era il demone pagano Morozko, che si celava in mezzo ai boschi e uccideva senza pietà i viandanti, trasformandoli in statue di giacchio. Padrone del gelo e delle foreste e personificazione dell’Inverno, Morozko era un brutto ceffo che assassinava i malcapitati e rapiva i bambini non sufficientemente sorvegliati dai genitori. Se i genitori […]

Read More…