La misteriosa storia di Pomponia Grecina

Chissà cosa direbbe Pomponia Grecina, matrona romana di nobili natali, se sapesse che, a duemila anni dalla sua morte, si continua ostinatamente a parlare di lei, nonostante i suoi sforzi per sparire nell’oblio. Eppure, la cosa è in un certo senso inevitabile: la sua Storia (quella con la S maiuscola) sembra fatta apposta per trasformarsi […]

Read More…

[Pillole di Storia] Ma precisamente, in che anno siamo?

“Siamo nel 2016, brutta idiota”, commenterete inarcando le sopracciglia. “Siamo nel 2016, brutta idiota infedele”, potrebbe commentare qualcuno accalorandosi: “mai sentito parlare di Anno Domini? Di era cristiana? Oggi è il primo giorno del duemilasedicesimo anno dalla nascita di Gesù Cristo, secondo la ricostruzione fatta anni fa da Dionigi il Piccolo”. Sì sì, per carità. […]

Read More…

[Pillole di Storia] Gli ultimi dolori

Giuliano l’Apostata, per l’appunto, morì il 27 giugno del 363. Non designò un erede: anche in questo, aveva voluto distinguersi da Costantino, che alla sua morte aveva suddiviso l’Impero come se fosse un bene privato, con le tragiche conseguenze che Giuliano aveva patito sulla sua pelle. All’indomani stesso della morte, l’esercito si riunì per eleggere […]

Read More…

[Pillole di Storia] “L’uomo nato per il bene dello Stato”

Ché poi, a ben vedere, un cittadino romano legato alla religione dei suoi avi poteva in effetti averne a iosa, di motivi per cui guardare in cagnesco il Cristianesimo. Diciamo che, per “colpa” di una serie di leggi che avevano agevolato le chiese cristiane, i templi dedicati agli dèi pagani si erano visti togliere, via […]

Read More…

[Pillole di Storia] Giuliano l’Apostata

Se non fosse che cerco di non provare mai simpatie o antipatie per personaggi della Storia, lui mi farebbe una tenerezza immensa. Il nome non promette bene: si tratta di Giuliano l’Apostata. E il fatto che abbia compiuto tentativi di ogni genere per radere al suolo Santa Romana Chiesa, potrebbe anche farmelo scendere nella scala […]

Read More…

[Ma che sant’uomo] In hoc signo

E insomma: la storiella è talmente nota che non val nemmeno la pena di raccontarla coi miei toni da “Ma che sant’uomo”, ché non è mica facile strappare un sorriso raccontando una storia nota e arcinota a tutti. Buttiamola sul piano culturale, e riproponiamo la vicenda di Ponte Milvio con le precise parole esatte usate […]

Read More…

[Pillole di Storia] La persecuzione di Diocleziano

Lattanzio sembra saperla lunga, su come andarono le cose. In un cerimonia solenne, nel palazzo di Nicomedia, l’Imperatore Diocleziano stava offrendo sacrifici agli dèi, affinché gli indovini di corte potessero leggere nelle viscere il futuro della potente Roma. Fra i funzionari di corte erano presenti alcuni cristiani (ormai la cosa non scandalizzava più nessuno); e, […]

Read More…

[Pillole di Storia] La grande opera di Dio

Ma com’era possibile che un alto funzionario romano ci provasse con la sua bella parlando esplicitamente del “suo Signore”, al singolare? Beh: era passata appena una ventina d’anni dalla persecuzione di Valeriano; ma le cose, per la Chiesa cristiana, erano cambiate profondamente… *** Rispetto ai suoi predecessori, Valeriano era stato un imperatore decisamente più fortunato. […]

Read More…