Vecchia ciabatta

Non puoi dire di conoscere veramente una persona, se non hai camminato almeno una luna nei suoi mocassini (Proverbio pellerossa) Sono vecchissime. Cioè. Più ch’esser vecchie, sono malconce. Stanno ancora assieme, quello sì: ma a una veloce occhiata, vien da chiedersi quanto tempo passerà ancora prima che comincino a perdere letteralmente i pezzi. Sono le […]

Read More…

Finestra vistalago

Aaaah, che meraviglia. Aaaah, che meraviglia, spalancare la finestra e sentirsi scompigliare i capelli da un lieve e carezzevole venticello fresco: promessa di pioggia, di serate di fronte al caminetto, e di inverno che si avvicina. Che meraviglia, affacciarsi alla finestra e sorseggiare una tazza di tisana calda, contemplando i raggi del debole sole che […]

Read More…

Il fantasma di Fasolino

Piove. Diluvia. È tutto freddo, è tutto fermo, è tutto buio; e grossi goccioloni di pioggia s’infrangono sui vetri delle finestre, ticchettano sulle pozzanghere, bagnano le strade. È sera tardi, fa freddo: mi accoccolo sotto le lenzuola e m’immergo in un romanzo, con una tazza di camomilla fumante sul comodino. Chiudo il libro per un […]

Read More…

Il cittadino onorario

Quando Giuda e Gesù si reincontrarono, in quel sabato di Pasqua che è passato alla storia, si lanciarono un’occhiata. Giuda aveva legato un cappio al collo, ed era maciullato e sanguinante. A Gesù avevano bucato mani, piedi e cuoio capelluto e piantato una lancia nel costato. I due si guardarono, e poi Gesù si strinse […]

Read More…

Provate un poco a contraddirmi

È che una ci prova anche, eh, a scrivere un articolo originale e soprattutto di prima mano, per raccontarvi i fatti suoi. Poi però le capita di sfogliare il quotidiano locale in pausa pranzo, e si trova di fronte a questo. E copia testualmente. PAVIA. Il furgone zigzagava vistosamente percorrendo viale Partigiani. Fino a quando […]

Read More…

Il bacio

Per i ragazzi di Torino, non si pone proprio la domanda: se uno cerca un luogo romantico per un appuntamento, la meta è sempre quella – il parco del Valentino. Il Valentino è sempre stato il luogo prediletto di ogni coppietta torinese, registrando un lieve calo di preferenze solo qualche anno fa, quando il parco […]

Read More…

Il panettone di San Biagio

Sto per tagliare il panettone. Ciò non dipende dal fatto che ho ricevuto così tanti panettoni che non ho ancora finito di mangiarli (cioè, sì, anche: di questo passo, festeggerò Pasqua col pandoro). Il punto, in realtà è tutt’altro: sto per tagliare il panettone perché domani è la festa di San Biagio. Il panettone di […]

Read More…

Il PIACERE di un buon libro

Chiariamoci, ragazzi: io sono una bibliotecaria. Ho sempre detto – e sono straconvinta della cosa – che la lettura di un buon libro sia uno dei maggiori piaceri della vita. Lo credo veramente. Sì. Ma ho l’impressione che la Feltrinelli di Pavia ci sia andata giù un po’ pesante, con il concetto di “piacere” e […]

Read More…

Quei pazzi di Pavesi

“Non sapevo traslocassi!”, esclamo. “E dove vai?”. “Oh, qui vicino. Alla chiavica”. “Come, scusa?”. “Alla chiavica”. Mi schiarisco la voce, un po’ a disagio. “Scusa, amica mia. Mi stai dicendo che vai a vivere in un posto che è ‘na chiavica, oppure mi stai seriamente dicendo che – non voglio neanche crederci – a Pavia […]

Read More…

[Ma che sant’uomo!] Pavia, 5 agosto

Faceva caldo, quel giorno. Un caldo atroce. Un caldo che ti si appiccicava ai vestiti, ti toglieva il fiato, ti privava delle forze: i mercanti di Pavia avevano la fronte imperlata di sudore, mentre caricavano sulle loro navi i pochi sacchi di merce che non erano riusciti a vendere. Non che Pavia fosse una città […]

Read More…