Personale

Diventare grandi

“Mi è venuta l’alopecia”.
Eh?”.
“L’alopecia. È disastroso”.
“Scusa, eh. Ma dove sarebbe, ‘sta alopecia? Hai dei capelli bellissimi…”.
“Ho l’alopecia alla barba. Tantissima”.
“Alla barba?”.
“Sì. Appena mi cresce un pochettino, si vedono queste enormi chiazze bianche. Devo sbarbarmi tre volte al giorno, altrimenti faccio ridere”.
“…”.
“Sì, divento inguardabile. Sembra che abbia le guance a pois”.

***

“Ehi! Che fai?”.
“Prendo un Moment”.
“Ma sei a stomaco vuoto! Vuoi un Buscofen?”.
“Beh, mi son portata da casa un Moment, non importa… Tanto siamo sedute a tavola: ci serviranno fra poco tempo, no? Io comincio a prenderlo, così fa effetto”.
“Maddai, prendi un Buscofen!”.
“Ma se ti ho detto che non ce l…”.
Ce l’ho io! Eccolo, prendi! Io vado sempre in giro con un Buscofen nella borsa, non si può mai sapere!”.

***

“Sai, Lucia? Io ho un’unghia incarnita, ma così incarnita, che a un certo punto ha perforato la carne ed è uscita dal lato opposto”.
“…”.

***

“Mio padre è diventato cieco a seguito di un’infezione”.
“Occielo. No, scusa… ma in che senso, un’infezione? Cioè… così, dal nulla?”.
“Esatto. Un giorno stava bene, il giorno dopo s’è ammalato, due giorni dopo era diventato cieco da un’occhio”.
“…”.
“Lo so, è terribile”.

***

“Non ci sono gatti in casa tua, vero?”.
“Ehm, no…”.
“No, perché sai. La toxoplasmosi…”.

***

“Ho dell’Amuchina gel, se vuoi, per lavarti le mani. Vuoi?”.
“Amuchina? No, grazie. Sei molto gentile, ma non sopporto l’odore. Quando mi ero appena ustionata il piede, dovevo tenerlo a mollo nell’Amuchina per un paio di ore al giorno e da quel momento mi dà fastidio anche solo l’odore: all’epoca bruciava un sacco, e forse mi è rimasto il trauma”.

***

“Uff! Mi sta dando un sacco di problemi, la pillola anticoncezionale”.
“Ah sì?”.
“Sì! Cellulite, ritenzione idrica, sbalzi d’umore, mi fa male il…”.
Beh, non sei mica costretta a prend…”.
“E ho anche un po’ di nausea!!”.

***

“Lucia, tu hai già fatto la risonanza magnetica, vero?”.
“Sì, perché?”.
“Da uno a dieci, quanto è traumatica per uno che soffre di claustrofobia?”.
“Beh…”.
“Perché so che esistono anche risonanze magnetiche aperte per i claustrofobici, ma dovrei andare fino a Milano e c’è una lista d’attesa lunga. Quindi, mi domandavo: secondo te, se faccio una normale risonanza magnetica e prima mi faccio dare un Valium?”.

***

C’è un momento preciso, nella tua vita, in cui capisci di essere diventata adulta.
Non è il giorno della tua laurea.
O quando inizi a lavorare.
O magari quando ti sposi.
O quando ti danno il “Lei” per strada.

C’è un momento preciso, nella tua vita, in cui capisci di essere diventata adulta. Ed è quando realizzi – con un filo di sconcerto – che tu ed i tuoi amici non fate altro che parlare di malattie.
Malattie, malanni, e acciacchi.

(“Noi però avevamo cominciato attorno alla trentina”, commenta mia mamma, scuotendo desolatamente il capo…)

19 thoughts on “Diventare grandi

  1. Se a qualcuno può interessare, stamattina mi sono anchilosata un ginocchio lavorando in biblioteca (cercando di spostare, a suon di piedate perché non riuscivo a sollevarla per prenderla in mano, una enorme scatola piena di libri).

    Ohio

  2. Se a qualcuno può interessare, stamattina mi sono anchilosata un ginocchio lavorando in biblioteca (cercando di spostare, a suon di piedate perché non riuscivo a sollevarla per prenderla in mano, una enorme scatola piena di libri).

    Ohio

  3. La quasi totalità di questi problemi mi è del tutto nuova, non avevo mai sentito parlare di "alopecia alla barba" et similia. Sicuri di non esservele inventate?

  4. La quasi totalità di questi problemi mi è del tutto nuova, non avevo mai sentito parlare di "alopecia alla barba" et similia. Sicuri di non esservele inventate?

  5. La risonanza magnetica, il Moment a stomaco vuoto e i pediluvi nell'Amuchina sono roba mia, quindi posso garantire in prima persona :-P
    Garantisco pure per l'alopecia alla barba del mio amico, povera stella: una volta l'ho visto con la barba un po' più lunga del solito, ed era maculato :-D

    Per il resto… la toxoplasmosi è una irritante malattia che può creare problemi se la contrai in gravidanza, e la pillola anticoncezionale può effettivamente dare questi fastidi (e infatti non capisco come facciano le donne ad accettare a cuor leggero di prendere una cosa simile… io mi rifiuterei proprio!!). Restano le unghie incarnite e la cecità improvvisa, per le quali debbo effettivamente andare sulla fiducia :-P

    In compenso, il mio ginocchio mi sta uccidendo: adesso provo col Voltaren. Ahio!!

  6. La risonanza magnetica, il Moment a stomaco vuoto e i pediluvi nell'Amuchina sono roba mia, quindi posso garantire in prima persona :-P
    Garantisco pure per l'alopecia alla barba del mio amico, povera stella: una volta l'ho visto con la barba un po' più lunga del solito, ed era maculato :-D

    Per il resto… la toxoplasmosi è una irritante malattia che può creare problemi se la contrai in gravidanza, e la pillola anticoncezionale può effettivamente dare questi fastidi (e infatti non capisco come facciano le donne ad accettare a cuor leggero di prendere una cosa simile… io mi rifiuterei proprio!!). Restano le unghie incarnite e la cecità improvvisa, per le quali debbo effettivamente andare sulla fiducia :-P

    In compenso, il mio ginocchio mi sta uccidendo: adesso provo col Voltaren. Ahio!!

  7. Non si dice "adulta", Lucyette, se iniziate a parlare di malanni siete proprio diventati "vecchi"!

    Io mi sono sentito veramente vecchio circa un anno e mezzo fa. Salgo in treno alla stazione di Pavia ed entro in uno scompartimento. Ci trovo un paio di ragazzine, visibilmente liceali. Una fa all'altra "Pavia? E che cosa c'è a Pavia". Io, ancora dottorando nell'ateneo e figlio di docente, mi sento punto sul vivo e commento "Ma come? A Pavia c'è una delle più antiche e prestigiose università italiane…" e inizio a decantare le lodi dell'antica città e dell'antico "studium". Le fanciulle ascolano interessate e mi fanno domande, ma mi accorgo che mi danno del "lei". "No, ragazze, scusate… non datemi del lei, vi prego… non mi sento così vecchio…" "Ah, scusa… è che, pensavamo…" "Ma dai… che età mi dareste?" "Bah, non saprei…" "Che ne dite?" "Be'… direi…" "Sembro così vecchio?" "Ma no!" "Quanti anni mi dareste?" "Ma no… non tanti…. direi… MENO DI QUARANTA!"

    :-|

    Per qualche istante sono stato tentato di buttarmi dal finestrino: il viale del tramonto era ormai imboccato…

  8. Non si dice "adulta", Lucyette, se iniziate a parlare di malanni siete proprio diventati "vecchi"!

    Io mi sono sentito veramente vecchio circa un anno e mezzo fa. Salgo in treno alla stazione di Pavia ed entro in uno scompartimento. Ci trovo un paio di ragazzine, visibilmente liceali. Una fa all'altra "Pavia? E che cosa c'è a Pavia". Io, ancora dottorando nell'ateneo e figlio di docente, mi sento punto sul vivo e commento "Ma come? A Pavia c'è una delle più antiche e prestigiose università italiane…" e inizio a decantare le lodi dell'antica città e dell'antico "studium". Le fanciulle ascolano interessate e mi fanno domande, ma mi accorgo che mi danno del "lei". "No, ragazze, scusate… non datemi del lei, vi prego… non mi sento così vecchio…" "Ah, scusa… è che, pensavamo…" "Ma dai… che età mi dareste?" "Bah, non saprei…" "Che ne dite?" "Be'… direi…" "Sembro così vecchio?" "Ma no!" "Quanti anni mi dareste?" "Ma no… non tanti…. direi… MENO DI QUARANTA!"

    :-|

    Per qualche istante sono stato tentato di buttarmi dal finestrino: il viale del tramonto era ormai imboccato…

  9. Allora sono vecchio pure io U_u passo le giornate a parlare di malattie, amuchina gel e problemi senili :P

    Tua mamma ha ragione XD nello scuotere il capo XD

    Daniele

  10. Allora sono vecchio pure io U_u passo le giornate a parlare di malattie, amuchina gel e problemi senili :P

    Tua mamma ha ragione XD nello scuotere il capo XD

    Daniele

  11. Stasera al momento del grappino noi qui si parlava di questo blog:
    – uà, l'hai letta l'ultima della Lucietta?
    – no, quello della rosa?
    – no, no, quello delle malattie! dunque io non sono adulto…
    – ah, sì, era la pagina più recente, l'ultimissima…
    – ancora non c'avevi lasciato un commento?
    – mi dite chi è 'sta Lucietta?
    – è una che ha un blog…
    – sì, un blog dove parla di tutte quelle cose, eh…
    – e 'sto blog dove sta?
    – eh, grande la foto col cappello da alpino…
    – cerca quadernetto su google…

  12. Te scherzi sull'alopecia, ma ad un nostro amico è venuta alcuni anni fa e adesso gli sono andate via anche le sopracciglia!
    Ovviamente niente barba e capelli rasati, sempre!

    Io cmq in caso di bisogno prendo anche l'aulin a stomaco vuoto.

    E la toxo l'ho avuta da piccola, perciò sono già a posto!

    Saluti e baci
    Chiara
    un po' vecchia.

  13. Lucyette, allora è peggio di quello che pensavo. Per "inventate" intendevo che sono "psicosomatiche", ma in base a quanto hai detto, c'è proprio da preoccuparsi.

  14. Se può fare sentire meno soli i neo-vecchi del gruppo, mi aggiungo parlando della mia cisti ombelicale. Non vi descrivo i sintomi, sappiate solo ero arrivato a sanguinare e macchiare la biancheria. Una notte, dopo incessanti preghiere di mia madre, il non ancora beato JP II le appare in sogno porgendole una piccola anfora color carne e dicendo "ti faccio un regalo". Contemporaneamente il sottoscritto sognava di rompere le scatole al suddetto papa passando tra lui e il tabernacolo durante sua meditazione. Segue sguardo del proto-beato tipo: "ma proprio a questo quì devo aiutare?".

    Io guarisco dalla cisti però la remissione spontanea è così frequente che dico scherzosamente che aveva da consumare qualche resto dei "punti miracolo" e si è dato a questo "miracolicchio" che non vale niente.

    Emanuele I.S.

  15. Se può fare sentire meno soli i neo-vecchi del gruppo, mi aggiungo parlando della mia cisti ombelicale. Non vi descrivo i sintomi, sappiate solo ero arrivato a sanguinare e macchiare la biancheria. Una notte, dopo incessanti preghiere di mia madre, il non ancora beato JP II le appare in sogno porgendole una piccola anfora color carne e dicendo "ti faccio un regalo". Contemporaneamente il sottoscritto sognava di rompere le scatole al suddetto papa passando tra lui e il tabernacolo durante sua meditazione. Segue sguardo del proto-beato tipo: "ma proprio a questo quì devo aiutare?".

    Io guarisco dalla cisti però la remissione spontanea è così frequente che dico scherzosamente che aveva da consumare qualche resto dei "punti miracolo" e si è dato a questo "miracolicchio" che non vale niente.

    Emanuele I.S.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...