Devozione del Natale

Non sorrido affatto, nel vederti comporre le montagne di sughero nel presepio e collocare le figurine di creta attorno alla grotta. Non mi sei mai apparso tanto uomo come in questo momento, in cui sembri un bambino.

Per incominciare il mio Calendario dell’Avvento, ero incerta fra una citazione di San Josemaria Escrivà o una filastrocca di Rodari. Alla fine ho fatto finta di essere una persona intelligente e ho puntato tutto su Escrivà: perché a quanto pare era un tipo che la apprezzava veramente un sacco, l’arte dei presepi!
Chissà. Magari gli piacerebbe anche il ciclo di post che sto per cominciare: è dedicato ai presepi, a ben vedere.

Essì… perché c’è veramente un piccolo mondo di significati e tradizioni, all’interno di un presepe.
Lo sapevate?
Non è che il presepio si possa raffazzonare a caso: due pecorelle Maria e Giuseppe, un pastorello e via. Un presepio (fatto bene) racchiude dentro di sé un significato immenso e profondissimo, che in grande parte è stato ormai dimenticato.
Facciamo un esperimento: pensate a un presepio – al più bel presepio che abbiate mai visto in vita vostra.
E adesso pensate al secondo e al terzo più bel presepio che abbiate mai visto in vita vostra: non notate delle somiglianze?
Ci sono delle figure che si ripetono sempre, con costanza. C’è il dormiente, c’è il bambinetto, c’è il mercato; c’è il pastore che porta la pecorella sulle spalle; c’è la Madonna in posizione standard e con vestiti perennemente identici.
Vi siete mai chiesti come mai?

Voglio dire: in nessun Vangelo – e nemmanco negli Apocrifi – si legge un passo in cui l’angelo del Signore andò a urlare nelle orecchie di quello sciagurato che se la ronfava della grossa. Eppure il Dormiente è sempre lì, è un must di ogni presepio; e allo stesso modo, la Madonna è sempre in quella posizione; San Giuseppe ha sempre un bastone in mano; il mercato è sempre presente anche se non è citato da nessuna parte; e potrei andare avanti così per tutto il resto dell’Avvento.
Essì: perché c’è una ragione profonda, se noi mettiamo nel presepio una certa statuina. Noi adesso le maneggiamo senza farci caso, ma ci stiamo perdendo la parte più bella della storia: quando le statuette del presepio sono state inventate, sono state inventate in un certo modo perché ognuna di loro aveva una storia alle sue spalle.

Siamo uomini dell’età moderna, e non siamo più abituati a leggere allegorie e metafore: ma se si scopre il significato e la storia di ogni statuetta, il presepio diventa molto più “vivo”. E affascinante.
In fin dei conti è ovvio apprezzare di più una cosa, quando si incomincia a capirla pienamente.

***

Il fatto è che, a dirla tutta, per me non esiste al mondo un Natale senza presepio. Non riesco proprio a concepirlo.
So che alcune persone lo considerano una decorazione ingombrante (vero), un oggetto costoso (in parte), un banale gioco per bambini (niente di più falso). Il presepio è senz’altro un tesoro, per i bambini; ma forse forse è ancor più splendido agli occhi degli adulti. A saperlo leggere, è una vera forma d’arte: e se addirittura San Josemaria Escrivà assicura che il presepio è una cosa seria per adulti, beh, allora posso andar tranquilla.

Io, in questo Avvento, vorrei preparare assieme a voi il mio presepio.
Ci sono tante statuine, in un presepio: e ognuna di loro ha una sua storia, una sua particolarità; una tradizione a cui è legata.
Una statuina al giorno, ogni giorno, per ogni giorno dell’Avvento… ma non sarà un Calendario dell’Avvento noioso: ve lo prometto! Ci sono veramente tante cose curiose da scoprire… e qualche storia che vi interessi, la si trova senza dubbio!

In fin dei conti è per questo – soprattutto per questo – che ho scelto di studiare Storia. Per poter scoprire, e raccontare agli altri, le origini antiche di tutte quelle cose che ormai diamo per scontate.
Oggi faccio una scommessa, e sono abbastanza convinta di poterla vincere. Scommettiamo che, la mattina di Natale, dando un’occhiata al nostro presepio, e soffermandoci sui particolari delle statuette colorate… scommettiamo che le guarderemo in maniera più profonda?
Se capiamo cosa ci vuol dire, sarà quasi come se il presepio ci stesse “parlando”, in qualche modo. Per raccontarci la storia più bella.

© Paulina Mönckeberg

26 pensieri su “Devozione del Natale

  1. Daniele ha detto:

    Mi fa piacere che hai scelto questo tema, anche perchè dopo svariati anni (finalmente!) anche in casa mia ci sarà un presepe decente! Va bene, non so se l’ho già detto, ma i miei hanno in sempre il loro “presepe artistico” esposto, non saprei come altro definirlo, di fine porcellana e blablabla… bello e freddino, che c’è però di più bello del prepararlo, allestirlo con cura, aspettare con ansia di aggiungere il bambinello e preparare casa, e soprattutto noi, alle festività?

    • Lucyette ha detto:

      :-)

      Essì, è proprio vero. Il presepio è bello toccarlo, maneggiarlo, “giocare” con le statuine, allestirlo di volta in volta, e così via dicendo.
      Pensa: i miei genitori hanno sempre amato molto i presepi, col risultato che quando si sono sposati si sono comprati un bel presepino in legno della Anri, “artistico” e anche relativamente costoso. Occielo, niente di che: però quando sono nata io, hanno capito che forse forse non era il caso di farmi giocare con le pecorelle di legno intagliato a mano, sai com’è.
      E quindi avevano comprato per me il primo nucleo di quello che è ormai diventato un grandioso presepio in plastica, “a prova di bambino”, che è letteralmente cresciuto con me di anno in anno.
      E… sì, è proprio vero: anche a me piacciono molto i presepi “artistici”, e sono senz’altro una meraviglia: però trovo che l’allestimento e la preparazione di un presepio “più alla buona” siano davvero un’esperienza impagabile.

      Buon presepio! :-))

  2. Cappellaio Matto ha detto:

    Lasciamelo dire, Lucy. Io ti adoro. Incondizionatamente.
    Certo, in maniera del tutto amichevole ed innocente, s’intende (preciso per evitare di ritrovarmi qualche email minacciosa in casella, eh), ma l’è pur sempre ammirazione!
    Beh, che dire… Sai che ho sempre seguito con molto interesse i tuoi calendari dell’Avvento, dato che la passione per il periodo natalizio (e tutto ciò che lo circonda) ci accomuna, ma quest’anno, lasciatelo dire, ti sei DAVVERO superata! Olè!
    Da grande appassionato di presepe non potrò che leggere avidamente ogni tuo post. Ottima scelta di tema!

    Ricordo quando iniziavo a tormentare mio padre, da bambino, a metà novembre. La ricerca del/dei pastore/i nuovi, con largo anticipo, da inserire alla calca mostruosa che era il presepe della mia infanzia. Sì, perchè crescendo il numero di statuette ogni anno, si era arrivati ad un punto che non si riusciva a metterle tutte! Oggi, nel fare il mio, sono un po’ minimalista (dato che mi piacciono molto i paesaggi poco affollati), ma allora era un vero e proprio divertimento. Io, mio padre e mio fratello.
    Adesso, a farlo, son solo io, ma vabbè.
    Quest’anno, comunque, ho deciso di darci un taglio con le misure. Dimezzo. Voglio qualcosa di più intimo, il cui insieme possa essere abbracciato con un solo sguardo.

    Tra una decina di giorni, quindi, si inizia! Nel frattempo, godiamoci questi primi assaggi di Avvento.

    P.S – Ho già detto che ti adoro?!

    • Lucyette ha detto:

      Lo sai che anch’io ti adoro; ci adoriamo reciprocamente!
      *___*
      E pretendo anche quest’anno una foto del suo sempre meraviglioso presepio: sappilo! :-)

      Ma davvero: mi sa che l’esito naturale di essere appassionati di presepi è avere dei presepi più affollati di New York all’ora di punta. Anche io sono sommersa di statuine e non sia mai dovere rinunciare a qualcuno (o peggio ancora rinunciare al tradizionale acquisto pre-natalizio: un nuovo pastore ad ogni anno!!).
      A me piacciono molto i pasaggi affollati, ma qui c’è il problema concreto di non avere più spazio per mettere le statuine ;-))
      Quando dovrò arredarmi una nuova casa, giuro solennemente che mi organizzerò per avere un ampio spazio che possa essere utilizzato per il presepio. Posso rinunciare a tante cose, ma decisamente non a questa!

  3. Stella ha detto:

    Quando ieri mi son resa conto che era iniziato l’avvento (perchè io, a Messa, ci vado il sabato) mi sei venuta in mente e ho pensato: “chissà che s’inventerà quest anno”!
    Mistero svelato!

    • Lucyette ha detto:

      Io non resisto fino all’8 dicembre: mi sa che il presepio comincio a prepararlo questa sera! Ammutinamento! :-DD

      (Beh, in realtà sono giustificata dalla mia situazione particolare: sono stata a Torino a casa dei miei fino a stamattina; oggi sono tornata nella casetta pavese dove rimarrò fino a Santa Lucia, dopodiché tornerò di nuovo a Torino… se aspetto l’Immacolata per fare il presepio qui a Pavia, tantovale non farlo proprio: non me lo godrei affatto, con i ritmi di quest’anno! Quindi sono giustificata, insomma :-P)

      Oggi ho anche comprato degli spray per decorare i vetri delle finestre *__*
      Uuuuhh, mi sento già in piena atmosfera natalizia!!

    • Lucyette ha detto:

      *___*

      Ho dato solo un’occhiata velocissima e non ho avuto il tempo di leggermi per bene i post: ma dalla “anteprima” che ho visto… ti ringrazio davvero tantissimo di avermi lasciato il link!!
      Sembra fantastica: penso che mi stamperò tutti i post e me li leggerò con calma a letto prima di andare a dormire!

  4. Anonimo ha detto:

    io ho dato venerdì scorso; ahimè il mio presepe è piccolino, ma sono fornita di pastore che cuoce le castagne e di ragazza con oche.
    Io avrei anche (oltre alla faccia come il lato B) una richiesta, non tanto a nome mio quanto del mio contenuto (sei un po’ commossa?): ci racconti anche del pastore Gerlando? La sai?

    Bacio enormissimo

    Seavessi

    • Lucyette ha detto:

      Gerlando? O__o
      E chi a l’è?!
      Io conosco Gelindo, che è il pastore tipico del presepio piemontese/monferrino (quello che incontra per primo Maria e Giuseppe, insomma)… è sempre lui?! Magari “Gerlando” è una variante locale del suo nome :-)

      Se stiamo parlando dello stesso pastorello, la risposta è sì: ve lo presento sicuramente!
      Se invece Gerlando non è Gelindo… adesso sono curiosissima!!

      Un bacione enorme a te, e uno ancor più grande al tuo contenuto ;-D

      • Anonimo ha detto:

        uff… non lo so se Gelindo e Gerlando sono lo stesso pastore sotto mentite spoglie; quello che dico io, è quello che da un sacco di legnate al suo servo, perché ha detto il suo nome agli angeli e “un nome non è una roba da dire così in giro a chiunque”.

        Che cumplicasiùn.

        Seavessi

      • Lucyette ha detto:

        *____*

        Allora non lo conoscevo; e colgo l’occasione per informare il mondo che Gerlando è ufficialmente diventato il mio mito personale!!
        LOL… applicazione pratica di perfetta piemontesitudine :-D

        (Io gli do ragione, gli do!! Ma che diamine, tsk!)

  5. Ilaria ha detto:

    Sono entusiasta di questo tuo calendario dell’avvento dedicato al presepe! Sono un’appassionata anch’io! A dicembre, immancabilmente, faccio il giro delle varie chiese bolognesi nelle quali vengono allestiti i presepi; a casa mia ovviamente il presepe si è sempre fatto… e mio padre da giovane partecipava alle gare di presepi indette dalla diocesi (ad alto tasso di competitività!). Ma soprattutto, quest’anno per me il presepe ha un valore in più. Quando ad agosto, tre mesi fa, è morta la mia nonna paterna, nelle settimane successive tra parenti ci siamo un po’ divisi le sue cose. Quando mia mamma mi ha chiesto se c’era qualcosa di particolare che desiderassi tenere, tra gli oggetti di nonna, a me è venuto spontaneo dire: “Se non lo vuole nessun altro, io vorrei il suo presepe!”. E così è stato. Quest’anno, nella mia casetta, ho già preparato lo spazio d’onore per il presepe di mia nonna che tra poco allestirò, e che amavo tanto osservare quando andavo a casa sua nel periodo d’avvento :-)

    • Lucyette ha detto:

      Oooohhh, meno male che qualcuno ha apprezzato il mio generoso sacrificio: vi ho risparmiato quel mare di rosa!! Non sono stata brava? :-DD

      Però era carino anche l’altro template, nella sua rositudine. Non era brutto, dai!
      Era solo rosa, molto rosa u__u

  6. Maturin ha detto:

    Quest’anno sono praticamente ossessionato dalla canzone “Little drummer boy” il cui testo racconta di un piccolo “tamburino” che non ha altro da offrire a Gesù se non il suono del suo tamburo.
    La canzone, nella sua prima versione, pare sia del 1941 quindi non credo che il tamburino sia un personaggio del presepe “classico” ma magari tu riesci a trovare qualche riferimento storico/tradizionale… Riesci?
    Comunque, se trovo una statuina ina ina del piccolo tamburino, io, nel mio presepe, ce la metto… pa ram pam pam pam (è inutile, non mi va più via dalla testa!)

    • Lucyette ha detto:

      Oh, ce ne sono!
      Se ci tieni ad avere una statuina del tamburino, so per certo che ce ne sono parecche (ne ho viste un paio solo qualche giorno fa in un negozio di presepi a Torino): la Fontanini, che è una ditta che produce presepi, ne ha fatte più di una!
      Te lo dico, non per fare pubblicità a una marca ma perché magari la stavi cercando in lungo e in largo e non sapevi da dove partire. Volendo, se proprio ci tieni e non la trovi, si può ordinare anche via Internet.

      Il tamburino è un personaggio tipico del presepio napoletano (assieme a pifferai, cornamusari, e tutta la compagnia di musicisti vari)… probabilmente la canzone si è ispirata a una statuina già esistente, e non viceversa! Quando arrivo a parlare del presepio napoletano, parlerò sicuramente anche di lui :-))

      • Maturin ha detto:

        Grazie! Gentilissima come sempre.
        Il primissimo giro su internet ha dato il seguente risultato:

        Pastore con tamburo in vetroresina colorata tipo legno cm. 125 serie “Fontanini”.

        Prezzo negozio: € 1.482,00
        Prezzo on-line: € 1.230,00

        Mi sembra evidente l’errore di posizionamento della virgola nel prezzo… Come? Non è un errore?? Aaaaaaargh!!!

        Glab… Credo che alla fine prenderò questo:

      • Lucyette ha detto:

        O__o
        Ellamiseria: e di cosa sono fatti?! Di diamante?!
        Beh che però sono effettivamente enormi, saranno di quei presepi da chiesa… 125 cm è praticamente un tamburino a grandezza naturale! :-D

        Beh, comunque ce ne sono anche di mooolto più economici (e piccoli): questo ad esempio costa “solo” 7 euro. Strano, però, mi sembra un prezzo fin troppo alto: in genere, le statuette della Fontanini si aggirano attorno ai 4-5 euro, nei negozi (sono un po’ care, ma sono anche bellissime: il nucleo-base del mio presepio (Sacra Famiglia e qualche pastore) è di questa marca, e si vede un sacco la differenza). Ma magari ne trovi anche a meno!!

        Comunque, solo per confortarti: 7 euro sono già sempre meno di 1500… :-PP

  7. Anonimo ha detto:

    (Fuori onda) Bah… non so bene dove dovrei lasciare questo commento… Mi sono perso nei vari “replica”… Lo metto qui, và… E poi non è che c’è da qualche parte che io non vedo, un editor per i link, i corsivi e via discorrendo? Vabbé pazienza…

    (In onda) Ciao! Grazie infinite per le dritte sui tamburini: in effetti quello che ho trovato io era a grandezza naturale dunque il prezzo era (quasi) giustificato. Quello da 7 euro penso vada benissimo, a meno che per un prezzo così basso (relativamente s’intende) non ti diano un tam-Burino, della serie:”Ahò fateme passà che devo da suonà er tamburo mio!!!”…
    Cmq grazie e aspetto con ansia gli altri post “presepianti”… “presepievoli”… Ehm… Sul presepe…
    Un saluto!
    Paolo.

    (Fuori onda) Speriamo non si accorga che questo commento era uno spottone sul mio ultimo post (che tra l’altro si può trovare qui… Acc…! L’editor!!! Uff… qui:http://ambricourt.iobloggo.com/864/er-tam-burino)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...