Personale

Samarcanda

Quando è venuto il momento di stipulare il contratto con la Telecom per la linea telefonica qui a Pavia, mia mamma ha insistito affinché il mio nome non comparisse sugli elenchi telefonici. Non le piaceva l’idea di far sapere al mondo che a un certo indirizzo di Pavia abitava una donna presumibilmente sola: quando lei aveva intestato la linea telefonica di Torino a se stessa, invece che a suo marito, aveva ricevuto per un po’ di tempo telefonate inopportune in piena notte.
Prevenire è meglio che curare, e dunque il mio numero di telefono è riservato: non compare sugli elenchi telefonici, e di conseguenza non viene nemmeno visualizzato sul display dei telefoni quando io chiamo.

Effettivamente, vivo a Pavia da più di un anno e mezzo e non sono mai stata disturbata una sola volta da chiamate indesiderate. I call center non mi conoscono. E’ indubbiamente una bella cosa.

In compenso, ricevo agghiaccianti telefonate angosciate ad orari che oserei definire improbabili, tutte le sante volte che i miei parenti perdono una chiamata che proveniva da un numero riservato.
Lucia! Sei tu, che mezz’ora fa, ovvero alle quattro e venti del mattino, hai ripetutamente chiamato sul mio cellulare facendo squillare il telefono più e più volte? Che succede, tesorino mio: ti senti male e sei finita al pronto soccorso, un disastroso incendio sta distruggendo la tua casa, un pazzo armato di Kalashnikov sta tentando di ucciderti? Parlami, ti prego: dimmi tutto, come posso aiutarti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...