Chi lo ama, chi lo odia

Per rendersene conto,basterebbe anche solo un’occhiata ai commenti al post di ieri: ora come ora, Babbo Natale si è attirato la simpatia della stragrande maggioranza della popolazione. I detrattori (spesso irriducibili) sono molto pochi, e si perdono nella marea di sostenitori entusiasti… …ma quindi, in chiusura di questo calendario, ci si potrebbe chiedere: chi è […]

Read More…

Ma perché credere in Babbo Natale?

Ma insomma: arrivati quasi alla fine di questo Calendario dell’Avvento, ci si potrebbe porre la domanda – ma perché la gente si ostina a credere a Babbo Natale? Giuro che è l’ultima volta che tiro in ballo il libro dei due socio-psico-antropologi, ma in effetti gli autori si ponevano una domanda che mi sembra anche […]

Read More…

Babbo Natale, l’anima del commercio

E un giorno si festeggiò il capodanno del nuovo secolo; e, una manciata d’anni più tardi, scoppiò la prima guerra mondiale. Gli Stati Uniti, entrati in guerra, andarono incontro a morte e disagi vari… ma anche a un’improvvisa espansione del mercato estero. Poi si siglò la pace, tutto ritornò quietamente come prima… e gli Stati […]

Read More…

Babbo Natale e la Coca Cola

Cosa fare, quando una ditta concorrente lancia sul mercato un prodotto molto simile al tuo “cavallo di battaglia”, che però è decisamente più buono e vende infinitamente di più? Facile: si cerca di mettere i bastoni fra le ruote alla ditta concorrente – con mezzi leciti e anche non leciti, se sei proprio disperato. I […]

Read More…

Quando il Natale si tinge di sangue

‘na pazza scatenata isterica. Una vecchierella come la Befana – con molte cose in comune, con la Befana! – che ogni anno, nella vigilia dell’Epifania, visita le case dei Tedeschi nel suo vestito sporco e logoro, alla ricerca di qualcosa di buono. Se si sente ben accolta, può anche valutare di lasciare un dono come […]

Read More…

La casa di Babbo Natale

Comunque: è da quasi un intero Avvento che parliamo di Babbo Natale… ma qui c’è un problema che non abbiamo ancora affrontato, gente. Ma dove abita, ‘sto tizio?? Mi sembra un dettaglio di rilevante importanza, dal momento che Babbo Natale confeziona giocattoli su ordinazione, e ogni anno bisogna preparare una lettera da fargli recapitare… uh… […]

Read More…

Father Christmas

C’era una volta Enrico VIII. C’erano una volta la Riforma anglicana, l’odio anticattolico, e un problema da risolvere: e mo’ quand’è che fanno festa grande, i sudditi anglicani? Sì, insomma: il problema era lo stesso di Martin Lutero, in buona sostanza. Il giorno di San Nicola, anche in Inghilterra, era il giorno di festa; il […]

Read More…

Di Gesù Bambino che porta i doni (e di Lucia che lo boicotta)

C’era una volta Martin Lutero. C’erano una volta la Riforma Protestante, la campagna contro i Santi cattolici, e un problema da risolvere: e mo’ chi glieli porta, i regali di Natale, ai bambini dei Protestanti? Sì, insomma: il problema era quello, e non è che ci si potesse girare attorno più di tanto. Fin dai […]

Read More…

I piccoli amici di Babbo Natale

Sì, insomma: abbiamo appurato che San Nicola aveva l’abitudine di farsi accompagnare al lavoro da un’inquietante serie di brutti ceffi; e abbiamo notato che Babbo Natale (salvo isolate parentesi romantiche) non è propriamente un vecchietto gioviale circondato da torme di amici. Babbo Natale, poverello, vive isolato in una casa in capo al mondo circondato da […]

Read More…

Tomtenisse!

  Eddai: non ci credo che non avete qualcosa di simile, in casa. Uno gnometto col cappello rosso e un vestito marcatamente natalizio, da usare come soprammobile nel periodo delle feste invernali. O un pendaglio per l’albero di Natale fatto a forma di gnomo col berretto rosso – tipo quelli che vendono all’Ikea, per capirci. […]

Read More…