Personale · Vite di Santi e Beati

[Ma che sant’uomo!] Il Grande Quiz per Ognissanti

 …e così, anche quest’anno siamo arrivati a metà ottobre.
A Pavia è riapparso il caldarrostaio lungo la strada; è da qualche tempo che la nebbiolina mi dà il buongiorno (?) quando mi alzo… insomma, tutto quanto è dalla mia parte: fra non moltissimo tempo, saremo alle soglie di Ognissanti.

Sì, Ognissanti.
La festa di Ognissanti.

E io, come da tradizione ormai, vi chiedo… voi li conoscete, i Santi?
Tutti i Santi?
Ognissanti?

Come ogni anno di questi tempi, torna dunque su questi schermi il mio ormai famoso (?) Grande Quiz di Tutti i Santi.
Spremetevi le meningi, cercate di non barare, discutetene con i vostri amici…
…e, se vi va, lasciate le vostre risposte qui, nei commenti. (Tanto, potete sempre dar l’impressione di quello che non ha la più pallida idea di quale sia la risposta giusta, e sta semplicemente sparando a caso).
Avete tempo fino al 1° novembre, prima che io pubblichi le soluzioni!

***

1) Cominciamo con un omaggio al nostro Papa, che mi sta tanto simpatico. La famiglia di Ratzinger nutriva una particolare devozione per un Santo che, tutto sommato, non è molto conosciuto.
Chi?
a) Sant’Ulrico;
b) San Disma;
c) San Mevio;
d) San Drogone.

2) San Leonardo Murialdo non è sempre stato un… Santo. Prima di riavvicinarsi alla fede, era quello che io taccerei impietosamente come “cattivo ragazzo”, e con cui non vorrei intrattenere alcun tipo di rapporto. Lo stesso Murialdo ammetteva di aver infranto mortalmente, in gioventù, quasi tutti i comandamenti, “eccettuati forse”…?
a) Il secondo, il settimo e il nono;
b) Il terzo, il nono e il decimo;
c) Il primo, il quinto e il sesto;
d) Il terzo, il quarto e l’ottavo.

3) E a proposito di Santi che si macchiano di peccati orribili. A me sta tanto simpatica Santa Teresa di Lisieux; ma ammetto di aver avuto un crollo, quando ho scoperto che da piccina…?
a)
Appiccava fuoco agli orsacchiotti di peluche;
b) Definiva “disgustoso” il gelato. Il gelato, gente!!;
c) Maciullava le sue bambole, e poi ci faceva il funerale;
d) Rifiutava di farsi leggere le fiabe, che riteneva “stupide” e “piene di sciocchezze”.

4) In compenso, a proposito di Santi famosi: tutti quanti conoscono l’eroico sacrificio di Santa Gianna Beretta Molla, che andò incontro alla morte pur di portare avanti una gravidanza. Eppure, non tutti sanno che Gianna non è l’unico membro della famiglia Beretta Molla ad essere in procinto di salire alla gloria degli altari. È infatti in corso anche il processo di canonizzazione per…?
a) La madre di Gianna, che supportò la figlia e la confermò nella sua scelta;
b) Il marito di Gianna, che non provò a dissuaderla;
c) La figlia maggiore, che fu colpita dall’esempio della madre e si fece suora;
d) Il fratello di Gianna, che non c’entrava un granché ma lo fan Santo in ogni caso.

5) 8 dicembre 1854: con l’Ineffabilis Deus, Papa Pio IX proclama il dogma dell’Immacolata Concezione.
Ora non so se sia stata una cosa generalizzata di quell’anno, o se sia l’ennesima stranezza dei Pavesi che sono evidentemente fan del famolo strano. Fatto sta che, a Pavia, la prima festa dell’Immacolata Concezione si è tenuta…?
a) Il 10 gennaio successivo alla proclamazione del dogma;
b) Il 25 marzo successivo alla proclamazione del dogma;
c) Il 20 maggio successivo alla proclamazione del dogma;
d) L’8 settembre successivo alla proclamazione del dogma.

6) A proposito di date: ecco a voi una curiosità più liturgica che agiografica. Nel Medio Evo, per calcolare di anno in anno la data della Pasqua, gli uomini erano costretti a fare un calcolo complicatissimo che usava, come punto di riferimento, l’anno che oggi indicheremmo con…?
a) 5509 a.C.;
b) 4613 a.C.;
c) 3761 a.C.;
d) 3 a.C.

7) Nel Medio Evo, colui che compiva un lungo pellegrinaggio per venerare un certo Santo, era autorizzato a prenderne a frustate le reliquie se l’aureolato non faceva il miracolo richiesto.
Oggigiorno, non mi sentirei di consigliare un simile atteggiamento… eppure, la Venerabile Ida Barelli ( 1882 – 1952) aveva studiato un modo ingegnoso per manifestare a Dio il suo disappunto quando Lui non le concedeva la grazia richiesta. In particolar modo…?
a) Lo minacciava di diventare atea;
b) Faceva lo sciopero della Comunione;
c) Smetteva di recitare il rosario;
d) Velava il quadro della Madonna nella sua camera, in segno di protesta.

8) Altre bizzarrie agiografiche. La Beata Pina Suriano pregava insistentemente Dio, affinché…?
a) La colpisse con una malattia incurabile;
b) Facesse morire la sua adorata mamma;
b) Mandasse in miseria la sua famiglia;
d) Facesse sparire le stigmate a Padre Pio.

9) E a proposito di grazie: c’è modo e modo, di domandarle. C’è chi promette, in caso di grazia ricevuta, di sciogliere voti assai pesanti, e c’è invece chi preferisce andar sul facile. Una principessa di Savoia, che giaceva a letto in preda a una brutta malattia, ad esempio fece solennemente voto, in caso di guarigione, di…?
a) Sposarsi in una delle chiese più belle d’Italia;
b) Donare una delle sue collane a una statua della Madonna;
c) Indossare un vestito azzurro – colore mariano per eccellenza – l’8 dicembre di ogni anno;
d) Raccontare ai giornalisti di esser stata miracolata. Il clamore mediatico avrebbe procurato al Santo un certo incremento di devozione popolare: e che vuoi di più?!

10) Non c’è che dire: quando ci si mette, il Buon Dio sa come raddrizzarti una giornata storta. Prendete il caso del Servo di Dio Teresio Olivelli…
a) Distrutto fisicamente, moralmente, e psicologicamente dalla campagna di Russia, si accinge a ritornare a casa senza speranze per il futuro. E appena varca il confine, scopre di aver ottenuto Il Lavoro Dei Suoi Sogni;
b) Nell’arco di dodici ore, si laurea, si fidanza, e scopre di aver ricevuto da un lontano zio un’eredità da capogiro;
c) Gli viene diagnosticato il cancro. Passa tre settimane d’inferno in cui fra l’altro si avvicina a Dio, prima di scoprire che i medici avevano confuso le cartelle di due pazienti, e che lui è affetto da una banalissima infezione;
d) Viene a sapere che la sua ricca famiglia ha combinato il suo matrimonio con una ragazza di nobili origini. Lui protesta e si dispera: sente di amare un’altra donna. Con la morte nel cuore accetta, per obbedienza ai genitori, di incontrare “la promessa sposa”… e scopre che è la stessa ragazza che lui segretamente amava.

***

Come partecipare?
Beh, l’ho già detto: da qui al 31 ottobre, lasciate le vostre risposte in un commento a questo post. L’internauta che, alla fine della gara, avrà collezionato il maggior numero di risposte giuste il minor numero di risposte sbagliate, si guadagnerà la vittoria… ed anche il primo premio.
Che, come al solito, sarà un “Ma che sant’uomo!” personalizzato: insomma, potrete scegliere di sentir parlare del Santo Patrono della vostra città, o del Santo che porta il vostro nome, o del Santo da invocare per avere aiuto sul lavoro… insomma: chi più ne ha, più ne metta.
Vinca il migliore!!

21 thoughts on “[Ma che sant’uomo!] Il Grande Quiz per Ognissanti

    1. Ma mica bisogna saperle tutte… anche quelli che hanno partecipato al quiz gli anni scorsi le avevano sostanzialmente messe a caso (aiutandosi magari con un minimo di ragionamento, ma comunque senza sapere la risposta giusta)… ci mancherebbe! :-D

  1. ci provo anch’io…approfitto di questo momento di sonnolenza per avere una giustificazione alla casualità delle risposte:

    1A
    2D
    3C
    4D
    5D
    6B
    7B
    8D
    9A
    10A

  2. 1b – se dici che “tutto sommato”, non è molto conosciuto … Disma è il nome che gli apocrifi danno al ladrone che si converte a Gesù sulla croce…
    2 c – perchè secondo me 3,7 e 8 sono in un certo senso più facili da infrangere, certo ci sarebbe anche il 6 che mette a dura prova, ma forse un po’ meno boh…
    3 d – anche eprchè so che le fiabe ti piacciono
    4 d – perchè mi ha convinto Emilia!!!
    5 a – l’avranno rimandata di poco suvvia…
    6 b – una vale l’altra
    7 d – è la cosa più credibile
    8 a – è una vocazione anche quella
    9 c – è una bella idea
    10 a – ma ti dirò che la b continua a nutrire un arcano fascino ai miei occhi…

  3. 1 A
    Andiamo bene, per me sono tutti e quattro non molto conosciuti… Metto San Disma che, se non ricordo male, è il ladro pentito crocifisso assieme a Cristo. In effetti, è l’unico santo canonizzato per dichiarazione diretta divina… più santo di così!

    2 A
    Escludo la C perché un “cattivo ragazzo” come Murialdo il sesto l’aveva infranto di sicuro :-)
    Che si sia mancato qualche festa comandata (terzo comandamento comune a B e D), possibilissimo, basta una domenica!
    resta per esclusione la A, perciò Murialdo avrebbe mortalmente infranto tutti i comandamenti eccettuati il secondo (nominare Dio invano), il settimo (rubare) e il nono (desiderare la donna d’altri). Plausibile.
    Comunque non so chi fosse questo Murialdo…

    3 A
    Per Lucyette, “fare del male agli orsacchiotti di peluche” e “peccato orribile” sono quasi sinonimi.

    4 B
    di questo sono quasi sicuro perché io li sapevo accoppiati assieme, i santi coniugi Beretta Molla

    5 D
    Su questa sono andato a caso :-D

    6 C
    Mi sembra vaghissimamente di ricordare che l’antichità del mondo veniva datata in circa tremila anni prima di Cristo, perciò le A e B sono fuori gioco… ci sarebbe anche la D ma se è solo il tre avanti Cristo, che calcolo complicatissimo è?

    7 D
    mi sembra l’unica minaccia concreta, velare il quadro (tiè, acceco tua madre, come la mettiamo?)

    8 B
    Se voleva bene a sua madre, voleva farla andare in cielo, ergo…

    9 C
    Cosa c’è di più facile per una principessa che indossare un vestito azzurro? Se lo fa prestare dal principe!

    10 C
    È la più bella perché in realtà non ha nessun miglioramento effettivo (sano era, sano resta), eppure sono sicuro che avrà apprezzato molto di più la sua salute dopo quel momento!

    Riuscirò almeno questa volta a non classificarmi agli ultimi posti? :-/

    1. Una precisazione al volo (non potevo farla prima). Rispondendo alla domanda due, dicevi “Che si sia mancato qualche festa comandata (terzo comandamento comune a B e D), possibilissimo, basta una domenica!

      Ehm. Non dimenticarti che noi adesso viviamo in una società in cui la religione (a livello “sociale”, di rispettabilità pubblica) conta meno che zero… ma nell’Ottocento, le cose eran ben diverse, eh. A saltare una Messa senza valide ragioni, rischiavi di creare un piccolo scandalo nel paese. Non era molto concepibile, per i nostri antenati, saltar Messa a cuor leggero: era un peccato capitale visibilissimo, che saltava subito agli occhi di tutti.
      (Perdipiù, nel caso specifico, quando era un ragazzo il Murialdo era stato messo in un collegio gestito dagli Scolopi, quindi men che meno… Ma anche proprio a livello generale, non è che uno saltasse Messa così a cuor leggero, all’epoca :-D)

  4. latito un po’, ma leggo anche gli arretrati… le risposte mi sembravano tutte assurde, ma sono sicuro che i santi in questione non me ne vogliono.
    1a
    2b
    3c
    4d
    5b
    6a
    7b
    8a
    9a
    10d

    ciao ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...