Personale

Siamo tutti un po’ tennisti

“Adesso eserciterò una lieve pressione nel punto di intersezione dei muscoli epicondilei: mi dica se sente dolo…”.
“AAAAAAAAAHHHHLAPREGOBASTABASTAÈATROCEAAAARGHH!!”.
“Okay, lo prendo come un sì”.
Aaagghh…”.
“Mi dica: Lei usa spesso il gomito? Che so, per il lavoro?”.
“Beh, è da tre mesi che studio ininterrottamente. Ho sempre il gomito piegato: o faccio schemi, o sottolineo. E quando mi interrompo, digito al computer”.
“Tipico. Non ho più dubbi. Signorina, Lei è affetta da una grave forma di epicondilite omerale”.
Ah. Oddio”.
“Conosce già?”.
“No, ma detta così ha l’aria di essere una di quelle malattie che non vorrei conoscere mai. Sto morendo?”.
“Direi di no. L’epicondilite è comunemente nota come gomito del tennista”.
“Ah”.
“Sì”.
“Ma io non sono una tennista”.
“Non importa! Il tennis è un nome, un concetto, una metafora. Serve per identificare una categoria che usa sempre il gomito. Ma l’epicondilite è tipica anche di pianisti, scrittori, e dattilografi. Siamo tutti un po’ tennisti”.
“Ah”.
(Cari lettori che mi avevate pronosticato che ci sarebbe stato molto tennis nel mio futuro prossimo. Lo so che non è colpa vostra, e comunque tengo molto ai miei lettori. Purtuttavia, sto disperatamente cercando di non insultarvi).
“Sì, dottoressa, però a me fa un male atroce, il gomito. È normale che sia così, per il gomito del tennista?”.
“Guardi che l’epicondilite è una cosa seria. Ha un nome del cavolo, ma è seria; infatti io la chiamo sempre così: epicondilite”.
“Ah”.
“Le prescrivo questo farmaco, e questo, e poi quest’altro”. (Seguono farmaci noiosi, costosissimi, e con effetti collaterali assurdi). “Però l’avviso che non serviranno a niente”.
“Ah, ecco. Mi fa piacere”.
“Come ha detto che l’ha sforzato, il gomito?”.
“Studiando”.
“Ecco: l’unica cura è metterlo a riposo”.
“… mi scusi, dottoressa, questa è una bellissima battuta, ma siamo a fine agosto, sono sommersa dagli esami, e insomma non posso proprio, metterlo a riposo”.
“Beh, è l’unica cura”.
“…”.
“È una questione di salute. Smetta di studiare”.

Lucyette è probabilmente l’unica persona al mondo capace di prendersi una malattia causata dallo studio, la cui sola cura è sospendere lo studio.
Lucyette sta per avviare una petizione rivolta a tutte le case editrici italiane ed estere, affinché sui manuali universitari compaia a grandi lettere la seguente scritta: “NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE”.

21 thoughts on “Siamo tutti un po’ tennisti

  1. Questo post ha una precisa chiave di lettura: se non rispondo ai vostri commenti, in questi giorni, non è per cattiveria; è che mi hanno prescritto di usare il meno possibile il braccio destro, (e vedermi usare il mouse e la tastiera con la sinistra, credetemi, è una cosa alquanto comica).Però vi leggo, eh!Non rispondo, ma vi leggo :-D

  2. Ecco la profezia!!!! La barca di San Pietro colpisce ancora :)A parte gli scherzi mi spiace veramente per te… è una cosa fastidiosa e dolorosa e spero che ti passi presto… e purtroppo non potrai rispondere a una questione in sospeso: ti sei ricordata di chiedere i francobolli dell'ostensione? (forse un giorno mi risponderai) :o)Ah ti comunico che ieri sono passato dalla Sagra di San Michele… ma l'ho vista passando per l'autostrada… ero a fare un incontro, nel week-end, a Signol, qualche km prima di Bardonecchia… e potrei avere un aggancio per passarvi qualche giorno, sulla alla Sagra… vediamo come si evolve la cosaIntato buon riposo e buona lettura :)Un sorrisoMarinz

  3. A Charlie Brown era stato diagnosticato distacco e frammentazione dell'epicondilo mediale destro con alterazione dei tessuti intorno al gomito e sospetto di ematoma. Se la cosa può interessarti.

  4. Oltre a dispiacermi molto per te (meno male io avevo pronosticato un'altra cosa…) mi sento anche un po' in colpa perché evidentemente non ho mai studiato con tanto accanimento da procurarmi un'epicondilite o qualsiasi altra cosa!P.S. l'altro giorno ti ho pensata con empatia: stavo guardando un telefilm su mtv ambientato nel mondo della moda; in un ufficio di un'agenzia di moda due giovani impiegate ventenni chiacchieravano anziché lavorare; la capa incavolatissima le ha rimproverate in questo modo: "Ragazze, qui si deve lavorare sodo! Se foste delle bibliotecarie potreste anche perdere tempo a sghignazzare, ma qui siamo in un'agenzia seria!". Come non pensarti? ;-)

  5. Ah, i medici che ti fanno venire un infarto, dicendo nomi assurdi per cose che ne hanno sicuramente uno più semplice!"Smetta di studiare".Tu sei… agli sgoccioli della triennale, o ricordo male? Il periodo in cui uno studia di più, tra tesi ed esami. E comunque, a settembre. 'sta tizia ha un grande senso dell'umorismo, dico davvero.

  6. Stai tranquilla, a mia mamma è passato abbastanza velocemente.. può sembrare strano ma controlla la posizione in cui dormi, se per esempio tieni il braccio sotto il cuscino e si schiaccia può causare male al gomito (ore di scrittura più ore di sonno a sforzare il gomito sono troppe!)Comunque io in luglio ho avuto male allo stomaco e ho scoperto che stavo troppo giù con la schiena e lo stomaco soffriva!Hai ragione, lo studio fa male-parere di umanista :)!Marci

  7. Adesso che ci penso, qualche volta m'è venuto il torcicollo a forza di star china sui libri… qualche acciacchino da studio l'ho avuto anch'io, mi sento un po' meno in colpa!

  8. Sono d'accordo con Stella, solo a te poteva capitare…Se devi scegliere tra lo studio e il blog, io ti suggerisco il blog… così, non per essere egoista…Diego

  9. Se solo potessi scrivere, vi ringrazierei sentitamente per la massiccia dose di supporto psicologico: ma siccome è ancora meglio che non scriva… vi ringrazio lo stesso, ma in tono telegrafico! :-DMenzione speciale comunque al paleografo del commento #8, che mi ha fatta morir dal ridere. Altro che tennista: ma allora ho il gomito dell'amanuense, io!!!

  10. /me immagina la casa di Lucyette con pile di manoscritti da ricopiare, inchiostri, pergamene, candele, colori per le miniature…*____________* Vengo subito a trovarti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...