calendariodellavvento2010 · Pillole di Storia

[8] Madonna del Latte / 1

d55093d66dd7718d3bf8f1b687ca6da301e3e99

Mi perdonerete se la casellina del Calendario la inserisco un po’ più in basso, per stavolta: l’immagine di sopra era così forte che non potevo non collocarla in apertura.
Sissì, avete visto bene. Quella lì, è proprio Maria Vergine.
E… , avete visto bene. Quello lì, è proprio il seno di Maria Vergine.

Stupiti? Scandalizzati? Turbati per la blasfemia?
Beh, non dovreste affatto: quando Ambrogio Lorenzetti dipingeva (nel 1324) questo quadro, (e quando io, seduta al mio pc, componevo questo post specifico), nessuno di noi due aveva intenzione alcuna di essere blasfemo. Anzi. Sia io che Ambrogio volevamo celebrare una delle immagini più belle, più profonde, più gloriose della Natività…
… perché che c’è di più dolce al mondo, di una mamma che allatta il suo bambino?

Sia chiaro: non sono pazza. Non lo era neanche Lorenzetti, sol per quello. Un mucchio di gente, prima di noi due, si è incantato a immaginarsi Gesù Bambino che beve il latte della mamma: le prime parole in lode di Maria si leggono già nel Vangelo di Luca, quando una donna esclama ad alta voce, rivolgendosi a Gesù, “beato il grembo che ti ha portato, e le mammelle da cui hai preso il latte!”.
Perché insomma: ci pensate? È una cosa così sconvolgente da far girar la testa, per chi ci crede: Dio (Dio Creatore Onnipotente!) che si fa uomo e viene sulla terra… e si fa così piccolo, così misero, così indifeso da succhiare il latte dal seno di una donna; stretto fra le sue braccia, bimbo di una mamma. Ma ci pensate, a quale messaggio incredibile sottenda, questa immagine? Lasciamo perdere il presepio, lasciamo perdere il bimbo biondo nella mangiatoia fra il bue e l’asinello: pensiamo a Dio che si disseta al seno della mamma. Ma vi rendete conto di quanto sia sconvolgente, anche solo pensare a una cosa del genere? Leggevo qualche giorno fa la testimonianza di un esorcista, secondo cui il diavolo sarebbe anche stato disposto, in via ipotetica, a sottostare a Dio… ma a un Dio incarnato, mai! A un Dio che nasce uomo e diventa un neonatino fragile, gracilissimo, e indifeso… beh, a quello, mai!
E  in fondo in fondo possiamo anche capirla, la sua logica.

La Madonna del Latte è questo.
La Madonna del Latte, e cioè tutte le rappresentazioni della Madonna che allatta, voglion dire esattamente questo. Voglion dire che Gesù si è fatto vero uomo: che ha sofferto veramente, che è morto veramente; che in quelle ore lì sul Golgota, non è che stesse giocando a briscola. Gesù era Dio, eppure vero uomo: era quello stesso bambinetto che si attacca al seno della mamma, tirandone le vesti o accarezzando la sua pelle. E c’è una bellezza meravigliosamente splendida, se ci pensate, nel quadro di Lorenzetti che vi ho proposto sopra: Maria è seria, consapevole, adulta e concentrata; fissa il suo Bambino, con l’amore di una mamma ma anche con lo sguardo consapevole di chi sa Chi è, il Bimbo che stringe in braccio.
E il Bambino? Beh, lui succhia: lui c’ha fame, succhia; che altro deve fare? Non è un Cristo benedicente, seduto in braccio alla mamma e con il mondo in mano: questo qua è un bimbo che ha fame, vuole il latte, e si rasserena quieto nell’abbraccio della mamma.
Riuscite a immaginare qualcosa di più bello?
Vi viene in mente una immagine migliore, se pensate a Gesù Bambino, neonato, nel presepe?
A me non viene in mente, onestamente: perché questa qua è una scena divinamente umana. La Vergine Maria che scende dal suo trono, per farsi immortalare come madre del suo figlio, (e Padre), nell’atto quotidiano di allattarlo.
Ed il Dio Onnipotente, creatore del cielo, della terra e di tutte le cose che vediamo… che si stringe alla sua mamma, affamato, in un vagito.

Se dovessi mandarvi un biglietto coi miei auguri di Natale, sceglierei – e non scandalizzatevi – un dipinto tipo questo.

Andrea_Solario_Madonna-del-cuscino

 

(Madonna del cuscino verde, Andrea Solario, ca. 1507)

(Continua…)

8 thoughts on “[8] Madonna del Latte / 1

  1. Sì, anch'io preferisco di gran lunga il secondo :-)
    Il primo l'ho inserito perché, in effetti, è… il primo :-P O meglio: non è il primo quadro di Maria che allatta, ma è il primo in cui l'allattamento di Maria è così tanto umanizzato. Prima, i vari artisti avevano sempre dipinto Madonne allattanti secondo i canoni bizantini… che erano molto stilizzati, ieratici, solenni; un po' stereotipati, insomma. Lorenzetti, invece, è il primo a dipingere una Madonna che allatta, in cui Maria non è la Vergine Celeste Assisa In Trono E Bla Bla Bla, ma assomiglia molto di più a una… mamma, col suo bambino, in un atto comunissimo e quotidiano. Insomma, è il primo a rendere così tanto umana questa scena, ecco :-)

  2. Sì, anch'io preferisco di gran lunga il secondo :-)
    Il primo l'ho inserito perché, in effetti, è… il primo :-P O meglio: non è il primo quadro di Maria che allatta, ma è il primo in cui l'allattamento di Maria è così tanto umanizzato. Prima, i vari artisti avevano sempre dipinto Madonne allattanti secondo i canoni bizantini… che erano molto stilizzati, ieratici, solenni; un po' stereotipati, insomma. Lorenzetti, invece, è il primo a dipingere una Madonna che allatta, in cui Maria non è la Vergine Celeste Assisa In Trono E Bla Bla Bla, ma assomiglia molto di più a una… mamma, col suo bambino, in un atto comunissimo e quotidiano. Insomma, è il primo a rendere così tanto umana questa scena, ecco :-)

  3. Mi sembra il post adatto per commentarti con una mia foto scattata nella chiesa della grotta del Latte a Betlemme!
     
    La tradizione dice che nell'allattare Gesù un getto di latte schizzasse via e tutta la grotta divenne bianca!
    Buon proseguimento di avvento, cara Lucyette.

  4. La scena "divinamente umana" è un'espressione ceh mi piace un sacco…
    grazie per questo post (anche per gli altri certo…)

    Diego

  5. Diego, grazie a te per questo commento (e per tutti gli altri, certo)!
    ;-P

    Diggiu, ma che bello! Grazie: non conoscevo questa leggenda, e non avevo mai visto una foto della grotta del latte!
    Certo che… mannaggia: a dar retta agli apocrifi, c'aveva i superpoteri, il latte della Vergine! Gliene schizza una goccia, e tinge di bianco i sassi; gliene schizza un'altra e (secondo una leggenda che conoscevo io) origina la Via Lattea…
    … doveva starci ben attenta, povera donna, con 'sto latte portentoso! Era un pericolo costante… :-P :-P

  6. Sai che alcuni "intellettuali" hanno detto che queste immagini sono mutuate dai miti egiziani, nei quali è presente Iside che allatta suo figlio?

    Ora, non so tu, ma anche io sono stato allattato, ma non credo di essere un dio egizio. Tu per caso sei una divinità pagana? ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...