Pillole di Storia

[Pillole di Storia] Indovina indovinello

Dio sia con te, bella signora!
Dimmi, parla subito, all’istante: chi cerchi, cosa hai perduto? Perché piangi? Parla!
E, soprattutto, che cavolo ci fai qui? Non è bene che le donne oneste vaghino per gli orti di prima mattina, manco volessero aspettare i ragazzi, come prostitute! E poi, cosa credi, che io sia contento che tu mi calpesti le piante?!
Sparisci, brutta schifosa, e vattene dal mio orto: va’ a scuola, a imparare qualcosa, o ti riempio di così tante botte che per tre giorni non vorrai più tornare in questo posto!
__________

E’ il copione di uno spettacolo teatrale tardomedievale.
E questo è il mio busillis: indovina indovinello – chi è che sta parlando?

A) Un monaco benedettino che sta curando il suo orto;
B) Un ricco feudatario che se la prende con la moglie di un ‘umile’ valvassore scoperta a passeggiare dove non dovrebbe;
C) Il potente mago che sbeffeggia la donna-guerriera entrata nel suo bosco magico;
D) Gesù Cristo che fa convenevoli con la Maddalena.

Ricchi premi al vincitore.

17 thoughts on “[Pillole di Storia] Indovina indovinello

  1. Sono attratta da Gesù Cristo che fa convenevoli con la Maddalena & un monaco benedettino… Insomma, dai diversi punti di vista sono affini… Anche se in epoca tardomedievale … W LA BLASFEMIA :D Ma io vivo nel 2008… Che tempi!

  2. E sia allora! Io “accendo” la D = Gesù Cristo che fa convenevoli con la Maddalena. Quando ci sono ricchi premi in palio bisognerà pur rischiare & oggi mi sento goliardica ahahah

  3. Uhm… O__O mi verrebbe da dire A ma sarebbe scontato associare l’orto al monaco che lo cura U__u

    D sarebbe ai limiti della blasfemia

    B non capisco che senso avrebbe

    Dico C perchè è la più strana, e se non fosse strana la risposta, non avresti fatto questo indovinello sul blog :P

    Daniele

  4. Aspettavo che partecipasse ancora qualcun altro… :P
    Ma lunedì, quando io torno dall’Università voi avrete la risposta u_u

    (Aehm, più che altro son ancora qui alla disperata ricerca di un ricco premio… :P)

  5. KcMao suggerisce un grosso ragno peloso.
    Non sarà molto in tema con l’indovinello, ma è adatto alla stagione attuale, per cui… perché no? :P
    Lunedì sera scoprirete se siete i (ehm) fortunati vincitori di un grosso ragno peloso.
    (A patto che vogliate darmi il vostro indirizzo, ovviamente: in caso contrario, ci arrangiamo con un ragno peloso cybernetico :P)

    Non siete ansiosi? u.u

  6. Il grosso ragno peloso potrà eventualmente essere sostituito da una innocua mano monca, o un fantasmino fosforescente, o una parrucca da Morticia Addams :P
    (Anche perché non sono perfettamente certa di riuscire a trovare un grosso ragno peloso qui a Pavia: domani parto per un giro informativo fra le vetrine u_u)

  7. Voto per la A…
    Il feudatario non avrebbe detto alla donna di andare alla scuola
    Idem il mago
    Per Gesù, non ce lo vedo dipinto così male, anche perchè dai vangeli risulta un loro primo incontro diverso…

  8. Perché il mago no? :P
    In genere, maghi e diavoli sviluppano sempre discorsi metafisico-filosofici di altissimo livello, in età umanistica: magari ‘sto povero mago voleva interlocutori al suo livello :P

    Comunque… ebbene sì, era il povero Gesù! ;)

  9. Il Luteranesimo era ancora da venire ;)
    E, comunque, non credo proprio che i Luterani siano abituati a dipingere Gesù Cristo come un isterico violento: ecchediamine, son Cristiani pure loro! ;)
    In realtà… è che nel Medio Evo la mentalità era completamente diversa.
    Noi, adesso, se pensiamo a una scena sacra, tendiamo a pensare a un ambiente ieratico, elegante, composto, in cui il Male non si affaccia nemmeno di striscio (o, se si affaccia, è chiaramente contrapposto al Bene).
    L’uomo medievale era molto più realista, e sapeva che fra il bianco e il nero ci sono le varie sfumature di grigio. E non esitava a mettere in scena, anche all’interno di un dramma sacro, episodi molto bassi, o di malvagità pura: il Male esiste, e quindi perché noi non dovremmo rappresentarlo? I drammi sacri della Strage degli Innocenti erano molto crudi, ad esempio; la Passione era realistica fino al punto di essere impressionante (per un uomo medievale, quantomeno :P).

    Ora: è chiaro che qui ci troviamo davanti a un caso-limite, ed è chiaro che lo scrittore di questo ‘copione’ si è evidentemente divertito a calcare la mano. Senza nessunissimo intento anticlericale, però, e senza nessunissima bestemmia: più che altro, il tutto va letto in senso lato, in quest’ottica di compresenza continua di Alto e Basso negli spettacoli teatrali.

    E poi, insomma, diciamo pure che all’epoca non stonava un po’ di sana misoginia, soprattutto nei confronti di questa donna così enigmatica ;) (La Maddalena – o meglio, colei che la tradizione definisce la Maddalena – è molto più emotiva e femminile e ‘fisica’ di Marta, per dire… ;) )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...